Secondo premio Lungomare di Fregene - Tema 1

Concorso per la Riqualificazione del Lungomare di Fregene - tema n.1 - Lungomare Fregene / Italy / 2006

2
2 Love 4,647 Visits Published
Capogruppo: arch. Stefania Caforio
arch. Stefano De Leo
arch. Francesco Mosciatti
arch. Fabio De Farro
arch. Ivano Ferraro
arch. Mauro Vincenzi
arch. Luca Vincenzi

1. Premessa
La presente pianificazione, ha per oggetto la riqualificazione urbanistica ed ambientale del
Lungomare di Fregene insistente su un’area di circa 92.000 mq. La fascia di lungomare, servita da una strada a doppio senso di marcia, è attualmente usata principalmente come parcheggio a servizio degli stabilimenti balneari.
Il primo obiettivo, dunque, che si intende perseguire è quello di recuperare l’intera area attraverso un’attenta attività di rilancio del sito. Filo conduttore dell’intero progetto per la riqualificazione del lungomare di Fregene è quella di dare una connotazione uniforme ed omogenea all’intera area di progetto ora visibilmente degradata e assente da qualsiasi segno distintivo.
In conseguenza della predetta attività di riqualificazione verrà realizzato un progetto che
prevede l’esigenza di riconnettere la zona interessata con il tessuto urbano circostante, al fine di darne continuità ed omogeneità.
L’idea progettuale di base per la riqualificazione del lungomare è stata quella di caratterizzare
l’intera area, con la sua naturale conformazione in lunghezza, tramite episodi puntuali con una scansione periodica, tale da consentire una struttura continua ed uniforme. Entrambi i lungomari, interessati dall’ambito della progettazione, sono quindi caratterizzati dalla dislocazione ricorrente di emergenze architettoniche lungo l’intera estensione. Tali avvenimenti sono pensati come perni di interesse e poli di aggregazione in cui verranno ospitate varie attività commerciali, di ristoro, ecc.
In particolare, nell’area compresa all’interno del perimetro dell’area di intervento saranno
implementate le seguenti funzioni:
- Parcheggi soprasuolo e sottosuolo per un totale di 2500 posti auto;
- Percorsi pedonali lungomare, piste ciclabili, piazze e giardini;
- Zone commerciali di dimensioni di circa 50 mq l’una, distribuite sul lungomare, per un
totale di 600 mq.
Inoltre il progetto per la riqualificazione del lungomare di Fregene è caratterizzato da ampi
spazi destinati a verde che si innestano all’interno dei percorsi pedonali e sottolineano gli accessi ai parcheggi ed agli stabilimenti balneari. La creazione di un tale elemento infrastrutturale consentirà di operare quella valorizzazione dell’area come fattore di qualificazione e alta riconoscibilità dell’intervento.

2. Descrizione dello stato di fatto
L’area oggetto della presente proposta progettuale, ubicata nel Comune di Fiumicino, sul
lungomare di Fregene, prende in considerazione il lungomare di ponente LM1 ed il lungomare di levante LM3. L’ambito LM1 si estende tra via Iesolo (villaggio dei pescatori) a nord e via Plaia (LM2) a sud; mentre l’ambito LM3 si estende fra via Gabicce (LM2) a nord e Via Rio Marina (varco 3) a sud.
L’area si estende per una superficie complessiva di mq 92.000. Su di essa non insiste nulla se non la strada del lungomare e le zone, non pavimentate, destinate a parcheggio. L’area è attualmente priva di qualsiasi tipo di opere di urbanizzazione. Su una parte dell’area del LM1 insistono delle costruzioni in c.a. dell’epoca bellica che nella presente proposta progettuale andranno demolite.

3. Criteri di pianificazione e progettazione
Attraverso la nuova pianificazione si intendono recuperare le potenzialità dell’area, tramite un
insieme sistematico di opere che intervengono al recupero del lungomare esistente: percorsi pedonali, piazze e giardini, parcheggi, attività commerciali, ecc. Tendendo quindi a trasformare ed a valorizzare la totalità dell’area, adeguandola a quel contesto urbano sociale nella quale è inserita.
Il progetto del lungomare di Fregene, sia per quanto riguarda LM1 che LM3, è caratterizzato
da un percorso pedonale che procede lungo l’intera estensione dell’area di intervento; il percorso presenta una larghezza mutevole che varia da m 5 a m 15. Tale percorso pedonale e caratterizzato e cadenzato da emergenze architettoniche (“chioschi”), che si presentano puntualmente circa ogni 150 m, destinate ad ospitare le attività commerciali, di ristoro, ecc., formando contestualmente piccoli poli di aggregazione e di attrazione. Questi elementi architettonici, che si elevano per un massimo di due piani, sono con strutture lignee leggere con inserti di lamiera stirata. Tutto il sistema costruttivo, si compone di moduli sfalsati tra loro ortogonalmente, e caratterizzati sulle superfici da pannelli apribili in vari modi. Sulle coperture insiste un sistema fotovoltaico atto a contenere il risparmo energetico.
Il “sistema” crea una passeggiata continua da una piazza all’altra, piacevole da percorrere, sia di giorno che di notte. La passeggiata è quindi contraddistinta da diversi tipi di pavimentazione che vanno a sottolineare le nuove attrezzature sul lungomare. Sono inoltre presenti una sequenza di piazze sopraelevate, sempre in corrispondenza delle emergenze, che oltre a dare accesso ai piani superiori dei “chioschi”, rappresentano anche zone in cui è possibile organizzare eventi straordinari. Elementi naturali puntiformi di verde rafforzano e arricchiscono questo progetto divenendo inoltre peculiarità dell’arredo urbano.
La passeggiata è costeggiata, per tutta la sua lunghezza, da una pista ciclabile di larghezza
media di m 2. Lungo il percorso sono previste aree di sosta coperte per le biciclette con piccoli punti di ristoro. Inoltre tutto il lungomare, oggetto dell’intervento, è fiancheggiato da una strada carrabile di m 6 di larghezza a doppio senso di marcia. Tale sistema infrastrutturale si collega alla situazione già consolidata delle vie trasversali, senza andarne a modificare la viabilità interna esistente. Dette aree di parcheggio, trattate con pavimentazioni in cemento trattato, possono diventare all’occorrenza anche zone destinate ad eventi particolari oppure ulteriori spazi attrezzati a servizio del lungomare.
Il sistema viario carrabile e quello pedonale sono filtrati tra loro dalle zone destinate ai
parcheggi. Questi parcheggi, accessibili dalla strada principale, si presentano completamente
ombreggiati da filari di alberi di medio/alto fusto e/o da tettoie e pergolati. L’impianto dei parcheggi presenta una viabilità dedicata, cosicché le manovre di parcheggio non andranno ad intralciare la viabilità principale, permettendo oltretutto una maggiore sicurezza degli utenti.
I parcheggi, aventi una capacità di circa 2500 posti auto, sono composti da parcheggi a raso,
per 1900 posti auto, e da parcheggi interrati per altri 600 posti auto. In particolare il LM1 prevede 1350 posti auto in superficie e 300 posti auto interrati; mentre LM3 prevede 550 posti auto esterni e 300 posti auto interrati. I parcheggi a raso sono distribuiti per l’intero lungomare di Fregene, mentre i quattro parcheggi interrati, di cui due sul LM1 e due sul LM3, sono accessibili direttamente dalla strada principale. Collegamenti verticali, sia scale che ascensori, distribuiti uniformemente sull’area, ne garantiscono le comunicazioni con il lungomare.
Un altro tema fondamentale di questo progetto è l’attenzione posta al sistema del verde, che
oltre ad offrire zone ombreggiate soprattutto nelle giornate più calde, diviene l’organismo legante e ricorrente della passeggiata del lungomare. L’intero progetto è caratterizzato da “isole di alberi” che si caratterizzano come luoghi di sosta ombreggiati lungo il percorso del lungomare. Inoltre sono presenti filari di alberi che fanno da filtro tra la parte carrabile e quella pedonale, oltre a offrire fasce di ombra lungo i percorsi.
Nelle ore serali l’intero sistema è risaltato da un uso dell’illuminazione artificiale, allo scopo di
dare una connotazione più suggestiva.
Il progetto, attraverso queste soluzioni, si prefigge come punto finale il raggiungimento dell’unità dell’area di intervento, ma contrassegnata dalla diversificazione delle funzionalità.
2 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Capogruppo: arch. Stefania Caforioarch. Stefano De Leoarch. Francesco Mosciattiarch. Fabio De Farroarch. Ivano Ferraroarch. Mauro Vincenziarch. Luca Vincenzi1. PremessaLa presente pianificazione, ha per oggetto la riqualificazione urbanistica ed ambientale delLungomare di Fregene insistente su un’area di circa 92.000 mq. La fascia di lungomare, servita da una strada a doppio senso di marcia, è attualmente usata principalmente come parcheggio a servizio degli stabilimenti balneari.Il primo...

    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users