POSATE SENSORIALI

2
2 Love 626 Visits Published

Ho sempre trovato frustrante dover rinunciare al piacere del tatto, in un momento di appagamento e gratificazione quale è quello in cui si consuma un pasto: proprio quando, cioè, la maggior parte dei nostri sensi è stimolata simultaneamente, il tatto è invece mortificato dall’interposizione delle posate – che igiene e buone maniere, peraltro, esigono – fra il cibo e le nostre mani. Credo però che gli stessi coltelli, forchette e cucchiai, se dotati d’una impugnatura che risulti gradevole al tatto, possano riammettere questo trascurato senso alla partecipazione dei multiformi piaceri della tavola.                                           Trascurandone intenzionalmente la terminazione funzionale  - già ampiamente indagata e brillantemente risolta da schiere di progettisti prima di me - ho dunque focalizzato la mia attenzione sulle valenze sensoriali delle posate, ed ho concepito un’impugnatura rigorosamente cilindrica in cui ho incastonato delle sfere d’acciaio che, con le loro lisce protuberanze, offrono alla mano una piacevole stimolazione tattile.                                             Questi oggetti vogliono dunque essere percepiti non solamente e semplicemente come un capriccio formale ma anche, e soprattutto, come un sottile invito ad un contatto epidermico diretto….un modo come un altro per creare un’atmosfera a tavola.


____________________________________________________________________________________________


English text


TACTILE CUTLERY. I always found frustrating to renounce the pleasure of touching, in such a moment  of enjoyment and gratification like the one when we have a meal is: while most of our senses are simultaneously stimulated, the touch itself is crestfallen by the interposition of the cutlery – demanded by both hygiene and politeness – between our hands and the food.     Nevertheless I think that the same forks, knives and spoons, when provided with an handle agreeable for the touching, can call back this neglected sense to the enjoyment of the multiform pleasures  that a dinner table can dispense.                                                                     I therefore focused my attention upon the tactile potential of cutlery and conceived a rigorously cylindrical handle, into which I’ve inlaid some stainless steel spheres which, with their smooth protuberances, give our hands a pleasant tactile stimulation.                         These objects demand to be perceived not only as a visual surprise but, also, and above all, as a subtle invitation to a direct epidermic contact..…..a different way to create a warm atmosphere around a dinner table.

2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Ho sempre trovato frustrante dover rinunciare al piacere del tatto, in un momento di appagamento e gratificazione quale è quello in cui si consuma un pasto: proprio quando, cioè, la maggior parte dei nostri sensi è stimolata simultaneamente, il tatto è invece mortificato dall’interposizione delle posate – che igiene e buone maniere, peraltro, esigono – fra il cibo e le nostre mani. Credo però che gli stessi coltelli, forchette e cucchiai, se...

    Project details
    • Year 2012
    • Status Completed works
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users