hydra

Salerno / Italy / 2012

11
11 Love 1,476 Visits Published

Il locale, posto al piano terreno nel centro di Salerno ci ha offerto notevoli spunti progettuali grazie alle sue caratteristiche spaziali. infatti, sebbene in condizioni fatiscenti, già al primo sopralluogo abbiamo potuto apprezzarne l’ampia metratura, la varietà degli ambienti e la grande corte posteriore. Tali caratteristiche, abbastanza rare in una città come Salerno, ci hanno spinto verso un approccio progettuale fatto di elementi puliti e forme semplici, rigorose, che creassero un dialogo con le geometrie interne senza stravolgerle. Il locale non si apre direttamente su strada, ma presenta un atrio anteriore che, con il corridoio centrale e con il giardino retrostante, crea una lunga prospettiva che permette di avere sin da subito una percezione di tutti gli ambienti interni. Per unificare gli ambienti si è scelto di utilizzare linee orizzontali che attraversano gli ambienti unificando la percezione complessiva. Nell’atrio infatti sono collocate delle fasce lignee orizzontali che dall’esterno corrono sulla parete destra dell’atrio fino ad arrivare sulla porta di ingresso. Da qui continua a correre sulla parete sinistra del corridoio per richiudersi ancora sulla porta verso il giardino retrostante.
Abbiamo voluto dare forza alla prospettiva verso il giardino, creando un rivestimento continuo sulla parete (a sinistra) che divide la cucina da corridoio. Tale rivestimento in metallo corten, presenta un lungo taglio orizzontale da cui si ha una visuale continua sulla cucina. Tale taglio rafforza il senso longitudinale ed accentua il dialogo tra l’atrio e il giardino retrostante. Il rivestimento sale anche parzialmente sulla copertura creando un profondo taglio di luce.
Dal corridoio si aprono sulla sinistra due sale collegate tra loro attraverso un grande arco, una prima visibile già dall’atrio di ingresso, e l’altra direttamente accessibile dal corridoio attraverso due varchi; il primo di questi varchi è stato reso non attraversabile con la creazione di una quinta composta da assi di corten e di legno, che consentono una vista non diretta della sala. Entrambe le sale sono caratterizzate da una parete colorata a contrasto su cui trovano posto due segni in legno che richiamano il logo del locale, e delle applicazioni in vinile con testi che ne richiamano il nome.
Particolare attenzione è stata rivolta all’illuminazione che, realizzata su disegno, è composta da elementi macroscopici sospesi dal soffitto. Nello specifico la prima sala presenta pannelli di corten rettangolari e di dimensioni varie, che creano un effetto di luce diffusa attraverso strip di led collocate al di sopra dei pannelli. nella seconda invece, due lunghe assi in legno incrociate ospitano faresti a led puntati verso il basso. Tale difformità crea due ambienti distinti e caratteristici.
Sia nelle sale, sia nel corridoio, sono stati poi realizzati dei punti luce puntuali, composti da elementi verticali metallici tagliati in cima a quarantacinque gradi. Dalla sala centrale si accede ad un corridoio secondario che si ricollega al giardino retrostante,dove trovano posto i servizi per il pubblico. L’accesso a questo ambiente è caratterizzato da una porta composta di assi verticali affiancate che scorrono all’interno del muro consentendo di accedere all’antibagno. Tale spazio è caratterizzato da una volta in pietra lasciata a vista, e da un piano in legno su cui poggiano due lavabi in pietra lavica. Il corridoio secondario è controsoffitato con una serie di assi lignee a correre su cui sono incassati i furetti a led di illuminazione.
Tutte le pavimentazioni, a meno della cucina e dei servizi, sono state risolte applicando su di un massetto grezzo in cemento lisciato una finitura di resina epossidica trasparente opaca. Tale effetto volutamente imperfetto fa da contrasto con le forme pulite delle finiture verticali.
Tornando al corridoio principale, sulla sinistra il lungo taglio che consente di avere una vista continua sulla cucina termina con il varco di accesso alla stessa. Da tale varco si accede alla parte destinata alla spillatura delle birre, al locale Forno, ed alla cucina stessa.
Il forno, preesistente è collocato all’interno di un vano chiuso che si apre sullo spazio preparazione. L’impossibilità di mettere la struttura del forno a vista ci ha suggerito di caratterizzare fortemente il fronte dello stesso (unica parte visibile) realizzando un grande pannello in legno e metallo.
Il giardino posteriore è fortemente caratterizzato dalle quinte edilizie degradate che lo circondano; lo scopo dell’intervento era di caratterizzare fortemente tale spazio facendo concentrare l’attenzione sul giardino stesso in modo da non essere penalizzati dal contesto. L’uscita verso l’esterno è composta da una serie di grandi portali in metallo corten che filtrano lo spazio chiuso e quello aperto, mascherando anche un aggetto soprastante il giardino. Come continuazione del lungo corridoio si è realizzato un di tappeto di cemento grezzo lisciato che corre dalla porta di accesso verso una fontana realizzata con una vasca in cemento bassa e con una grande lastra di corten verticale. Da questa lastra, attraverso un taglio asimmetrico, scende una lama di acqua continua che crea un caratteristico rumore di sottofondo.
Sulla destra una pedana di legno coperta a pergola ospita un primo spazio dedicato ai tavoli, Tale ambiente è caratterizzato da una illuminazione composta da assi di legno a correre, similmente ad una delle sale. Il resto del giardino è composto da un pavimento in ciottoli bianchi posizionati al di sotto di un grande albero che offre riparo anche alla parte scoperta del giardino

11 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il locale, posto al piano terreno nel centro di Salerno ci ha offerto notevoli spunti progettuali grazie alle sue caratteristiche spaziali. infatti, sebbene in condizioni fatiscenti, già al primo sopralluogo abbiamo potuto apprezzarne l’ampia metratura, la varietà degli ambienti e la grande corte posteriore. Tali caratteristiche, abbastanza rare in una città come Salerno, ci hanno spinto verso un approccio progettuale fatto di elementi puliti e forme semplici,...

    Project details
    • Year 2012
    • Work started in 2013
    • Client Hydra sud e sapori
    • Status Completed works
    • Type Pubs/Wineries / Restaurants
    Archilovers On Instagram
    Lovers 11 users