Terrazzo privato T

Venetico Marina / Italy / 2010

0
0 Love 709 Visits Published

La progettazione del giardino pensile ha voluto coniugare due obiettivi fondamentali: un aspetto formale, che rispondesse alle esigenze di vivibilità dello spazio, ed esigenze tecnologiche, tramite l’uso di materiali ad alta resistenza all’insolazione ed alla salsedine trasportata dal vento.


Energie che si incontrano e danno vita ad un angolo accogliente e privato. Yin e Yang sono gli elementi opposti che solo nella loro unione generano armonia e vita: in questo terrazzo sono la luce e l’ombra.


In linea con l’aspetto dualistico del concept, l’impostazione architettonica del terrazzo prevede due interventi che, separati da una linea sinuosa, si specchiano nella forma per rendere lo spazio confortevole e vivibile: la realizzazione di una tettoia dal profilo morbido e insolito, e la continuità perimetrale delle aiuole in polistirene per la sistemazione della vegetazione.


Per resistere alla salsedine e garantire contemporaneamente una linea leggera, per la struttura della tettoia sono stati utilizzate travi in legno lamellare e pilastri rastremati alla base ed alla sommità in acciaio ANISI 316, la copertura invece è  in okumè nella quale sono state inserite delle parti fisse in vetro per garantire luce all’abitazione.


Il sistema del giardino pensile è costituito da due grandi aiuole in polistirene: una in corrispondenza della vista che necessitava maggiore privacy, in cui sono stati inseriti degli esemplari di  Yucca rostrata e Cycas circinalis, con una siepe di Eugenia mirtifolia  “Newport” ed erbacee perenni da fiore; l’altra invece, nella zona più esposta all’insolazione, è un’area a prato (Cynodon dactylon “Bermuda”) circondata da palme della specie Phoenix roebellenii. Le due aiuole in polistirene sono legate tramite piattaforme in legno con alti vasi contenenti Aloe marginata ed Echinocactus grusonii, realizzati in acciaio ANISI 316, come le due fioriere più basse, piantumate rispettivamente con Buxus sempervirens “Rotundifolia”  e Mandevilla splendens "sundaville red".


L’uso del polistirene per le aiuole del giardino pensile è stata dettata dalla facilità di lavorazione del materiale, dalla leggerezza e dalla capacità di isolare termicamente le radici delle piante. Risulta inoltre un materiale altamente resistente all’outdoor, che una volta rifinito con rete e bicomponente plastico, può essere trattato come una qualsiasi superficie (rivestita con intonaci da esterno, piastrelle, mosaici, ecc). Anche per il drenaggio è stato utilizzato il polistirene preforato ed un sistema di canalizzazione delle acque fino ai pluviali del terrazzo, nascosto sotto le aiuole.


 

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La progettazione del giardino pensile ha voluto coniugare due obiettivi fondamentali: un aspetto formale, che rispondesse alle esigenze di vivibilità dello spazio, ed esigenze tecnologiche, tramite l’uso di materiali ad alta resistenza all’insolazione ed alla salsedine trasportata dal vento. Energie che si incontrano e danno vita ad un angolo accogliente e privato. Yin e Yang sono gli elementi opposti che solo nella loro unione generano armonia e vita: in questo terrazzo...

    Project details
    • Year 2010
    • Work started in 2009
    • Work finished in 2010
    • Status Completed works
    • Type Apartments
    Archilovers On Instagram