Concorso di idee per l’arredo urbano del percorso storico di collegamento tra “Ate” e “Tixa”

Atessa / Italy / 2014

3
3 Love 1,901 Visits Published

La proposta di connessione tra “Ate” e “Tixa” è stata definita ponendo particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico ancora oggi esistente all’interno del borgo di Atessa. Considerata la dimensione contenuta del borgo storico di Atessa, il suo forte contesto
ambientale e paesaggistico, e osservata la presenza di edifici storici culturali e di numerosi edifici religiosi (alcuni dei quali oggi sconsacrati e impiegati per nuovi utilizzi), non si è ritenuto
necessario attuare azioni progettuali troppo impattanti e invasive al suo interno. Pertanto, la
proposta, è indirizzata alla ricerca delle relazioni tra il borgo storico, i suoi caratteri della tradizione culturale, architettonica e dei costumi, e nel ripristino di un'armonia e di una bellezza già sottotraccia, volta a spogliare, a ordinare, e, in seguito, a inserire elementi puntuali perfettamente integrati con il contesto.
Piazza Garibaldi è posta al centro dell’attenzione progettuale, secondo le indicazioni
dell’amministrazione comunale. Relativamente alla progettazione della piazza, un aspetto
importante tenuto in considerazione riguarda la versatilità del luogo; l'area, infatti, quale fulcro del mercato settimanale, si presenta come un ambito multifunzionale che fonde la necessità di diventare sia luogo identificativo per la comunità sia spazio utile per le funzioni che tutt’oggi vi vengono svolte.


 


Il collegamento


 Valorizzare significa potenziare, perfezionare e comunicare a un possibile fruitore, l'esistenza di peculiarità di pregio presenti all'interno del contesto urbano. Ed è proprio la comunicazione a rappresentare la vera innovazione proposta dal progetto. Quest'ultimo, infatti, è motivato dalla necessità di dotare la città di Atessa di un nuovo percorso di collegamento tra i borghi storici di "Ate" e "Tixa" e dall'esigenza di fornire una soluzione esteticamente valida e funzionalmente efficace per tale sistema di connessione urbana. La scelta progettuale, pertanto, propone una rivalorizzazione potenziale del patrimonio autentico e culturale esistente (edifici ecclesiastici, fabbricati storici, ecc.), delle strutture di interesse turistico e ricettivo (il Teatro Comunale "Antonio di Jorio", la biblioteca comunale "Filippo Cicchitti Suriani", la Fondazione MuseAte, l'Ostello "Il Castello) attraverso la creazione di un itinerario tecnologico, funzionale e versatile. Mediante il nuovo sistema di collegamento tra i borghi storici di "Ate" e "Tixa", il fruitore diventerà il vero protagonista del proprio "movimento urbano", il quale si svolgerà attraverso un viaggio interattivo unico ed efficace. Il sistema di cartellonistica QR CODE (codici bidimensionali che incorporano informazioni, suoni e immagini) rappresenterà, per la città di Atessa, una contemporanea e durevole guida turistica interattiva, e, allo stesso tempo, uno strumento di valorizzazione, conoscenza e abbellimento estetico del contesto urbano. La cartellonistica QR CODE, attraverso l'impiego di un semplice smartphone, fornirà on demand indicazioni e informazioni dettagliate su tutti gli elementi di pregio che il fruitore incontrerà lungo il suo percorso. Il progetto, nello specifico, prevede la collocazione strategica di 20 PUNTI DI INTERESSE QR CODE e 5 AUDIOGUIDE, in lingua italiana e inglese. Quest'ultime offriranno ai visitatori la possibilità di apprendere e approfondire la conoscenza dei caratteri tipici, delle tradizioni e delle leggende locali e della storia della città.


 


Piazza Garibaldi


La proposta di riqualificazione di Piazza Garibaldi ha tentato di conservare il carattere di "spazio multifunzionale" posseduto tutt'oggi dal medesimo ambito urbano della città di Atessa.


La piazza è attualmente uno spazio dedicato al passaggio veicolare (luogo di interscambio carrabile tra Corso Vittorio Emanuele, Via Tano Sante e Viale Rimembranza), al mercato rionale della città di Atessa, a numerose manifestazioni culturali e religiose e infine all'intenso traffico pedonale. Piazza Garibaldi sorge al di sopra di un recente parcheggio interrato, servito da ascensori e scale, che ha permesso di mantenere completamente libero lo spazio pubblico, di snellire la presenza veicolare e di valorizzare la piazza come futuro polo di attrazione e di benvenuto al centro storico della città di Atessa.


L'idea progettuale proposta per la riqualificazione di Piazza Garibaldi mantiene quindi, a grandi linee, la riorganizzazione funzionale esistente, realizzata dalla municipalità all'indomani dell'inserimento del parcheggio interrato. Nello specifico l'idea suggerisce lo spostamento della viabilità veicolare nella parte centrale della piazza, soluzione, quest'ultima, che permetterà di progettare in adiacenza allo spazio mediano due ambiti pedonali e protetti dalla possibile invasione carrabile. Proprio i risultanti settori pedonali saranno destinati a differenti attività: area di sosta e passaggio pedonale, area mercato rionale, area riservata a manifestazioni culturali e religiose e, infine, area per il carico e lo scarico delle merci (lato monte). Per meglio ottenere tale ambizioso obiettivo, in una piazza dotata di una grande e scenografica spazialità e destinata a diventare centro nevralgico della vita associativa, ludica e culturale di Atessa, il progetto propone la realizzazione di una maglia di arredi mobili conformi alle singole esigenze della comunità e capace di creare un linguaggio unitario, riconoscibile, modulare e ripetibile. La proposta progettuale reinterpreta il tema dell'arredo urbano, non come un ostacolo, ma come un sistema di trasformazione dello spazio, realizzato tecnicamente attraverso oggetti (sedute e vasi) posti su binari a scomparsa. Al fine di ridurre l'invasività dell'intervento, in funzione della recente riqualificazione del sedime della piazza da parte dell'amministrazione comunale, il progetto del "binario" si adatta alla griglia della pavimentazione e del sistema di illuminazione esistente. 


L’idea della “piazza in movimento” rappresenta un potenziale compromesso per la conservazione della fruizione carrabile, pedonale e per la valorizzazione della versatilità di uno spazio unico dal punto di vista storico e artistico per la città di Atessa.


 


 

3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La proposta di connessione tra “Ate” e “Tixa” è stata definita ponendo particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico ancora oggi esistente all’interno del borgo di Atessa. Considerata la dimensione contenuta del borgo storico di Atessa, il suo forte contestoambientale e paesaggistico, e osservata la presenza di edifici storici culturali e di numerosi edifici religiosi (alcuni dei quali oggi sconsacrati e impiegati per nuovi...

    Project details
    • Year 2014
    • Client Comune di Atessa
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / multi-purpose civic centres / Churches / Parking facilities / Restoration of old town centres / Lighting Design / Graphic Design / Leisure Centres / Exhibitions /Installations / Urban Renewal / Monuments / Markets / Furniture design
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users