RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA DI VIALE CASTELLO

Lucera / Italy / 2015

2
2 Love 1,205 Visits Published

La riqualificazione di un’opera pubblica, in un contesto storico e paesaggistico come quello di Lucera ed in una congiuntura economica come quella che stiamo vivendo in questo inizio millennio, rappresenta un momento importante di riflessione per una comunità. Il capitale fisso sociale, costruito nel lontano passato, necessita oggi di importanti opere di ammodernamento, oltre che di riqualificazione. Si tratta, in molti casi, di ripensare profondamente il senso stesso delle opere pubbliche, come nel caso specifico di Viale Castello, in cui al ruolo della strada si assommano diverse altre funzioni: quella di fruizione turistica; quella di consolidamento della scarpata e quella valorizzazione storico-paesaggistica.
Il ripensamento del senso di un’opera pubblica comporta anche la necessità di allargare lo sguardo, ricomprendendo il territorio che la accoglie, con l’obiettivo rilevante di definirne al meglio i contorni e di inserirla in un insieme di altre opere: in altre parole occorre avere una visione strategica del progetto.


VISIONE STRATEGICA DI PROGETTO


Il Crono-Viale
La visione strategica che si propone guarda a Viale Castello come ad un segmento di una rete: la rete degli spazi aperti e verdi e dei corridoi stradali/pedonali di Lucera, una rete ben penetrata nel tessuto urbano e che si costituisce come un tessuto di spazi da valorizzare mediante interventi sullo spazio materiale (arredo urbano; illuminazione stradale; sistemi di segnaletica e comunicazione) e interventi sullo spazio immateriale.
Il viale è un boulevard alberato, disegnato da grandi masse verdi; è un affaccio-belvedere sul Tavoliere; è il Crono-Viale in cui, attraverso totem istoriati in acciaio cor-ten, il cittadino-visitatore percorre una parte della storia di Lucera, divenendo piazza in alcuni punti. Viale Castello è quindi utilizzato come spazio su cui “annotare” fisicamente e virtualmente i momenti salienti di una porzione della storia di Lucera, quella dell’arco di tempo compreso tra i primi del Novecento, epoca di realizzazione della Villa, ed il 1233, anno in cui prendono avvio i lavori di costruzione della fortezza, per volere di Federico II di Svevia. Viale Castello diventerebbe una sorta di “Crono-Viale”, un ideale viaggio nel tempo che scandisce e racconta in modo interattivo la memoria di Lucera. Il Viale è pensato allo stesso tempo come un percorso narrativo del territorio che sottolinea gli elementi più significativi della sequenza dei paesaggi che si colgono lungo il suo percorso. Dalla Villa e da viale Castello si possono apprezzare, infatti, magnifiche visuali sul Tavoliere delle Puglie, incorniciato dai monti del Subappennino e del massiccio del Gargano. Si immagina in definitiva di trasformare la passeggiata dalla Villa Comunale al Castello (o viceversa) in una occasione per leggere il territorio e la sua storia: lungo il crono viale si diventa spettatori attivi e passeggiando si riavvolge idealmente il nastro del tempo lungo una sorta di “itinerario istoriato”. Camminare lungo Viale Castello equivale a scoprire e a raccontare, muovendosi verso la fine (o l’inizio) della storia. Tappa dopo tappa il racconto svela antefatti, intrighi, intoppi, fermate impreviste (con protagonisti gli uomini e le donne che hanno fatto la storia di Lucera).


http://www.corfoneandpartners.com/wp-content/uploads/2015/09/Concorso-viale-Castello-relazione-04.pdf


CITTÀ: Lucera, Italia
COMMITTENTE: Comune di Lucera (FG), Sindaco Antonio Tutolo
DESTINAZIONE D’USO: Pubblica promenade
PROGETTISTI: Luciana De Girolamo, Cesare Corfone, Raffaele Vitale, Gabriella Caratù, Marco Vincenzo Manduzio, Flora La Cava, Claudio Corfone, Angelo Salvato, Massimo Angrilli
TIPO DI CONCORSO: Concorso di idee per la riqualificazione architettonica-ambientale di viale Castello, Lucera
ANNO: 2015

2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La riqualificazione di un’opera pubblica, in un contesto storico e paesaggistico come quello di Lucera ed in una congiuntura economica come quella che stiamo vivendo in questo inizio millennio, rappresenta un momento importante di riflessione per una comunità. Il capitale fisso sociale, costruito nel lontano passato, necessita oggi di importanti opere di ammodernamento, oltre che di riqualificazione. Si tratta, in molti casi, di ripensare profondamente il senso stesso delle opere...

    Project details
    • Year 2015
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Urban Furniture / Landscape/territorial planning
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users