Bologna Shoah Memorial

Design competition two-phase open procedure Bologna / Italy / 2015

3
3 Love 848 Visits Published

Razionalizzare
La definizione delle linee guida progettuali si articola attraverso un esercizio di analisi degli avvenimenti e conseguentemente una loro rappresentazione in forma materiale.


L’assegnazione di un numero rappresenta uno dei meccanismi di svilimento morale e l’identificazione della persona quale numero ne provoca un annullamento in quanto essere dotato di una propria identità.


La natura di evento così tristemente noto presuppone un meccanismo, il quale una volta azionato, porta razionalmente a risultati folli. Questo meccanismo può essere destrutturato, come gìà fatto da molti storici, ed analizzato in ogni sua parte. In questo modo appare un contesto costituito da un intreccio di circostanze che drammaticamente si trasformano in una linea politica nazionale.


Ricostruire
Il processo messo in atto in questo progetto, invece, prevede un esercizio a ritroso.


Tutto inizia con un numero. A partire da questa affermazione abbiamo sviluppato un concept che, trattenendo in sè la tragicità di un momento ,esprimesse in modo chiaro l’importanza della memoria quale elemento formativo dell’identità di ogni individuo.


E’possibile far tornare dei numeri ad essere persone? Noi crediamo che questo sia possibile. Abbiamo accettato questa possibilità teorica provando a metterla in atto praticamente.


Abbiamo ricreato un ambiente in cui il perdersi per ritrovarsi presuppone l’accetazione delle divesità. Numeri diversi, posti nello spazio che li circonda in maniera relativa, creano un territorio in cui trovare il proprio posto. Abbiamo voluto dare alle persone la possibilità di identificarsi in qualcosa. Scegliedo il proprio numero quest’ultimo torna ad essere qualcosa di animato e, seppur per pochi istanti, diventa partecipe di una scelta più o meno volontaria.


Non è affatto certo che il risultato sia quello voluto. Tuttavia ,con il tempo, anche noi abbiamo iniziato a considerare delle singole forme come abitanti di questo territorio ubano. L’Uno, il Due, Il Tre hanno iniziato ad appropriarsi del proprio spazio generando prospettive sempre differenti.



Il monumento
Il monumento alla memoria è costituito da elementi numerici in metallo. Di dimesione variabile, essi si adattano a diventare elementi utilizzabili nello spazio. Tra i vari elementi di colore bianco è possibile identificarne alcuni di colore differente. I colori sono quelli dei triangoli in tessuto che identificavano i vari gruppi all’interno dei campi di concentramento e rimandano al vortice di avvenimenti che si snodano attorno alla Crocifissione Bianca di Chagall.


La disposizione si articola su una maglia rigida che invade lo spazio appropiandosene. Così facendo si accentua uno spazio labiritico che si inserisce fra il proprio mondo e la visione che si ha di ciò che ci circonda.


Gli elementi sono realizzati esternamente da lastre in acciaio verniciato; la struttura interna è composta di montanti e traversi in profilati di acciaio. L’aggancio alla pavimentazione avviene tramite bullonatura su piastra.


 


Rationalize
The definition of design guidelines articulates through analytical excercise of the events and consequently their representation in material form.


The assignment of a number is one of the mechanisms of moral debasement, a person’s identification with a number causes a deletion of the perception of being an individual with self-identity.


The sadly notorious event’s nature presupposes a mechanism, which once operated, rationally leads to insane results. This mechanism can be deconstructed, as already done by many historians, and analyzed in each single part. This system displays a context consisting of a net of circumstances that dramatically transform into a national policy.



Rebuild
The process implemented in this project, instead, introduces a reverse exercise.


It all starts with a number. Starting from this statement, we have developed a concept that, holding within itself the tragedy of a moment, would clearly express the importance of memory as a formative element of the identity of each individual.


Is it possible to make numbers transmute into people again? We believe that this is possible. We accepted this theoretical possibility trying to implement it practically.


We have created an environment where lose oneself to find oneself supposes the acceptance of diversities. Different numbers, placed in the space surrounding them in a relative manner, create an area in which people can find their place. We want to give people the opportunity to identify themselves with something. Choosing their number, the latter becomes something animated and, although only for a moment, becomes a participant of a somewhat voluntary choice.


It is not doubtlessly certain that the result shall be the desired one. However, as time goes by, we have also begun to consider the individual shapes as inhabitants of this urban territory. Number one, two, three began to take their own space, generating several and ever-changing perspectives.


The monument
The memorial consists of metallic numerical elements of variable size, to adapt them to become employable elements of space. Among the various white elements it is possible to identify some of a different colour. The colours are those of the fabric triangles that identified the various groups within the Nazi concentration camps and recall the whirlwind of events that develop around the White Crucifixion of Chagall.


The arrangement of the monument articulates on a rigid grid which invades the existing space seizing it. This creates a labyrinthine space that fits between our own world and the impression we have of the world surrounding us.


The outer layers of the memorial’s elements are made of painted steel plates (1,2 cm thick) while the internal structure is composed of steel cross and upright sections profiles (square section 50 x 50 mm) , to produce a rigid body with the external layers. Docking is achieved by bolting 50 x 50 cm plates to the existing floor.

3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    RazionalizzareLa definizione delle linee guida progettuali si articola attraverso un esercizio di analisi degli avvenimenti e conseguentemente una loro rappresentazione in forma materiale. L’assegnazione di un numero rappresenta uno dei meccanismi di svilimento morale e l’identificazione della persona quale numero ne provoca un annullamento in quanto essere dotato di una propria identità. La natura di evento così tristemente noto presuppone un meccanismo, il quale...

    Project details
    • Year 2015
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Monuments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users