LA CASA DEI COLOMBI

piccolo recupero architettonico in centro storico Tortolì / Italy / 2015

3
3 Love 1,612 Visits Published

Al sopralluogo, prima dei lavori, il piccolo edificio era ridotto in stato di rudere abbandonato, unici abitanti, i colombi che a fatica si sono rassegnati ad abbandonare la loro dimora espropriata. In loro onore è stata intitolata la casa recuperata, e sempre in loro onore all'interno un'installazione in ceramica rievoca la loro presenza. All'interno del centro storico di Tortolì, l'intervento fa parte di un edificio risalente al 600 utilizzato dai frati, una tipologia semplice, facciata unica con ingresso al piano terra, un balcone al piano superiore ed un'apertura ottagonale nel sottotetto. Sul retro un piccolo cortile per l'orto. Ingredienti di un'architettura semplice ed ordinata, il minimo indispensabile per una vita dimessa. La struttura in muratura mista di pietra e fango, nonostante l'età, era priva di problemi strutturali, i solai originari invece sono stati sostituiti. La distribuzione degli ambienti originari non permetteva la fruizione dell'edificio, la scala esterna per andare al piano superiore, la mancanza di un bagno, l'assenza di finestre idonee, la scala a pioli per raggiungere la soffitta, fattori che rendevano  l'edificio si affascinante, ma inutilizzabile. Per tanto il recupero si è diretto verso una riorganizzazione degli spazi minimi, con l'inserimento dei servizi mancanti, recuperando le funzioni della vecchia casa adeguandole ad un utilizzo odierno. E' stata portata avanti una poetica di recupero totale, si è cercato di buttare il minimo, si è riutilizzato tutto ciò che è stato possibile.  Nel cortile è stata mantenuta intatta la scala originaria, le travi in ginepro del vecchio solaio sono state recuperate per realizzare in parte il pergolato esterno ed in parte invece per l'architrave dell'apertura verso il cortile. Si è estesa la stessa poetica negli arredi, travalicando l'ambito della casa, arrivando in falegnameria a recuperare tutti i ritagli giacenti in magazzino, ed ecco che la scala diventa multicolore, così come il letto ed altri arredi. Una policromia estesa fatta di legni diversi, e di epoche diverse, una convivenza di diversità materiche che hanno generato un ambiente divertente e confortevole. Dopo la prima rampa di scale lineare, un'altra si avvolge su se stessa per raggiungere l'ambiente sottotetto, questa è stata risolta con una commistione di muratura, ferro e legno, per rendere la struttura leggera sia tecnicamente che visivamente, da questo punto di vista alto si recepisce tutto il sistema di risalita con l'alternanza dei colori del legno e del ferro, in mezzo alle due scale, sul pianerottolo, un'installazione in ceramica, ricorda agli attuali abitanti che anche i colombi hanno avuto un ruolo importante nella memoria della casa ritrovata.

3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Al sopralluogo, prima dei lavori, il piccolo edificio era ridotto in stato di rudere abbandonato, unici abitanti, i colombi che a fatica si sono rassegnati ad abbandonare la loro dimora espropriata. In loro onore è stata intitolata la casa recuperata, e sempre in loro onore all'interno un'installazione in ceramica rievoca la loro presenza. All'interno del centro storico di Tortolì, l'intervento fa parte di un edificio risalente al 600 utilizzato dai frati, una tipologia semplice,...

    Project details
    • Year 2015
    • Work started in 2014
    • Work finished in 2015
    • Main structure Mixed structure
    • Status Completed works
    • Type Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users