Restauro architettonico con adeguamento impiantistico ed opere accessorie, di Palazzo Donn’Anna, edificio monumentale di Cosimo Fanzago

Progetto definitivo ed esecutivo Naples / Italy / 2017

4
4 Love 2,672 Visits Published

I prospetti di palazzo Donn’Anna appaiono arricchiti da stucchi, timpani, nicchie, lesene, cornici, ma alcuni colori ed anche i materiali delle finiture e tinteggiature non appaiono in fase con l’apparato decorativo sei-settecentesco e potrebbero essere il risultato di rimaneggiamenti del XIX-XX secolo, in occasione dei lavori di ristrutturazione che interessarono alcune parti del complesso, come si evince dalla presenza di elementi liberty.


L’aspetto del complesso è in generale di un’opera incompiuta, sia per la presenza di muratura di tufo a vista, priva d’intonaco, particolarmente visibile nei due ultimi livelli, sia  per il mancato completamento di alcune parti strutturali, in particolare sul versante nord-est ma anche lungo il prospetto sud-ovest.  Alcune coperture a volta dell’ala nord-est sono crollate, gli intonaci si presentano distaccati in molti tratti, caratterizzati da lesioni sub-verticali, mentre alcune lacune di tinteggiatura lasciano intravedere un colore originario sulle pareti diverso da quello attuale,  dove sono presenti sbollature ed esfoliazioni della tinteggiatura, tipiche manifestazioni di degrado  delle   finiture definite  “pellicolanti”, mentre gli sfarinamenti ed i dilavamenti dei pigmenti sono i principali effetti del degrado delle pitture alla calce, ai silicati e anche cementizie. I prodotti tradizionali come le calci idrauliche sono di tipo minerale mentre i prodotti moderni sono polimerici ed è importante verificare con prove diagnostiche mirate la composizione delle malte e tinteggiature esistenti, in considerazione dell’incompatibilità tra materiali di varia composizione chimica e dell’impossibilità ad applicare prodotti di tipo tradizionale su superfici già trattate e compromesse con pitturazioni polimeriche o sintetiche, anche qualora si debbano semplicemente ripristinare tracciamenti eseguiti per posizionare nuove tubazioni per gli impianti ed effettuare rifacimenti parziali di tinteggiature.


Gli impianti elettrici citofonici ed antenna tv necessitano di adeguamento alle normative vigenti, come si evince dalla relazione sugli impianti, e l’esecuzione dovrà avvenire con cura, in considerazione della necessità di salvaguardare la conservazione delle strutture murarie e degli apparati decorativi. Ai fini conservativi sarà dunque necessario utilizzare cavidotti esistenti, laddove possibile, e ridurre i tracciamenti.


 

4 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    I prospetti di palazzo Donn’Anna appaiono arricchiti da stucchi, timpani, nicchie, lesene, cornici, ma alcuni colori ed anche i materiali delle finiture e tinteggiature non appaiono in fase con l’apparato decorativo sei-settecentesco e potrebbero essere il risultato di rimaneggiamenti del XIX-XX secolo, in occasione dei lavori di ristrutturazione che interessarono alcune parti del complesso, come si evince dalla presenza di elementi liberty. L’aspetto del complesso è...

    Project details
    • Year 2017
    • Work started in 2016
    • Work finished in 2017
    • Main structure Masonry
    • Client Condominio Palazzo Donn'Anna
    • Cost € 233.830,19
    • Status Current works
    • Type Monuments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 4 users