Concorso di idee per la riqualificazione ambientale e turistica dell’area denominata “Cavea di San Calogero“ - 1° Premio

Teatro sulla Rocca di Cefalù Cefalu' / Italy / 2016

3
3 Love 1,163 Visits Published

La riqualificazione della cavea di S. Calogero per fini culturali e turistici comporta una lettura critico-progettuale delle caratteristiche del sito oggetto d’intervento, in uno alla consapevolezza delle qualità urbane, storiche e paesaggistiche della città. A Cefalù il centro storico, il Duomo, la Rocca sono parametri fondamentali di un rapporto dinamico e articolato che trova nella presenza e nella dimensione del mare momenti di sintesi, stabilità e rasserenamento.
Diversi sono i luoghi della città in cui tale sintesi si manifesta con più evidenza, quali il vecchio molo, il bastione Marchiafava, la Corte delle stelle, etc., offrendo molteplici esperienze percettive, rievocative, estetiche.
L’idea che sta alla base della proposta progettuale trae origine da questa particolare sintesi tra luogo e città, tra l’ambito specifico e tattile della scala umana e la vastità magnifica di storia e paesaggio.
L’area oggetto d’intervento consiste in uno spazio pianeggiante di forma pressoché circolare a cui si associa da nord una conformazione a conca a quota più alta. Entrambi gli spazi sono testimonianze residue, assieme alle tre calcare, di attività estrattive ormai dismesse da tempo e risultano per questo letteralmente scavati nel vivo della roccia e contornati da quinte lapidee ricche di asperità, con rada vegetazione spontanea, di notevole effetto percettivo.
Rispetto a questa condizione, in cui natura e intervento umano si confrontano dialetticamente, il progetto instaura elementi di mediazione e valorizzazione in cui si integrano le forme di un emiciclo gradonato a cavea e le forme di un’articolazione di tre rampe/ripiani che si snodano lungo le quote della conca rocciosa sul lato opposto, consentendo anche in questo caso interessanti vedute paesaggistiche. A questa idea progettuale di base si associano il recupero delle calcare superstiti e dei percorsi pedonali.


Scelte progettuali
Il progetto prevede l’inserimento di una cavea a pianta semicircolare nella parte pianeggiante del sito, che ne viene così ridefinito assecondandone la forma attuale, a cui si associa un palco circolare per rappresentazioni, concerti, dibattiti e performances varie. La cavea è contornata al perimetro da un camminamento in quota, a cui si accede per una scala posta all’ingresso, che la disimpegna dall’alto e che si prolunga oltre la cresta rocciosa che racchiude l’area, fino a costituire un vero e proprio mirador verso la costa e il mare. Al livello terra troveranno spazio, con tramezzature leggere smontabili, camerini per artisti, depositi, piccoli box per informazioni, vendite di gadgets, etc..
Il volume semicircolare in cui è inserito l’emiciclo ha una consistenza semitrasparente resa da un rivestimento in lamelle di legno di rovere staccate l’una dall’altra. Ciò rende il volume quasi etereo e traguardabile dall’interno e dall’esterno, facendolo dialogare con le creste rocciose che contornano l’area, con una resa estetica affidata alla leggerezza, alla geometria, al colore del legno.Dal lato opposto un sistema di rampe/ripiani si articola organicamente assecondando le curve di livello, inserendosi come sistema di passaggio e di sosta nel percorso pedonale che ha origine in una scala posta in prossimità dell’ingresso e in un elevatore cilindrico installato all’interno di una delle calcare ancora esistenti, proseguendo poi verso la chiesetta posta più in alto. La forma e dislocazione di questi ripiani crea un’integrazione dialettica, spaziale ed estetica, tra la compiutezza geometrica della cavea e del palco e le espressive accidentalità della Rocca.I tre ripiani, in determinate occasioni, potranno anche integrare il palco circolare nel caso di rappresentazioni teatrali, cori, spettacoli musicali, etc..


Caratteristiche e fattibilità del progetto
Le nuove attrezzature previste (cavea, palco, ripiani) saranno realizzate in tavolati di legno con struttura portante in ferro poggiata sul terreno per punti.
La loro realizzazione pertanto non comporterà né scavi né realizzazione di muri o di altri elementi inamovibili che rischierebbero di compromettere l’equilibrio idrogeologico e ambientale del sito, né verrà compromessa la qualità paesaggistica della pendice della Rocca, essendo l’intervento caratterizzato da altezze modeste e contenuto nell’ambito di vuoti e cavità già oggi esistenti, seppur di origine antropica. I materiali previsti sono i più confacenti ai caratteri del luogo, quali i tavolati in legno della gradinata e dei ripiani, il rivestimento a lamelle in rovere del volume semicilindrico, il ferro delle strutture portanti e dei corrimani, la pavimentazione in pietra calcarea locale del percorso di accesso ed in terra battuta stabilizzata per i sentieri pedonali: materiali durevoli e facilmente manutenzionabili durante il loro ciclo di vita. Le calcare esistenti verranno restaurate e ospiteranno rispettivamente il servizio di accoglienza/informazione, l’elevatore cilindrico e una caffetteria con spazio aperto antistante pavimentato in pietra: Un quarto volume cilindrico interrato, di nuova realizzazione, conterrà i servizi igienici. L’illuminazione serale e notturna verrà assicurata da apparecchi illuminanti su pali distribuiti lungo il percorso di accesso e incassate a pavimento nella nuova cavea e nei ripiani in progetto, dotati di lampade a tecnologia LED di lunga durata a risparmio energetico e di schermature atte a impedire l’inquinamento luminoso.

3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La riqualificazione della cavea di S. Calogero per fini culturali e turistici comporta una lettura critico-progettuale delle caratteristiche del sito oggetto d’intervento, in uno alla consapevolezza delle qualità urbane, storiche e paesaggistiche della città. A Cefalù il centro storico, il Duomo, la Rocca sono parametri fondamentali di un rapporto dinamico e articolato che trova nella presenza e nella dimensione del mare momenti di sintesi, stabilità e...

    Project details
    • Year 2016
    • Status Competition works
    • Type Restoration of old town centres / Theatres
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users