New Mediterranea Island_Utopian City Project

The firts Contintent-Sea

4
4 Love 966 Visits Published

Sembrava un’idea da Re. Una cosa che sembrava contraddire una consuetudine Mediterranea in cui l'elemento insulare sembra attendere impaziente il momento giusto per inabissarsi. Una delle possibili teorie sull’isola è segnata da questa certezza: un’isola può sempre sparire. Si sorregge con grazia sui flutti, sull'instabile. Vale per l’isola ciò che vale per la nave: in essa incombe il naufragio. Ma le cose cambiano e la geografia, che ha un geologico senso dell’onore, si modifica; lo fa per via della sua umorale vitalità e per conseguenza del clima che ha stretto con l’umanità un legame in cui le influenze risultano reciproche e mai discrete. Sembrava un’idea da Re, ma in fondo era il tentativo di analizzare una visione alla portata di un suddito della ragione pratica. Quella ragione che ci invita, alle volte, ad andare avanti con la mente e l’immaginazione per trovare delle soluzioni e degli scenari per dei cambiamenti al momento solo avvertiti. Sarò un architetto, e come tale sono chiamata soprattutto a dare delle risposte di forma a delle esigenze reali che di volta in volta si collocano nei tre tempi del presente: nel presente del passato, nel presente del presente o, come in questo caso, nel presente del futuro. Io so, perché vivendo il mio tempo lo ascolto e lo percepisco con la mia esperienza, che non solo la parte umana e relazionale sta cambiando velocemente ma, in maniera diversa, anche la parte tellurica ha, geologicamente parlando, una velocità diversa dal passato. Ciò che una volta erano gli scrittori e gli artisti ad immaginare a dirci sul futuro ora lo dicono i dati, le osservazioni, gli eventi, le previsioni razionali. Sappiamo, ragionevolmente, che i cambiamenti climatici ci imporranno delle risposte inedite. Ho voluto compromettermi, con la mia tesi, con queste risposte dando il mio contributo da architetto, di colui, cioè, che non solo è tenuto a sapere cosa si dice razionalmente sul futuro, ma che è tenuto anche e soprattutto a far vedere cosa avverrà. In questo consiste la pertinenza della visione e dell’utopia: non una risposta data sull’onda di sostanze sentimentali e culturali stupefacenti, ma su una capacita, da trovare per tentativi, di aumentare le diottrie necessarie per i nostri strumenti di lavoro, che permettano di avvicinarsi a quel momento in cui i fenomeni oggi previsti avverranno.
Il campo d’azione della mia tesi è il Mediterraneo. Un area che è al centro di questi cambiamenti, umani e geografici. Un area probante, soprattutto, per ciò che nella storia già è accaduto e per le risposte che altri, prima di noi, hanno già dato. Il mito di Atlantide, in fondo, rappresenta, pur nell’inversione del destino che mi ha portato a costruire delle isole nuove nel Mediterraneo lì dove, al contrario, Atlantide si inabissò, una conseguenza di fenomeni estremi della natura che portò una civiltà a disintegrarsi. Il mito racconta sempre una radice di realtà ed esperienza che gli esseri umani hanno vissuto. Come non potevo immaginare e andare a visionare da vicino le componenti di un ragionamento del genere se non nel mare dei mie antenati, nel mare dei miti, di chi mi ha preceduto e sostenuto in questa antica lotta creatrice e produttrice tra noi e la natura? Non potevo fare altrimenti.

4 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Sembrava un’idea da Re. Una cosa che sembrava contraddire una consuetudine Mediterranea in cui l'elemento insulare sembra attendere impaziente il momento giusto per inabissarsi. Una delle possibili teorie sull’isola è segnata da questa certezza: un’isola può sempre sparire. Si sorregge con grazia sui flutti, sull'instabile. Vale per l’isola ciò che vale per la nave: in essa incombe il naufragio. Ma le cose cambiano e la geografia, che ha un geologico...

    Project details
    • Year 2015
    • Work started in 2015
    • Work finished in 2015
    • Status Research/Thesis
    • Type Urban development plans / Neighbourhoods/settlements/residential parcelling / Landscape/territorial planning / Apartments / Graphic Design / Modular/Prefabricated housing / Strategic Urban Plans
    Archilovers On Instagram
    Lovers 4 users