VAM 26

The changing building Verona / Italy / 2009

4
4 Love 920 Visits Published

La sagoma amorfa, disegnata nel lotto dalle inderogabili distanze dagli edifici adiacenti, viene ordinata organizzando un volume sfaccettato, d’impostazione rettangolare, addossato ad un setto murario: la vera e propria spina dorsale dell’edificio, perpendicolare a via Manzoni.


Il volume compatto dell’edificio viene smaterializzato attraverso il rivestimento increspato e trasparente della vela dei balconi sui restanti tre lati.
L’esigenza era quella di permettere una accentuata trasparenza di questo rivestimento, sopratutto dall’interno degli appartamenti. Dopo aver vagliato numerose soluzione si è previsto di utilizzare dei pannelli di lamiera forata in alluminio naturale, completamente apribili, montati su un telaio in acciaio verniciato secondo uno schema libero e secondo diverse inclinazioni.



Consentendo ai residenti di regolare, secondo le proprie esigenze le aperture del “brise-soleil”, la facciata viene continuamente ridisegnata, riflettendo ciò che avviene all'interno, quasi in tempo reale.


I pannelli forati di alluminio creano uno schermo che cambia continuamente, e non solo per il volere di chi vi abita: brilla al sole e si illumina di notte grazie alla luce che filtra dagli interni. Allo stesso tempo questo schermo fornisce l’ombra per raffreddare l'edificio nei mesi caldi e riduce il rumore rifrangendo parte delle onde acustiche; migliora nettamente la privacy, permettendo tuttavia la vista dall’interno e il passaggio della luce e della ventilazione naturale, grazie ai milioni di fori dei pannelli, anche quando questi sono completamente chiusi.



Questo elemento metallico leggero, oltre ad assolvere alla esigenze funzionali, è un’allusione anche al passato della zona su cui insiste l’edificio, storicamente caratterizzata dalla coesistenza di funzioni residenziali ed industriali-artigianali.
Il progetto ha previsto inoltre l’impiego di colori in varie tonalità, che caratterizzano i piani, tutti occupati da residenze private. Attraverso questi colori, fortemente evocativi, oltre a differenziare i vari livelli, si va ad accentuare – attraverso le trasparenze – la “vibrazione” del volume sfaccettato della vela.


L’altro oggetto fondante della composizione, il setto murario a nord, accentua per contrasto con la sua stessa imponenza la leggerezza del rivestimento metallico forato.
Si tratta di una quinta muraria concepita per proteggere l’edificio sul lato settentrionale, sia a livello climatico che a livello simbolico.
La grande parete pone infatti una palese cesura verso gli edifici adiacenti, concentrando invece l’apertura del nuovo edificio verso la porzione meridionale del lotto e soprattutto verso un importante nodo viabilistico.
Il prospetto a Nord è anche la rappresentazione della netta separazione sia dal conteso più prossimo che dall’esterno in generale. In quest’ottica, anche le aperture vengono ridotte ai minimi del rapporto di aereo illuminazione dei locali. Solo le vetrate relative al corpo scala si infittiscono verso il centro del prospetto.


Il volume dell’attico - appoggiato letteralmente sul tetto piano, ben oltre la quota dell’edificato circostante - con un sorprendente capovolgimento inverte il gioco delle aperture, per spalancare finalmente la visuale verso Nord, sulle le catene montuose delle Prealpi che circondano la città di Verona.

4 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    La sagoma amorfa, disegnata nel lotto dalle inderogabili distanze dagli edifici adiacenti, viene ordinata organizzando un volume sfaccettato, d’impostazione rettangolare, addossato ad un setto murario: la vera e propria spina dorsale dell’edificio, perpendicolare a via Manzoni. Il volume compatto dell’edificio viene smaterializzato attraverso il rivestimento increspato e trasparente della vela dei balconi sui restanti tre lati. L’esigenza era quella di permettere una...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2011
    • Client R.E.M. - Giuseppe Botturi
    • Status Completed works
    • Type Multi-family residence
    Archilovers On Instagram
    Lovers 4 users