Il museo archeologico della Villa Romana e Parco Fluviale

( Proposta progettuale al Comune di Baronissi in corso) Baronissi / Italy / 2010

68
68 Love 1,529 Visits Published

L'obiettivo del progetto è dare valore alla Villa Romana attraverso la continuità del segno, anche per la presenza del fiume Irno, ridisegnando l’area in un unico sistema. L’intento è stato quello di coniugare artificio e natura, anche con la creazione di un parco archeologico rendendo il percorso permeabile alle componenti naturali su entrambe le sponde, inserendo piattaforme lignee a ricucire i tragitti interrotti. La natura circostante ha influenzato lo studio della passeggiata che tenta d'insinuarsi nel contesto quasi adagiandosi sul profilo trasversale, intrecciandosi con i percorsi già esistenti. La superficie infatti viene intagliata da una sequenza d'incisioni, parallele all’elemento della natura, ma tra loro alternate, in modo da determinare spazi di attraversamento. Il progetto del museo invece  nasce come metafora tra il sotto e sopra il piano di campagna dove la Villa Romana è a una quota intermedia rispetto alla quota stradale e a quella del sagrato della chiesa. Attraverso il recupero dei percorsi, tracciati storici e dai ritrovamenti di resti anche con un ipotesi di centuriazione storica si è creato un museo di se stesso legato alla storia e tradizione del luogo che enfatizza i segni, non la scoperta ma la riscoperta dell’architettura del passato, definendo “un museo percorso”. Attraverso delle sovrapposizione si genera l'asse, galleria del museo archeologico che coincide con il decumano romano.La trasparenza della galleria consente di attraversarla sia fisicamente che visivamente per ritrovare l'antico percorso romano. Scandita da una trama regolare di pilastri e travi di acciaio. Giunti al piano superiore della galleria a quota 208 una parte del pavimento è sopraelevato e vetrato che si concatena alla villa romana. Si gira all'interno, si emerge a quota del giardino in pendenza verso il padiglione preesistente attraverso la doppia pelle vetrata con setti bassi e un elemento vetrato uscente dalla doppia pelle bloccato tra setti. Il corpo centrale del padiglione è scandito da un setto lineare da un lato e seriale dall'altro rientrante nella trama del padiglione, i servizi, scale e ascensore nelle parti laterali. Nella parte superiore del padiglione si emerge sulla copertura del portico concatenata alla copertura della galleria e a sua volta copertura sagrato chiesa. Infatti, il progetto ha affrontato anche il problema posto dall'attuale sagrato in cemento armato sovrastante i ruderi ipotizzando la sua sostituzione con un a struttura vetrata, in modo da valorizzare i ruderi archeologici per garantire anche una fruizione del rudere. Infine il recupero del basamento che appare pesante ma che al suo interno trova posto la sala conferenza ipogea con pannelli fonoassorbenti,e sala riunioni vetrata tra i setti murari in c.a. che seguono la direzione dell'asse del basamento, mentre il bar e l'hall seguono la direzione dell'asse orizzontale creando un nodo per far penetrare l'elemento vetrato con le rampe al suo interno. Copertura della sala conferenza a prato incidendo il suolo da fenditure, l'intento era quello di far penetrare luce in profondità per mezzo d'incisioni nel terreno che evocavano la natura artificiale del suolo deformato con lucernari triangolari nel prato.


 

68 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    L'obiettivo del progetto è dare valore alla Villa Romana attraverso la continuità del segno, anche per la presenza del fiume Irno, ridisegnando l’area in un unico sistema. L’intento è stato quello di coniugare artificio e natura, anche con la creazione di un parco archeologico rendendo il percorso permeabile alle componenti naturali su entrambe le sponde, inserendo piattaforme lignee a ricucire i tragitti interrotti. La natura circostante ha influenzato lo...

    Project details
    • Year 2010
    • Status Research/Thesis
    • Type Museums / Archaeological Areas / Pavilions
    Archilovers On Instagram
    Lovers 68 users