landmark for salerno

antenna delle telecomunicazioni colle bellaria | menzione d'onore Salerno / Italy / 2015

2
2 Love 1,077 Visits Published

il sistema parco e l'antenna/landmark
Il progetto proposto prevede la realizzazione di una antenna per telecomunicazioni integrata ed il totale ridisegno del parco pubblico del Colle Bellaria, tali interventi sono stati concepiti come aspetti di un unico intervento e non come azioni architettoniche distinte. Dal punto di vista compositivo il segno/landmark dell'antenna è stato interpretato come un oggetto architettonico "spuntato" dal colle come un gigantesco sperone di roccia e nella sua parte basamentale conserva una traccia di tale dinamica leggibile nelle falde inclinate (coperture frangisole della piazza) del terreno. Sfruttando tale dinamica compositiva si è scelto di sfruttare l'artificiale increspatura del suolo come piazza aperta al pubblico dotata di servizi: caffetteria, saletta per conferenze, galleria espositiva, bookshop, internet point, locali tecnici e piazza coperta; da questa piazza si dipartono a raggiera, attraverso le varie crepe dell'increspatura, una serie di belvedere che collegano visivamente il parco e la città con l'area sommitale del colle. Tutto lo spazio della piazza ai piedi dell'antenna ha come fulcro, grazie alla veduta di pregio, l'affaccio verso il mare ovvero il "belvedere alto" che è occupato al piano inferiore dalla terrazza scoperta della caffetteria, negli spazi ipogei verso l'interno sono situate tutte le funzioni sopra elencate, queste risultano accessibili sia dalle rampe perimetrali sia da una scala centrale; lo spazio aperto della piazza è invece libero, arredato con sedute e protetto dalle falde inclinate frangisole. Alla quota del piano interrato, ovvero 4m al di sotto della sommità della collina, è situato "l'attacco a terra" della torre per telecomunicazioni, tale soluzione fornisce luce ai locali ipogei e caratterizza la struttura con una enfatizzazione dell'elemento architettonico emergente dal suolo. La struttura verticale risulta integralmente rivestita da lastre in teflon bianco inclinate lungo il fusto centrale e disposte su due livelli con giacitura inversa. Da uno sei tagli tra le falde della piazza, quello verso monte, si origina il sentiero che raccorda la piazza al parco attrezzato, tale sentiero risulta circolare e continuo, lungo il suo sviluppo si articolano le differenti funzioni del progetto. Come rappresentato in planimetria, sul crinale NE del colle sono ubicate sia l'area ludica per bambini, sia l'area terrazzata e gradonata per picnic dotata di sedute, tavoli e barbecue per l'utenza; le due funzioni sono state considerate complementari e quindi poste in vicinanza, inoltre data anche la prossimità della strada pubblica e dell'abitato si è deciso di caratterizzare le aree in oggetto con la posizione di più facile accessibilità da parte degli abitanti del quartiere. Il crinale SW del colle, ovvero il versante con le migliori caratteristiche paesaggistiche, è percorso da un sentiero che dalla terrazza della caffetteria, il belvedere alto, giunge fino al belvedere basso per poi ricongiungersi all'anello pedonale generale; tra i due belvedere è stata recuperata ed attrezzata l'area attualmente occupata dall'edificio comunale e dal parcheggio. In questo lotto è stato previsto in primo luogo il recupero dell'edificio con la sua rifunzionalizzazione, destinandolo ad ospitare gli uffici ed i locali per la gestione del parco; l'area di parcheggio viene recuperata ed attrezzata per realizzare trentacinque posti auto. Più in basso il sentiero si allaccia al belvedere basso che viene reinterpretato come un'area di sosta attrezzata, quest'ultimo risulta dotato di cinque pensiline fotovoltaiche che ospitano delle aree pavimentate in dogato di legno ed attrezzate con sedute e tavolini per i fruitori. Sul versante sud, a mezzacosta, nella porzione del parco compresa tra il sentiero ad anello e la strada pubblica, è stata perimetrata un'area destinata ad orto didattico. Tale area, seguendo l'andamento collinare, sarà dotata di piccoli terrazzamenti (muriccioli a secco o viminate) e sentieri pedonali per le escursioni delle scolaresche, gli orti potranno essere mantenuti dalle stesse scuole, da associazioni o preferibilmente diventare degli orti di quartiere e quindi gestiti dagli anziani della zona. L'orto didattico risulta diviso longitudinalmente in due sezioni da un ulteriore sentiero, che congiunge il belvedere basso con l'area di parcheggio di progetto situata lungo la strada; attualmente l'area riporta una ex cava da recuperare ed il sito si caratterizza per una grande massa di terreno di riporto accumulato. L'intervento consiste nella liberazione dell'invaso dal terreno, che verrà utilizzato nelle sistemazioni a verde del parco indicate in seguito, e nella realizzazione di un parcheggio a raso per centocinquanta posti auto, tale parcheggio risulta facilmente accessibile dalla strada ed ideale per le visite in bus delle scolaresche dirette all'orto didattico. Dal parcheggio ci si collega direttamente, oltre che all'orto didattico, anche al percorso principale ad anello che, da questo punto in poi, proseguendo in piano sulla quota dei novanta metri si articola in un percorso vita in direzione del fianco nord della collina. Il percorso vita consiste in un sentiero nella vegetazione esteso per circa un kilometro e prevede una serie di tappe, segnalate da piazzole attrezzate, in cui praticare esercizi a corpo libero e con attrezzi ginnici specifici per l'aria aperta; inoltre l'anello pedonale generale è utilizzabile, collegato al percorso vita, come pista per la corsa attraverso tutto il parco. Il sentiero pedonale o percorso vita, proseguendo lungo la quota dei novanta metri interseca una terza area attrezzata e di parcheggio da dieci posti situata presso lo spiazzo di uscita di una galleria di servizio, auto dedicato specificamente all'utenza dei ciclisti per l'attività di mountain bike. Lo spiazzo in oggetto verrà quindi riqualificato e destinato ad area service per mountain bike, verranno qui ospitati, oltre ai parcheggi per auto e motocicli, dei portabici, un officina per biciclette, un'area lavaggio bici ed uno spogliatoio con servizi igienici per ciclisti. Proseguendo sul versante nord, appena a monte del percorso vita, nell'area contigua alla zona service si prevede la realizzazione di una pista in terra per ciclocross e mountain bike, l'intervento verrà realizzato all'interno dell'area boscata riducendo al minimo l'impatto e sfruttando la naturale pendenza del terreno per realizzare le particolari evoluzioni della pista. In fine, dopo aver completato il periplo del colle Bellaria, il sentiero pedonale si riallaccia alla piazza ai piedi dell'antenna per telecomunicazioni.

2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    il sistema parco e l'antenna/landmarkIl progetto proposto prevede la realizzazione di una antenna per telecomunicazioni integrata ed il totale ridisegno del parco pubblico del Colle Bellaria, tali interventi sono stati concepiti come aspetti di un unico intervento e non come azioni architettoniche distinte. Dal punto di vista compositivo il segno/landmark dell'antenna è stato interpretato come un oggetto architettonico "spuntato" dal colle come un gigantesco sperone di roccia e nella sua...

    Project details
    • Year 2015
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Urban Furniture / Control towers
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users