In seminario

Progetto menzionato al concorso ORTUS ARTIS 2005-2006 Padula / Italy / 2006

0
0 Love 1,699 Visits Published
Il visitatore è invitato a fare un viaggio ai quattro angoli del pianeta, scegliendo quali e quanti semi raccogliere delle semenze provenienti dai 5 continenti. Le aiuole del giardino sono 4 fasce di terra vergine, terra di nessuno che tra le mura della cella potrà essere seminata dal visitatore. Ognuno porta un frammento di sé, attraverso la scelta del punto in cui sotterrare i semi che ha scelto. La sedia, l’annaffiatoio, gli attrezzi per coltivare, sono un mezzo necessario a rallentare il tempo della visita, il gesto della semina, e la contemplazione dello spazio. Le macchine distributrici di semi svuotate più o meno a seconda delle preferenze, daranno il senso della scelta collettiva e soprattutto una traccia apprezzabile delle risorse utilizzate e di quelle ancora utilizzabili. Sarà poi il tempo a costruire un giardino, in cui le piante di provenienza diversa, crescendo, daranno il senso visibile della convivenza e dell’identità collettiva del nuovo luogo realizzato.
All’ingresso, su una superficie in battuto di calce, sono installate 5 macchinette distributrici di semi, una per ogni continente, con dentro cereali, legumi e spezie, illustrati da appositi pannelli. Accanto una fontana con vasca in muratura e sistema di recupero dell’acqua. Sono previsti tre percorsi in legno, uno finisce sul muro, l’altro sale in parte, il terzo arriva fino alla cima. Lungo i percorsi sono previste zone di sosta, con sedie in paglia all’ombra dei cinque alberi piantati inizialmente: Eucalipto, Carrubo, Palma da dattero, Ginkgo biloba, albero del cacao. I reperti verranno messi in sicurezza con tessuto non tessuto, ricoperti con breccia non vegetale, prima di realizzare il substrato per l’apparato radicale. Sarà preferita un illuminazione a pavimento, in corrispondenza della vasca, e dei distributori. Lungo il muro la scritta in plexiglas, retro illuminata di notte, con il nome del giardino, accompagna il visitatore notturno lungo i percorsi.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il visitatore è invitato a fare un viaggio ai quattro angoli del pianeta, scegliendo quali e quanti semi raccogliere delle semenze provenienti dai 5 continenti. Le aiuole del giardino sono 4 fasce di terra vergine, terra di nessuno che tra le mura della cella potrà essere seminata dal visitatore. Ognuno porta un frammento di sé, attraverso la scelta del punto in cui sotterrare i semi che ha scelto. La sedia, l’annaffiatoio, gli attrezzi per coltivare, sono un mezzo necessario a rallentare il...

    Project details
    • Year 2006
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Landscape/territorial planning
    Archilovers On Instagram