Hotel Santo Stefano

Vincitore ''Architetture Rivelate'' 2008 Turin / Italy / 2005

3
3 Love 2,748 Visits Published
L’albergo è situato nel fabbricato che si sviluppa ad angolo tra le via Porta Palatina (a cinque piani fuori terra più un piano mansardato) e via della Basilica (a quattro piani fuori terra più un piano mansardato). I tetti, in coppi alla piemontese, sono a due falde con cornicioni orizzontali verso la via e verso il cortile, ed abbaini sui due fronti. All’incrocio dei due corpi di fabbrica, di via Porta Palatina e via della Basilica, è inserito un volume parallelepipedo a pareti prevalentemente chiuse, costituente l’atrio a più piani dell’albergo. La copertura, sormontata da una piramide vetrata, è in pannelli di rame. Il carattere unitario dei corpi di fabbrica riprende orientamenti ricorrenti e consolidati e si riflette anche sulle fronti verso la via e verso il cortile, con due tipi di finitura: ad una prevalenza di superficie intonacata di colore bianco, giallo, grigio, con motivi caratterizzati da lesene e fasce orizzontali fra piano e piano, si alternano, per segnalare lo stacco dai fabbricati esistenti e negli angoli, tassellature murarie in laterizio a vista. Il filo di fabbrica verso le vie Porta Palatina e della Basilica segue l’andamento delle linee di fabbricazione proprie degli antichi tracciati, profondamente alterati lungo i secoli attraverso mutamenti prevalentemente medioevali. Sulla via Porta Palatina il cornicione dell’ultimo piano viene anticipato a livello inferiore da un cornicione (già peraltro preesistente nel vecchio edificio demolito), così da far apparire l’ultimo piano come piano di minor peso murario, sopraelevato rispetto alla precedente fabbrica. Verso il cortile il progetto è ripreso con piccole variazioni: una manica, ad un piano fuori terra, impostata perpendicolarmente al corpo di fabbrica principale su via Porta Palatina, riprende l’andamento delle vecchie maniche interne e fa da schermo tra cortile d’angolo dell’albergo e zona delle autorimesse. Analogamente è stata definita una manica interna per sale riunioni dell’albergo, perpendicolare al corpo di fabbrica affacciato su via della Basilica. La copertura di tali terrazzi è in pavimento di cotto ed aree verdi decorative e in gran parte occupata da volumi edilizi (che ospitano l’hammam), anch’essi conclusi da coperture a doppia falda. Le finestre dei piani superiori (tutte le camere dell’albergo) sono state riprese in modo fedele da quelli presenti negli edifici un tempo esistenti sulla stessa area e poi demoliti: così i balconcini in bacchette di ferro a raso, che formano porte-balcone, e i serramenti, si rifanno per i materiali, per le dimensioni, per le proporzioni dei riquadri e per le ricorrenze a quelli preesistenti.
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’albergo è situato nel fabbricato che si sviluppa ad angolo tra le via Porta Palatina (a cinque piani fuori terra più un piano mansardato) e via della Basilica (a quattro piani fuori terra più un piano mansardato). I tetti, in coppi alla piemontese, sono a due falde con cornicioni orizzontali verso la via e verso il cortile, ed abbaini sui due fronti. All’incrocio dei due corpi di fabbrica, di via Porta Palatina e via della Basilica, è inserito un volume parallelepipedo a pareti...

    Project details
    • Year 2005
    • Status Completed works
    • Type Hotel/Resorts
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users