Riqualificazione di Piazza Repubblica, Gaggiano

concorso di idee Gaggiano / Italy / 2007

0
0 Love 1,329 Visits Published
Piazza della Repubblica oggi si presenta come uno spazio potenzialmente caratterizzato. Le facciate dei due edifici che ne definiscono il perimetro contribuiscono a definirne un'identità che però non è sostenuta dal disegno attuale della piazza, carente delle qualità necessarie al riconoscimento degli spazi e all'individuazione di luoghi da usare da parte di chiunque non sia li per trovare un parcheggio. In sintesi mancano le qualità necessarie a far si che piazza della Repubblica si emancipi dalla sua destinazione prevalentemente veicolare, l'idea progettuale avanza alcune proposte nell'intenzione di far emergere il lato pubblico della piazza in accostamento al suo utilizzo viabilistico.
Nel progetto lo spazio fisico della piazza è definito da un piano rialzato di 15cm rispetto a quello stradale, in modo da definire un ambito spaziale unitario in cui il traffico veicolare è ospite in un'area riconsegnata all'esperienza pedonale: le rampe carrabili di ingresso e uscita, di colore più scuro, marcano il passaggio e l'utilizzo della pavimentazione in ciottoli definisce la relazione con gli altri spazi pedonali del comune, in particolare lungo il naviglio.
A questo punto il disegno si configura sulle linee di forza rilevate nell'intorno urbano e le interpreta in una forma riconoscibile generata dall'accostamento di due elementi portanti: il percorso centrale e le aree verdi inclinate. La conformazione di questi due elementi, oltre a configurare spazialmente la piazza e i singoli spazi, assolve due funzioni fondamentali: proteggere l'area pedonale da quella carrabile (sia fisicamente che percettivamente) e gestire i punti di sosta in relazione all'indirizzamento dei flussi.
Il percorso, marcato da un corso d'acqua lineare, attraversa la piazza da nord a sud collegando due spazi, connotati ciascuno da un elemento che lo contraddistingue: a nord, verso il naviglio, una fontana; a sud un volume in cemento, a protezione dello spazio del giardino, nel quale è scavato un vano dove è alloggiato un leccio. La disposizione lungo il viale principale delle aree di sosta consente di modulare la visione, ritmando l'esperienza percettiva del pedone.
Le aree verdi salgono dal piano del percorso centrale con una pendenza di 5 gradi e si connotano quindi volumetricamente (contribuendo, per contrappunto, a una maggiore riconoscibilità al percorso centrale). A livello percettivo le aree verdi si leggono come due grandi volumi (ad est e ad ovest del viale centrale) tagliati dai vialetti trasversali che, nei punti di intersezione col viale centrale incontrano gli spazi per la sosta. Grazie ai vialetti trasversali sono inoltre garantiti i collegamenti diretti fra gli edifici, servendo così le attività commerciali ai lati della piazza.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Piazza della Repubblica oggi si presenta come uno spazio potenzialmente caratterizzato. Le facciate dei due edifici che ne definiscono il perimetro contribuiscono a definirne un'identità che però non è sostenuta dal disegno attuale della piazza, carente delle qualità necessarie al riconoscimento degli spazi e all'individuazione di luoghi da usare da parte di chiunque non sia li per trovare un parcheggio. In sintesi mancano le qualità necessarie a far si che piazza della Repubblica si emancipi...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Public Squares
    Archilovers On Instagram