Coperture degli accessi delle stazioni della Linea 1 della Metropolitana di Torino

Turin / Italy / 2008

2
2 Love 2,282 Visits Published
DESCRIZIONE URBANISTICA

“Torino: una Citt?Proiettata nel Futuro?
Torino non ?pi? o non solo, casa Fiat, la citt?di Giovanni Agnelli sta cambiando rapidamente, capitale mondiale del libro nel 2006, capitale mondiale del design nel 2008, la Torino post olimpica cerca nella cultura il motore di un nuovo sviluppo. Guarda al terziario, creativo e di servizio, per costruire il proprio futuro. In un momento di profonda trasformazione, Torino ?abbracciata da un intero orizzonte di montagne, bianche di neve per
tutto l’inverno.

Quello che i nostri progetti di coperture vogliono far vedere a livello urbanistico sono le
forme della natura, di queste montagne, tra le pi?alte e le pi?belle d’Europa, e proprio loro
che costituiscono per Torino uno stimolo e una sfida ad andare oltre, a conoscere, a
comunicare, intessendo una fitta rete di rapporti con l’Europa e col mondo per scambiare
idee, cultura, innovazione.
Torino si presenta come una delle citt?pi?dinamiche e ricche di cambiamenti urbanistici e
architettonici e per questo motivo che vogliamo legare due elementi molto importanti:le
geometrie interne della volta della Mole Antonelliana, simbolo della citt?di Torino e le le
forme ondulate delle montane,“la geometria che si adattata alla forma?

2. DESCRIZIONE GENERALE DEL PROGETTO E ARCHITETTONICA

Vista la rilevanza nazionale che ha un tema come quello dello spazio pubblico, e l’occasione
che costituisce per la promozione dell’immagine della citt?di Torino in ambito europeo, il
nuovo progetto si propone di ricercare una soluzione per le nuove pensiline della metro.
La nostra idea ?quella di dare un segno forte, semplice ed innovativo alle fermate metro, il
progetto nasce prendendo come riferimento uno dei simboli pi?importanti della citt? la
Mole Antonelliana, simbolo che non potevamo fare a meno di non prendere in
considerazione vista l’importanza.
Facendo un?analisi della Mole siamo stati attratti dall’intreccio delle nervature della volta e da
quest'ultima secondo un concetto di struttura-forma deriva un design dalle linee fluide,
morbide e leggere.
E?stato adottato un criterio progettuale semplice che da una maglia a geometria esagonale
procedesse secondo un principio di aggregabilit? definendo delle regole semplici di
aggregazione in pianta e in alzato, che di volta in volta andassero a caratterizzare le varie
differenti tipologie di coperture.
Grazie alla semplice rotazione degli elementi esagonali che si adattano alle varie forme, si
riescono ad ottenere stazioni di varie dimensioni ( flessibili non solo in lunghezza ma anche
in profondit?); questo sistema rende molto semplice ed adattabile questo progetto non solo
ad ogni tipo di stazione, ma anche ad ogni tipologia di ambiente .
Molta attenzione ?stata apportata alla forma ed alla dimensione degli elementi che vanno a
costituire i vari esagoni,al fine di consentire, inoltre, un notevole risparmio di costi e di tempi:
la prefabbricazione dei singoli pezzi e l’assemblaggio di questi, rende semplice e veloce sia il
trasporto che il montaggio in cantiere.
L’aspetto formale stesso delle pensiline viene conferito loro dalla struttura
stessa, dalla scelta dei profilati e dalle loro dimensioni, dalla variet?delle loro
possibili combinazioni scaturiscono le soluzioni finali, attraverso una varia
casistica di possibili accostamenti dei pezzi disponibili infatti uno dei cardini del
progetto, che ?in grado di adattarsi a tutte le richieste senza l?utilizzo di
ulteriori materiali.

3. DESCRIZIONE MATERIALI

Materiali utilizzati
I materiali usati per la costruzione delle pensiline sono profilati di acciaio tipo lamelle e
lastre in policarbonato per il risparmio energetico, infrangibili, trasparenti, resistenti alle alte
temperature e ai raggi UV, garantite contro ingiallimento, riduzione di trasmissione luminosa
e rottura
La nuova famiglia di lastre trasparenti Solar Control IR riduce in modo significativo la
trasmissione solare, offrendo allo stesso tempo alti livelli di trasmissione luminosa: grazie a
queste caratteristiche essa contribuisce efficacemente al risparmio energetico per il
condizionamento e l’illuminazione degli ambienti.
Esse offrono leggerezza, risparmio energetico, resistenza all’invecchiamento, limpidezza
simile al vetro e resistenza agli urti estremamente elevata.
Sono pi?leggere rispetto al vetro e permettono fino al 90% di trasmissione della luce.
La lavorabilit?meccanica ?tale da consentire di piegare e curvare a freddo le lastre quindi
adatte al nostro progetto, che sono comunque anche facilmente termoformabili.
Esistono diversi tipi di policarbonato ognuno adatto ad una specifica esigenza.
Queste lastre Solar Control, compatte ed alveolari, mantengono inalterate le caratteristiche
del policarbonato (leggerezza, trasparenza, resistenza all’urto, comportamento al fuoco,
termoformabilit? ed offrono una libert?di progettazione fino ad oggi impensabile.

Materiali per l’illuminazione
Rispettando la norma UNI 8097 che stabilisce le prescrizioni di illuminazione
normale o di emergenza per gli impianti di illuminazione artificiale delle aree
delle metropolitane (es. banchine, gallerie, camminamenti, scale, etc),nel
nostro progetto vengono utilizzate la sera oltre alle luci bianche normali delle
luci colorate che fanno diventare le nostre pensiline durante le ore notturne
delle lampade luminose di forte impatto scenografico.

2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    DESCRIZIONE URBANISTICA “Torino: una Citt?Proiettata nel Futuro? Torino non ?pi? o non solo, casa Fiat, la citt?di Giovanni Agnelli sta cambiando rapidamente, capitale mondiale del libro nel 2006, capitale mondiale del design nel 2008, la Torino post olimpica cerca nella cultura il motore di un nuovo sviluppo. Guarda al terziario, creativo e di servizio, per costruire il proprio futuro. In un momento di profonda trasformazione, Torino ?abbracciata da un intero orizzonte di montagne, bianche...

    Project details
    • Year 2008
    • Status Competition works
    • Type Urban Furniture
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users