Concorso AbitarECOstruire

Foligno / Italy / 2008

0
0 Love 1,280 Visits Published
L’AREA

L’area di concorso interessa i lotti 22 e 23 nella periferia ovest di Foligno lungo la riva destra del fiume Topino .
Il terreno è pianeggiante ed è delimitato sui tre lati dall’esistente edificato e sul lato ovest da un’aera destinata dal piano a viabilità e parcheggi.
I lotti 22 e 23 hanno superficie fondiaria di mq 2150.
Gli edifici in progetto rispettano il limite di massimo ingombro dei fabbricati definito dal bando, presentano n. 3 piani fuori terra a destinazione residenziale e un piano interrato per autorimesse.
I due nuovi edifici si affacciano su una corte lineare – giardino pensata come spazio e momento di relazione tra i condomini.

IL VERDE: LA CORTE – GIARDINO

Il tema del verde e degli spazi aperti viene sviluppato secondo le richieste del bando di concorso:
· totale accessibilità dei percorsi e degli spazi di sosta per qualsiasi categoria di utenza – “Design for all” – no barriere architettoniche
· spazi che favoriscono occasioni di ritrovo e di relazione tra i condomini (piccola area a giochi);
· materiali delle pavimentazioni (calcestro) economici e di colore tale da non provocare fenomeni di riflessione e abbagliamento.


La viabilità nella corte-giardino è esclusivamente ciclo-pedonale; l’accesso ai box avviene tramite un’unica rampa di accesso posizionata sul lato nord-ovest del lotto 23 in corrispondenza della testata dell’edificio, con corsello di distribuzione per i box di entrambi gli edifici.


I TEMI DELLA SOSTENIBILITǍ

1. l’architettura

- i temi della sostenibilità ambientale e delle energie rinnovabili stimolano la ricerca di un linguaggio architettonico nuovo per il contesto: le facciate “porose” a sud con le vetrate a tutta altezza e i frangisole scorrevoli; il tetto verde; i pannelli fotovoltaici integrati nella pensilina di ricovero biciclette in giardino; le facciate ventilate a pannelli di diverso colore e dimensione che creano un effetto “mosaico” alla ricerca di una nuova identità urbana dei lotti di progetto.



2. il processo edilizio

- assemblaggio a secco: meno costi e tempi più brevi;

cantieri più puliti – no discariche a cielo aperto
no macerie e smaltimento rifiuti;

facile manutenzione impianti senza dover rompere muri, tavolati o pavimenti;

possibile riuso e riciclo dei materiali

3. il complesso insediativo

- sistema del verde e della viabilità ciclo-pedonale

- viabilità carrabile al minimo indispensabile

- accesso sole in tutti gli appartamenti

- controllo del vento:: protezione dai venti freddi e sfruttamento di quelli estivi


4. qualità dell’aria e dell’umidità relativa

- uso verde e specchi d’acqua per raffrescamento passivo evaporativo

- “torre del vento” che sfrutta l’effetto camino per ricambio aria

- VMC – ventilazione meccanica controllata nei controsoffitti con bocchette di immissione aria fresca e estrazione aria viziata



5. controllo clima acustico

- distanza da strade e da sorgenti rumore

- verde come strategia di mitigazione acustica


6. fornitura di energia

- pannelli fotovoltaici per illuminazione parti comuni, appartamenti e corte-giardino


7. gestione risorse idriche

- raccolta e riutilizzo acqua piovana


8. gestione rifiuti

- “isole ecologiche” per raccolta differenziata rifiuti


9. organismo edilizio

- controllo soleggiamento: corretto orientamento edificio e layout ambienti

sistemi passivi – winter garden
uso schermante di balconi e schermi mobili (brise-soleil)




- illuminazione naturale : grandi vetrate a sud

finestre alte e strette a nord


- ricambi d’aria: ventilazione naturale trasversale

torre del vento

VMC

- ottimo isolamento e buona inerzia termica

- materiali salubri e a basso impatto ambientale (certificati)







IL MOTTO: ARIA ACQUA TERRA FUOCO 804

Lo “slogan” di progetto scelto cita i quattro elementi naturali :

l’aria , l’acqua , la terra e il fuoco

a testimonianza della volontà della proposta progettuale di “servirsi “ della natura e delle fonti rinnovabili non solo per ridurre l’impatto ambientale dell’intervento ma anche come occasione e fonte di ispirazione per un nuovo linguaggio architettonico.

L’aria rappresenta il vento :
- il giardino è stato pensato per proteggersi dalle correnti invernali e sfruttare quelle estive
- tutti gli appartamenti hanno doppio affaccio così da favorire la ventilazione naturale trasversale nella bella stagione

L’acqua è la pioggia recuperata e riutilizzata, previo adeguato filtraggio, per l’irrigazione dei giardini, per il lavaggio delle pavimentazioni degli spazi aperti, il lavaggio delle automobili, per l’alimentazione delle cassette di scarico wc

La terra è il suolo – fonte di energia sfruttata dalla geotermia per il riscaldamento e raffrescamento degli appartamenti e per la produzione di ACS

Il fuoco è il sole che influenza la composizione e la distribuzione degli ambienti alla ricerca della migliore esposizione.
In inverno il sole , a sud, entra e riscalda gli appartamenti e i winter-garden ; in estate viene intercettato e controllato dagli aggetti dei terrazzi che agiscono come frangisole e dai pannelli brise-soleil scorrevoli davanti ai parapetti trasparenti.




0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’AREA L’area di concorso interessa i lotti 22 e 23 nella periferia ovest di Foligno lungo la riva destra del fiume Topino .Il terreno è pianeggiante ed è delimitato sui tre lati dall’esistente edificato e sul lato ovest da un’aera destinata dal piano a viabilità e parcheggi.I lotti 22 e 23 hanno superficie fondiaria di mq 2150.Gli edifici in progetto rispettano il limite di massimo ingombro dei fabbricati definito dal bando, presentano n. 3 piani fuori terra a destinazione residenziale e un...

    Project details
    • Year 2008
    • Status Competition works
    • Type Neighbourhoods/settlements/residential parcelling / Multi-family residence
    Archilovers On Instagram