Casa-Studio Mastroianni

Vincitore ''Architetture Rivelate'' 2008 Turin / Italy / 1954

5
5 Love 5,127 Visits Published
L’edificio è situato lungo la strada antica per Cavoretto e si può osservare nella sua completezza dalla parte opposta della valle sul viale XXV aprile.
La collaborazione tra lo scultore Umberto Mastroianni ed Enzo Venturelli era nata alla fine della guerra quando progettando cappelle funerarie Venturelli prevedeva opere bronzee di abbellimento che venivano realizzate dallo scultore.

All’epoca, le sue opere erano ancora figurative ma già maturava l’adesione all’informale e all’astratto con contatti con l’avanguardia torinese; parallelamente Venturelli elaborava il suo concetto di “Architettura Spaziale” precedentemente indicata come “Architettura Nucleare” così chiamata “perché realizzata in un’era che è dell’atomo”.
Il connubio tra i due artisti genera la ricerca di un edificio che esprima tali presupposti. Essa è la realizzazione dell’edificio abitativo per l’artista e pure il luogo del suo laboratorio.

I primi studi risalgono al 1950, poi concretizzatisi con il progetto finale del 1953.
Non poche furono le difficoltà operative:
a) il ristretto lotto su cui realizzare l’opera che successivamente si amplierà con l’acquisto di un secondo appezzamento di terreno di proprietà del cav. Giovanni Ravetto (interessante è leggere il contratto di opzione in cui viene fissato il prezzo di lire “tremiglioni (sic) netti di ogni spesa… e come da promessa lo scultore mastroianni mi deve fare sensa alcuna spesa il BUSTO di mia persona al naturale GRATIS”);
b) le complicanze dei permessi comunali e le avversità della Commissione Igienico Edilizia;
c) i fondi della committenza diventeranno sempre più esigui obbligando il progettista a rivedere l’intera opera. Il presupposto principale infatti era quello di diversificare la costruzione in due momenti “il caos – origine delle cose” l’abitazione; “la nascita delle cose dal caos primordiale” lo studio, il laboratorio, contestualmente la riproposizione delle asperità esterne anche all’interno dell’edificio.

Per i motivi economici l’opera viene riveduta strutturalmente con l’applicazione successiva delle “esplosioni esterne”. A lavoro ultimato, molte furono le critiche nell’abito locale e nazionale mentre all’estero l’opera venne considerata interessante e dirompente e ora solo negli ultimi anni ha trovato positivi consensi anche nella critica odierna.

L’edificio non venne quasi mai usato da Mastroianni trasferitosi per lavoro ed incarichi in Italia centrale pur rimanendo sempre di sua proprietà; successivamente venne conclusa su indicazioni di Venturelli senza che ne fosse il Direttore dei Lavori.

Attualmente è di proprietà del dott. Giuseppe Garella.


5 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’edificio è situato lungo la strada antica per Cavoretto e si può osservare nella sua completezza dalla parte opposta della valle sul viale XXV aprile.La collaborazione tra lo scultore Umberto Mastroianni ed Enzo Venturelli era nata alla fine della guerra quando progettando cappelle funerarie Venturelli prevedeva opere bronzee di abbellimento che venivano realizzate dallo scultore.All’epoca, le sue opere erano ancora figurative ma già maturava l’adesione all’informale e all’astratto con...

    Project details
    • Year 1954
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    Archilovers On Instagram
    Lovers 5 users