"Tra acqua e cielo, il fronte urbano del mare"

"Cattolica Promenade" Cattolica / Italy / 2015

2
2 Love 1,544 Visits Published

Proposta progettuale in collaborazione con Arch. Andrea Vicini e Arch. Mattia Vicini


 


TEMI DI PROGETTO


·          L’alternanza di superfici d’acqua, di verde e di pietra, che definiscono il lungomare pedonale e Piazza 1° Maggio, creando un ambiente dalle caratteristiche urbane ma evocando allo stesso tempo gli elementi della natura e i colori del mare;  


·          La continuità fisica e percettiva del percorso pedonale che collega la darsena al molo di ponente lungo la spiaggia (Passeggiata marittima, Terrazza del Kursaal, High promenade), riqualificando tutto il fronte mare;


·          Un nuovo centro per Cattolica: una nuova piazza per la vita collettiva, per l’incontro e per le relazioni, che pone al centro gli elementi storici – la fontana e il Kursaal – creando una dualità con il nuovo Spazio per la cultura e gli eventi, e con la nuova, grande Superficie d’Acqua, luogo di relax e di sosta.


OBIETTIVI


·          un’ immagine contemporanea e attraente per il waterfront, attraverso la definizione degli spazi urbani (lungomare, piazze, passeggiate, terrazze, passerelle sulla spiaggia), la scelta dei materiali, degli elementi d’arredo e delle specie vegetali;


·          una nuova percezione visiva del lungomare, creando una prospettiva ampia, luminosa e libera da ostacoli, liberando il più possibile la visuale verso la spiaggia e ridefinendo il fronte degli hotel attraverso alberature e nuovi elementi d’arredo;


·          la creazione di uno spazio pedonale diffuso, per favorire la fruizione degli spazi urbani, le relazioni, le attività all’aria aperta, la possibilità di svolgimento di eventi e manifestazioni;


·          un nuovo assetto della mobilità e degli spostamenti, attraverso la creazione di uno spazio destinato unicamente alla mobilità dolce (pedonale e ciclabile) in superficie, e uno spazio riservato al traffico automobilistico e alla sosta sotto il livello stradale;


·          attrattività durante tutto l’arco dell’anno, grazie alla previsione di nuovi elementi di attrazione quali bar, ristoranti, spazi per la cultura e gli eventi e alla realizzazione di spazi urbani di pregio (punti di sosta, terrazze affacciate sul mare, giardini pubblici), utilizzabili anche per manifestazioni ed eventi, che invitino cittadini e visitatori a frequentare il mare in ogni stagione.


 


 


IL PROGETTO


 


Il lungomare è il “salotto” di Cattolica, uno spazio urbano caratterizzato dall’accostamento di superfici di materiali differenti: l’acqua, che evoca il mare e riflette il cielo, il prato verde e la pietra di colore chiaro, che conferiscono luminosità e spaziosità, sul modello delle più prestigiose passeggiate storiche delle città balneari europee (Brighton, Eastbourne, San Sebastian). Il lungomare è diviso in fasce longitudinali: la passeggiata in pietra, la sequenza di superfici verdi e specchi d’acqua, alternati da punti di sosta ombreggiati, la pista ciclabile litoranea e il marciapiede lungo gli hotel e i ristoranti, con aiuole che ospitano pini domestici e diverse specie arbustive. Gli elementi d’arredo, dal design contemporaneo e dal colore chiaro, danno ritmo e unitarietà allo spazio urbano.


Sotto il lungomare si sviluppa un parcheggio sotterraneo da circa 250 posti auto, servito da una strada a corsia unica.


La terrazza del Kursaal ripensa lo spazio retrostante al Kursaal, attualmente privo di una connotazione e lasciato al degrado; da retro inutilizzato diventa affaccio privilegiato dal quale osservare la spiaggia e il mare. La terrazza ricorda il “ponte” di una nave, evocando suggestioni legate al mare, al viaggio, all’incontro e al relax. La terrazza, pavimentata in legno e ornata da aiuole, posta alla stessa quota del piano di calpestio del corpo di fabbrica vetrato esistente, può essere utilizzata come spazio per tavoli all’aperto del fast food e di altri eventuali nuovi punti di ristorazione, e costituisce a tutti gli effetti un elemento chiave della Passeggiata marittima.


 


 


 


La Passeggiata marittima connette la darsena al molo di ponente con un percorso pavimentato in legno, posto ad una quota leggermente più bassa del lungomare, e ritmato da lunghe sedute dalla forma a onda. Verso ovest, la passeggiata sale alla terrazza del Kursaal, per poi scendere e proseguire sulla spiaggia, di fronte agli stabilimenti balneari, fino a raggiungere il molo; verso est, segue il lungomare fino a connettersi alla High promenade. Gli stabilimenti balneari potranno essere rinnovati nella loro immagine, secondo un abaco di elementi e materiali compreso nel più ampio progetto del waterfront.


La High promenade è frutto del restyling della passeggiata sopraelevata esistente, della quale viene mantenuta la struttura portante, riqualificandone l’immagine, attraverso una forma sinuosa e dinamica, un piccolo bar, una sequenza di punti di sosta ombreggiati, superfici verdi e una nuova pavimentazione. Lo spazio compreso tra la passeggiata e l’antica linea di costa (paleofalesia), oggi “retro” degradato, viene utilizzato come corridoio per la prosecuzione della pista ciclabile litoranea del lungomare verso la darsena e Gabicce Mare, connettendo in questo modo i diversi luoghi della città.


Piazza 1° Maggio è pensata come un unico, grande spazio urbano, composto da due aree. La prima, pavimentata, è incentrata sulla Fontana delle Sirene e ha come sfondo il Kursaal, e valorizza quindi i due principali elementi storici della piazza; la seconda ospita invece una grande superficie d’acqua e un nuovo edificio per la cultura. La pavimentazione della piazza è in pietra, con inserti che creano un disegno dinamico, ponendo la fontana al centro della nuova configurazione. Un caffè all’angolo con Viale Bovio vivacizza lo spazio urbano e definisce il lato curvo della piazza verso monte.


La Superficie d’Acqua occupa la parte occidentale della piazza e ne divide lo spazio in due parti, separandone funzioni e carattere: la superficie d’acqua, che riflette il cielo e la luce, è l’area del relax e della riflessione, dove è possibile sostare e osservare, mentre l’area pavimentata della piazza è pensata per l’incontro tra le persone, per lo svolgimento di manifestazioni e mercati.


Sul lato occidentale della piazza, le forme curve riappaiono nello Spazio per gli eventi e la cultura, edificio vetrato che si pone come terzo elemento caratterizzante lo spazio urbano, dopo il Kursaal e la fontana. L’edificio è uno spazio polivalente per il Comune di Cattolica, con un grande atrio vetrato al pianterreno per mostre e manifestazioni culturali e sale convegni al piano superiore, ai quali si affianca un bar-ristorante, che completa l’offerta del nuovo Spazio, aprendosi verso il mare con un’ampia terrazza.


I Giardini De Amicis vengono integrati nel progetto come spazio dedicato ai bambini. È caratterizzato da un piccolo laghetto, le cui forme curve ricordano quelle degli elementi architettonici della piazza, affiancato da aree gioco per bambini, da una passeggiata che conduce al lungomare e un nuovo punto di ristorazione lungo Via Curiel.


 


SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE


 


Il progetto pone al centro la fruizione del fronte mare da parte di pedoni e ciclisti, offrendo uno spazio urbano interamente dedicato alla mobilità lenta.


Attenzione alla sostenibilità ambientale è stata posta nella scelta dei materiali adottati nella proposta progettuale – selce fluviale del Marecchia e legno di larice per le pavimentazioni, acciaio e legno per la struttura dei nuovi edifici – e nella scelta delle specie vegetali, resistenti alla salsedine e adatte alle condizioni climatiche locali – tra cui Pinus pinea (pino domestico), Chamaerops humilis (palma di S. Pietro), Pittosporum tobira (pittosporo), Philadelphus coronarius (filadelfo), Ligustrum japonicum texanum (ligustro), Rosmarinus officinalis (rosmarino).


Lo Spazio per gli eventi e la cultura ha il fronte occidentale opportunamente schermato dalla luce solare del periodo estivo grazie al portico esterno e agli elementi frangisole, ed è predisposto per l’installazione di pannelli fotovoltaici integrati in copertura, che consentono di coprire il fabbisogno energetico dell’edificio.

2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Proposta progettuale in collaborazione con Arch. Andrea Vicini e Arch. Mattia Vicini   TEMI DI PROGETTO ·          L’alternanza di superfici d’acqua, di verde e di pietra, che definiscono il lungomare pedonale e Piazza 1° Maggio, creando un ambiente dalle caratteristiche urbane ma evocando allo stesso tempo gli elementi della natura e i colori del mare;...

    Project details
    • Year 2015
    • Status Unrealised proposals
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Waterfront / Urban Furniture / Town Halls / Parking facilities / Urban development plans / Landscape/territorial planning / Factories / Multi-purpose Cultural Centres / Shopping Malls / Hotel/Resorts / Wellness Facilities/Spas / Tourist Facilities / Beach Facilities / Bars/Cafés / Pubs/Wineries / Restaurants / Lighting Design / Leisure Centres / Urban Renewal / Monuments / River and coastal redevelopment
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users