Architetture per i litorali

Concorso di idee 2011

0
0 Love 595 Visits Published

L’intervento proposto gioca sull’aspetto della massima integrazione con il contesto: la mutevolezza del profilo della costa, lavorata di anno in anno dal vento, diventa elemento chiave nel delineamento del progetto.


Allo stato attuale l’accesso alla spiaggia risulta in alcuni punti piuttosto difficoltoso a causa dei dislivelli e della presenza di vegetazione dunare. Il progetto è stato guidato dal desiderio di arrivare al mare agevolmente attraverso un accesso privilegiato: si arriverà al mare guardando e ammirando gli splendidi scenari che il territorio offre senza doversi preoccupare di guardare per terra per scendere verso il mare. La realizzazione di un sistema architettonico di una discesa agevolata contribuisce quindi a migliorare la fruibilità e l’accessibilità alla spiaggia della torre, con la realizzazione di una discesa agevolata, mediante una “passerella discendente”, in cui i fruitori possano senza difficoltà superare il dislivello esistente.


 


La creazione di un vero e proprio accesso è finalizzato a regolare l’impronta antropica sul resto del litorale, riducendo la creazione di percorsi “spontanei” che vengono a crearsi con il passaggio di molte persone in movimento dalla spiaggia al parcheggio e viceversa. La ricchezza dell’offerta turistica attorno ad un unico nastro costruito rappresenta l’elemento attrattore con il quale si pretende di incentivare una nuova abitudine di uso e di movimento, circoscrivendo i danni da usura dovuti ad una totale deregolamentazione dei flussi in entrata e in uscita dalla spiaggia.


 


La necessità di una struttura complessa come quella proposta è accentuata dalla notevole distanza – oltre 400 metri – dai chioschi esistenti e dal centro abitato – oltre 600 metri. Ciò rende l’incremento dell’infrastrutturazione balneare in progetto un intervento equilibrato rispetto all’esistente ed in grado di integrarsi perfettamente con l’offerta attuale.


 


La scelta della localizzazione, inoltre, non è indifferente alla prossimità con il sito archeologico di Tharros: la possibilità di non smontare del tutto la struttura una volta conclusa la stagione estiva utilizzando almeno il blocco ristorante anche durante il periodo autunnale ed invernale, permette di creare dei servizi fruibili ai visitatori di Tharros in grado di alleggerire il dilagare del fenomeno del turismo mordi e fuggi tipico delle zone balneari dell’isola. La diversificazione dell’offerta turistica si persegue anche nell’arco delle 24 ore: la creazione di una struttura complessa a servizio della balneazione, dotata di ristoranti e bar agevole una fruizione anche notturna del fronte mare e della spiaggia.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’intervento proposto gioca sull’aspetto della massima integrazione con il contesto: la mutevolezza del profilo della costa, lavorata di anno in anno dal vento, diventa elemento chiave nel delineamento del progetto. Allo stato attuale l’accesso alla spiaggia risulta in alcuni punti piuttosto difficoltoso a causa dei dislivelli e della presenza di vegetazione dunare. Il progetto è stato guidato dal desiderio di arrivare al mare agevolmente attraverso un accesso...

    Project details
    • Year 2011
    • Status Competition works
    • Type Waterfront / Beach Facilities / River and coastal redevelopment
    Archilovers On Instagram