CENTRO CIVICO

CONCORSO INTERNAZIONALE DI PROGETTAZIONE Milan / Italy / 2014

1
1 Love 501 Visits Published

Il Progetto del “ Centro Civico” nasce dall’idea di un edificio che si integri nello spazio
aperto del parco circostante (la biblioteca degli alberi) e di conseguenza aperto alla vita di
quartiere che quotidianamente vi si svolge.
L’elemento generatore l’architettura è il grande spazio comune (la piazza) situato al piano
terra, cuore delle attività e degli eventi che il Centro Civico andrà ad ospitare: spazio di
mediazione tra interno ed esterno, tra parco e spazi attrezzati, punto di incontro e di riferimento
del quartiere.
Intorno a questo spazio si affacciano e relazionano, disponendosi su due livelli, i servizi e
gli spazi ospitanti le varie funzioni


Prerogativa della “piazza” è di percorrere, attraversare, l’intero edificio, da nord a sud,
senza interruzioni, mantenendo contemporaneamente la percezione dell’esterno, attraverso le
due ampie superfici vetrate situate in facciata, e delle funzioni interne che lungo questo
percorso vi si aprono.
Così che questo spazio possa essere percepito da chi vi accede come il prolungamento di
una strada del Parco, che improvvisamente vi si apre, attraversandola con le sue attività e
manifestazioni


La “piazza” potrà ospitare concerti, mostre, mercati oppure, lasciata “vuota”, divenire
luogo di incontro o di semplice sosta, per chi attraversa il parco, o si muove negli spazi del
Centro Civico


Mantenendo la leggera pendenza attuale del terreno si garantisce inoltre l’accessibilità ed
il superamento dei dislivelli, presenti tra i due fronti dell’edificio (circa 130 cm.), anche a chi
presenta difficoltà motorie (pendenza max. 4,5 %) (fig. 04).
All’interno dell’edificio una rampa di scala ed un ascensore garantiscono i collegamenti
con il piano superiore, collegato direttamente con il parco attraverso due scale esterne, poste ai
lati della facciata sud.
L’inserimento delle due rampe esterne permette alle funzioni situate al piano superiore di
poter essere accessibili anche indipendentemente dall’apertura del resto della struttura.
Caratteristiche di tutti gli spazi è la flessibilità al fine di rendere capace la struttura di
adeguarsi ad esigenze molteplici offrendo spazi plurifunzionali aperti o chiusi verso la “piazza”
a seconda delle funzioni che sono ospitate.


Per la realizzazione dell’opera si è pensato all’impiego di materiali “tradizionali”,
soprattutto nella definizione dell’immagine complessiva dell’edificio, che rimandano alla
memoria storica del luogo, con riferimenti all’architettura industriale a cavallo del XIX e XX
secolo ed alla metà del XX secolo, quindi: mattone, calcestruzzo, ferro. Senza peraltro
trascurare l’innovazione e l’impiego di nuove tecnologie.
Si prevede una struttura in calcestruzzo armato a vista (nei pilastri) con chiusure e
rivestimenti esterni in mattoni faccia vista, che richiamino così l’immagine delle vecchie officine.
La copertura verrà realizzata con elementi strutturali in legno lamellare a vista ed un
sistema di copertura di tipo ventilato con lucernari che garantiranno una illuminazione naturale
diffusa e serviranno da supporto per l’installazione di un sistema di pannelli fotovoltaici.
Sia nel processo di progettazione, che nella scelta dei materiali, delle tecnologie ed
impianti di climatizzazione, l’orientamento è stato quello di perseguire l’obiettivo di garantire il
rispetto della sostenibilità di carattere ambientale e di una autonomia energetica tendente ad un
saldo energetico positivo attraverso l’utilizzo di risorse naturali rinnovabili.
Si prevede quindi un impianto di raffrescamento e riscaldamento che utilizzerà la
temperatura del terreno attraverso l’installazione di sonde geotermiche, che sfrutteranno
l’energia acquisita dal sottosuolo.
La produzione di acqua calda sanitaria verrà fornita attraverso l’installazione di un
impianto solare termico.
A garanzia del funzionamento dell’intero impianto si prevede l’eventuale installazione di
una caldaia a condensazione alimentata a metano con funzione di supporto qualora l’impianto
non riuscisse momentaneamente a soddisfare il fabbisogno energetico necessario al
mantenimento della temperatura richiesta nei singoli ambienti.
L’installazione di pannelli fotovoltaici sulla copertura assicurerà l’approvvigionamento di
energia elettrica e l’eventuale possibilità di commercializzazione con l’immissione in rete del
relativo surplus energetico.


L’impianto sfruttando le varie tipologia di fonti rinnovabili descritte, riuscirà ad avere
un’ottima autosufficienza e dei consumi minimi, che ammortizzeranno nel tempo i maggior costi
di installazione

1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il Progetto del “ Centro Civico” nasce dall’idea di un edificio che si integri nello spazioaperto del parco circostante (la biblioteca degli alberi) e di conseguenza aperto alla vita diquartiere che quotidianamente vi si svolge.L’elemento generatore l’architettura è il grande spazio comune (la piazza) situato al pianoterra, cuore delle attività e degli eventi che il Centro Civico andrà ad ospitare: spazio dimediazione tra interno ed esterno,...

    Project details
    • Year 2014
    • Status Unrealised proposals
    • Type multi-purpose civic centres / Multi-purpose Cultural Centres
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users