RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA DELLA REPUBBLICA E CORSO MATTEOTTI

Iesi / Italy / 2005

0
0 Love 1,532 Visits Published
La proposta da noi elaborata si basa sulla convinzione che l’architettura sia “occasione” e che l’oggetto architettonico, come luogo in cui l’uomo vive, agisce e prova delle emozioni, sia un potente mezzo per ripensare al suo rapporto con la città. In questo caso il luogo è Jesi, città ricca di storia, cultura ed eventi, di vita e di potenzialità. Per questo motivo, alla base della nostra idea progettuale c’è la voglia di darle uno spazio nuovo, con una forte identità architettonica ma che al tempo stesso, per l’uso di materiali antichi e per la semplicità delle forme che lo caratterizzano, valorizzi il tessuto storico esistente, armonizzandosi con esso e creando un luogo che inviti il cittadino ad andarvi e il passante a fermarsi.

La percezione di una nuova spazialità è ottenuta dal deformarsi della pavimentazione che, come in un sisma, si frammenta, lasciando emergere dalle fenditure elementi naturali come l’acqua, il verde e la luce. Tessiture e materiali evidenziano questa idea definendo quindi quel movimento necessario ad alleggerire il cammino lungo Corso Matteotti e cambiando la connotazione statica delle due piazze in una dinamica in cui dal “suolo” emergono tutti gli elementi dell’arredo urbano. Così facendo Piazza della Repubblica diviene un giardino primordiale dove sedersi all’ombra di grandi pergole-albero godendo la frescura di una piccola fontana-ruscello e dove lo slittamento verticale delle fratture nella pavimentazione la arricchisce di volumi inaspettati.

Simbolo di questa nuova identità è un elemento verticale, un totem, posto in piazza della Repubblica ma, date le sue dimensioni, ben visibile dal corso Matteotti; esso è in realtà una parete per arrampicata sportiva. Realizzato in pannelli prefabbricati di cemento cellulare con finitura in gonite sintetica, montati su una struttura in acciaio ancorata al suolo, sarà principalmente un attrattore sociale per i giovani e, all’occorrenza, con le opportune predisposizioni, potrà fungere da pannello per video proiezioni.

Il progetto propone una nuova immagine fisica, uno spazio dinamico dove i movimenti del terreno corrodono alle fondamenta la staticità storica esistente, creando un organismo fatto di rapide e sorprendenti variazioni direttive che corre lungo il corso, si spinge nelle piazze e ne infrange la spazialità.

I materiali utilizzati nella pavimentazione, lastre di porfido di pezzatura irregolare e misto cementato di colore grigio, rispondono ad esigenze di ordine, sia formale che funzionale per evitare che il parterre nel tempo dimostri scarsa praticità d’uso ed affidabilità e per non ricorrere in avvenire a manutenzioni straordinarie costose.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La proposta da noi elaborata si basa sulla convinzione che l’architettura sia “occasione” e che l’oggetto architettonico, come luogo in cui l’uomo vive, agisce e prova delle emozioni, sia un potente mezzo per ripensare al suo rapporto con la città. In questo caso il luogo è Jesi, città ricca di storia, cultura ed eventi, di vita e di potenzialità. Per questo motivo, alla base della nostra idea progettuale c’è la voglia di darle uno spazio nuovo, con una forte identità architettonica ma che al...

    Project details
    • Year 2005
    • Client COMUNE DI JESI (AN)
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / Urban Renewal
    Archilovers On Instagram