Azerbaijan Pavilion at Expo Milano 2015

Milan / Italy / 2015

32
32 Love 3,904 Visits Published

Azerbaijan is a unique model of biodiversity. Awareness of its strategic position, as a cultural
bridge between North and South, East and West, has inspired policies to protect the territory
of this country, with its wealth of natural, human and cultural resources. Azerbaijan, a
“biosphere” that protects growth and development of the environment and its resources. A biosphere is like a symphony in which elements coexist in perfect balance, revealing an


overall vision that exhibits a unique richness.


Ground floor – Welcome


Symphony of Azerbaijan


The ground floor welcomes the visitor and brings him closer to history, to the cultural heritage
and natural beauty of the country, thanks to two main installations: an interactive Musicwall
and the pavilion’s first biosphere. The Symphony expresses harmony between man and the environment and the soul of a country suspended between innovation and tradition.


Mirroring Baku


The first installation the visitor encounters when entering the pavilion is Mirroring Baku:
a wooden structure with a man-sized interactive projection connected with identical installations located around Baku, the capital of Azerbaijan. The intention is to connect visitors to the Pavilion with the citizens of Baku in real time.


Musicwall 


The large wall that welcomes the visitor on the ground floor depicts an interactive copper pentagram that recalls the importance of music in Azerbaijani culture, a UNESCO intangible cultural heritage.


The pentagram continues all along the pavilion: copper notes and dozens of monitors form
“the harmony of Azerbaijan”, on which a flow of images and significant information about the
country are shown. This flow of information is activated by people interacting with the installation. Azerbaijan is depicted through key aspects: its geography, nature, unique and precious biodiversity, thousand-year history, multifaceted culture and values.


All this represents respect for its tradition and for other cultures and religions, innovative vision,
focus on the cultural and natural heritage.


Biosphere 1 – Crossroad


Here visitors are placed at the centre of the country, a crossroad of stories and culture. A
large video installation bring them immediately into contact with the most significant historical
and natural views.


Floor 1 – Symphony of Colours


The first floor is strewn with colourful flowerbeds, equipped with monitors and sound showers,
providing an immersive experience among the colours and landscapes of Azerbaijan.
This level is dedicated to the colours of Azerbaijan, expressed through its great variety of
landscapes, which make it one of the world’s 25  biodiversity hotspots. In addition to the scenery, the monitors also show how the nation has grown through defining technological, agricultural and artistic projects.


Biosphere 2 – Biodiversity


The biosphere is dedicated to biodiversity. The central installation reproduces a large pomegranate tree, the fruit of which is the nation’s symbol, representing the richness and variety of Azerbaijan. Diversity is understood in terms of multiplicity, plurality and richness, in natural and anthropological terms.


Within the sphere, a series of monitors is in fact dedicated to video portraits of Azerbaijani people. These Portraits of Azerbaijan show a cross-section of the country, revealing the deep energy that fuels it.


Floor 2 – Symphony of Tastes


The second floor is dedicated to the flavours of Azerbaijan: the world of Azerbaijani food, its variety, GMO-free production, recipes, health benefits as yet unknown to many and strategies to
preserve this heritage for posterity. An upturned tree is a metaphor for the relationship between innovation and Azerbaijani tradition. The roots look upwards and gather inspiration to nourish the vision of the future and feed the fruits of innovation. In the upper part of the biosphere, the roots of the tree describe the strong traditions that support the vision of the country’s future. Among these roots, works of craftsmanship, history and culture are illustrated.


The lower portion wraps the visitor in the foliage of the upturned tree. The spirit of renewal
that is currently enlivening Azerbaijan is shown on three panels on which the guest can choose
one of three paths - air, water and earth - on which to explore the country that is growing towards the future.


[IT]


L’idea principale del Padiglione è la biosfera ovvero un sistema aperto ai flussi esterni ma capace di proteggere e favorire lo sviluppo della vita al suo interno.
Con questa idea cardine è nato il Padiglione composto da tre biosfere che si incastonano come gioielli sull’impianto generale dell’edificio.
Le pareti lignee ondulate abbracciano l'edificio ed evocano il vento tipico del territorio azerbaigiano, simbolo dei flussi culturali e creativi che da sempre attraversano il Paese, e preservano il microclima del Padiglione.
Il Padiglione è realizzato attingendo ai materiali tradizionali dell’Azerbaigian, come il legno, lavorato in modo innovativo, e abbinato a materiali universali come il vetro e il metallo.


Biosfera 1. Cultural Crossroads
All'ingresso del Padiglione il visitatore si trova al centro di una bussola che rappresenta la centralità del Paese, da sempre un crocevia aperto al dialogo e rivolto verso i punti cardinali del mondo. Questa sfera non è chiusa come le altre ma è pensata per favorire i flussi di ingresso al Padiglione.
Lo spazio è segnato da grandi totem curvi a led che offrono immagini suggestive del patrimonio culturale del Paese, attraverso filmati girati con la tecnica del time lapse e animazioni a passo uno.
All’interno della sfera i visitatori cammineranno su un piano di cristallo sospeso, un’installazione di luce dedicata alla geomorfologia del paese. Questa sfera, come tutte le altre, intercetta due piani ed è accessibile da ognuno di questi. In alto una scultura dinamica luminosa è dedicata all’aspirazione del Paese e ne cita la forma dei confini che disegnano un’aquila in volo da Occidente verso Oriente.


Biosfera 2. L’albero della Biodiversità
È la sfera che si proietta verso il decumano, un segno forte che caratterizza la facciata principale del Padiglione. All’interno una grande installazione di legno e luci disegna un imponente albero la cui chioma è realizzata con veri rami di alberi di melograno. Il melograno è infatti una pianta significativa nella tradizione del Paese, un simbolo di vita e prosperità.
Tutta l’installazione è dedicata alle ricchezze naturali del Paese. Nella parte bassa dell’albero un’installazione di schermi chiamata “Portraits of Arzebaijan “ mostra oltre 100 video ritratti di uomini e donne che rappresentano uno spaccato sociale del Paese, rivelando la vera l’energia profonda che lo nutre: investire sulle risorse umane, fonte indispensabile per un futuro di crescita sostenibile.
Nella chioma dell’albero di melograno un'istallazione interattiva con visori 3d permette al visitatore di scoprire i simboli iconici del paese.


Biosfera 3. Innovation and Tradition
La terza sfera incastonata tra il secondo e il terzo piano dell’edificio rappresenta un albero capovolto. Metafora della relazione tra innovazione e tradizione in Azerbaigian, le cui radici guardano verso l’alto, prendendo ispirazione dal cielo per nutrire la visione del futuro e dare linfa ai frutti dell’innovazione. Nella parte superiore della biosfera le radici dell’albero descrivono così le forti tradizioni che sostengono la visione del futuro.
Tra queste radici sono esposti “i Tesori dell’Azerbaigian” opere dell’artigianato, della storia e della cultura tradizionale.
La parte inferiore accoglie il visitatore nella chioma dell’albero capovolto. Lo spirito di rinnovamento che oggi innerva l’Azerbaigian è mostrato su tre schermi in cui l’ospite potrà scegliere tra tre percorsi (via aria, acqua e terra) per esplorare Baku, la capitale, simbolo per eccellenza dell’innovazione del Paese.


Piano terra
Il piano terra accoglie il visitatore e lo avvicina alla storia, al patrimonio culturale e alle bellezze naturali del Paese. Una caffetteria si affaccia su un piccola piazza di passaggio e raccorda lo spazio interno del padiglione con l’esterno.


Mirroring Baku
La prima installazione che il visitatore incontra entrando dal decumano è Mirroring Baku, una struttura in legno con una proiezione interattiva a grandezza d’uomo connessa con un’identica istallazione a Baku.
Le due installazioni consentono ai visitatori del padiglione di interagire in tempo reale, e in modo creativo, con i passanti della città di Baku.
La volontà è di proiettare i visitatori direttamente dentro le rispettive realtà, città lontane - Milano e Baku - che si incontrano in occasione di Expo 2015. L’installazione ben rappresenta la curiosità e il desiderio di scambio e condivisione che la gente dell’Arzebaigian ha nei confronti degli altri popoli del mondo.


Musicwall


Una grande parete interattiva raffigura un pentagramma musicale in legno con inserti di metallo a richiamare l’importanza della musica azerbaigiana, dichiarata patrimonio immateriale dell’UNESCO.
Il pentagramma prosegue lungo tutto il padiglione: decine di monitor formano la Sinfonia del Paese con video, animazioni a passo uno e informazioni significative sull’Azerbaigian.


Piano 1
Il primo piano è cosparso di aiuole colorate, dotate di monitor a led, e docce sonore per garantire un’esperienza immersiva nei colori e nei paesaggi azerbaigiani.
Questo piano è dedicato ai colori dell’Azerbaigian, espressi attraverso i suoi paesaggi tanto differenti da renderlo uno dei 25 hotspot di biodiversità al mondo. Oltre ai panorami, i monitor mostrano la crescita della Nazione attraverso i progetti più qualificanti in ambito tecnologico, agricolo e artistico.


Piano 2
Il secondo piano è dedicato ai sapori dell’Azerbaigian. Il mondo degli alimenti tipici, la loro varietà, la loro produzione OGM free, le ricette, le proprietà salutari, e le strategie per conservare questo patrimonio per ii futuro. Un piano totalmente esperienziale con tavoli interattivi e istallazioni di realtà aumenta.


Piano 3 - Terrace
Al terzo piano troviamo il ristorante, una grande terrazza con giardino che ospiterà eventi speciali durante i sei mesi di Expo.

32 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Azerbaijan is a unique model of biodiversity. Awareness of its strategic position, as a culturalbridge between North and South, East and West, has inspired policies to protect the territoryof this country, with its wealth of natural, human and cultural resources. Azerbaijan, a“biosphere” that protects growth and development of the environment and its resources. A biosphere is like a symphony in which elements coexist in perfect balance, revealing an overall...

    Project details
    • Year 2015
    • Work finished in 2015
    • Contractor Simmetrico
    • Status Completed works
    • Type Pavilions / Interior Design / Lighting Design
    Archilovers On Instagram
    Lovers 32 users