CASA AL MARE

RISTRUTTURAZIONE CON AMPLIAMENTO DI CASA AL MARE Senigallia / Italy / 2013

4
4 Love 1,165 Visits Published

“I villini sono ancora pochi e nella maggior parte deficienti nella linea e nella decorazione. La nostra spiaggia che per sua natura non ha certo nulla da invidiare alle più rinomate dell’Adriatico, dovrebbe essere molto più ricca di villini che certo attirerebbero una colonia bagnante molto più numerosa e scelta”.


Questa dichiarazione tratta dal giornale senigalliese “Il Capanno” testimonia come nel 1920 i “villini” non erano sufficienti ad accogliere una elite di Forestieri ed evidenzia una esigenza sempre sentita nella nostra città di qualificare la residenza turistica. Da qui trae lo spunto la nostra proposta, che è rivolta a soddisfare le esigenze abitative-balneari di una committenza di “nuovi forestieri”, per coniugare in chiave moderna il tema della casa al mare.


Con la convinzione che la comprensione dell’identità del luogo sia il dato di partenza di ogni progetto di qualità, ci siamo ispirati alle esperienze costruttive e tipologiche della “casa mediterranea” nei suoi molteplici esiti formali diffusi in una vasta area geografica che va dalla Spagna alla Turchia, dal Nordafrica all’Italia.


Tale riferimento è stato poi filtrato da un linguaggio più congeniale alla nostra sensibilità e cultura con chiari riferimenti alle esperienze condotte da Le Corbusier alla fine degli anni ‘40, tenendo ben presente l’obbiettivo di rendere comprensibile il processo ed il significato della proposta stessa. Da tali considerazioni, oltre alle molteplici attenzioni poste alla problematica dell’esposizione e dello sfruttamento della ventilazione naturale, del risparmio energetico e più in generale della qualità dell’abitare, traggono significato le scelte progettuali quali: • la copertura a voltine catalane ventilate, composte in sintonia con un sistema articolato di grandi aperture che privilegiano la vista sul mare. Tali aperture sulla parete a nord-est sono protette da un sistema di persiane in legno verniciato che permettono la protezione invernale dai venti di bora e la modulazione delle brezze estive sugli ambienti della zona notte; • la grande apertura al piano terra della parete a nord-ovest che permette di ampliare verso l’esterno l’ambiente cucina e la fruizione diretta del giardino; • le aperture più ridotte ai piani superiori dello stesso fronte, per ridurre gli effetti indesiderati dell’insolazione e del rumore prodotto dalla ferrovia; a tale scopo sono stati previsti al piano terra un gazebo, al primo piano un balcone in aggetto, al secondo piano un balcone rientrante, tutti protetti da brise-soleil e pensiline che potranno alloggiare i pannelli solari per la produzione di acqua calda. Inoltre su tali strutture in ferro potranno crescere delle specie rampicanti in modo da ottenere una “contaminazione” tra il prospetto stesso ed il giardino con evidenti effetti benefici sul microclima e sugli abitanti della casa.


La nostra “casa al mare” sarà abitata dai vari componenti di una unica famiglia come casa dove trascorrere i periodi di vacanza ed è distribuita sui diversi livelli collegati da una unica scala a rampe sovrapposte per una altezza complessiva pari a tre piani fuori terra (altezza urbanistica ml 8,70 corrispondente allo stato attuale). Al piano terreno trovano collocazione gli spazi dedicati ad ingresso, servizio igienico, soggiorno e cucina con possibile estensione sul giardino; al primo piano sono presenti due camere matrimoniali con relativi servizi igienici e balcone; al piano secondo altre due camere matrimoniali con ampie terrazze ed un unico servizio igienico.


L’accesso alla casa avverrà da via Spontini attraverso la demolizione della recinzione esistente e la sua sostituzione con una nuova che conferma l’accesso pedonale e propone un nuovo accesso carrabile con cancello automatico, in modo da permettere l’accesso a tre posti auto. Tale possibilità rappresenta una dotazione fondamentale per un buon utilizzo della casa, vista la elevata congestione, soprattutto nel periodo estivo, dell’intera zona e la scarsità di parcheggi pubblici. Sullo stesso fronte sarà realizzato il nuovo accesso pedonale protetto da una pensilina e munito di impianto video-citofonico che permetterà l’accesso ad un piccolo giardino in parte pavimentato ornato da aiuole con fiori stagionali.

4 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    “I villini sono ancora pochi e nella maggior parte deficienti nella linea e nella decorazione. La nostra spiaggia che per sua natura non ha certo nulla da invidiare alle più rinomate dell’Adriatico, dovrebbe essere molto più ricca di villini che certo attirerebbero una colonia bagnante molto più numerosa e scelta”. Questa dichiarazione tratta dal giornale senigalliese “Il Capanno” testimonia come nel 1920 i “villini” non erano...

    Project details
    • Year 2013
    • Work started in 2012
    • Work finished in 2013
    • Main structure Masonry
    • Client PRIVATO
    • Contractor MONDO EDIL S. R. L., SANT'ANASTASIO, CINGOLI MC
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence / Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 4 users