A di Città, Rigenerazione urbana

Creazione di un campetto di calcio durante il Workshop di A di Città a Rosarno Rosarno / Italy / 2013

3
3 Love 1,355 Visits Published

Ogni anno nella cittadina di Rosarno, l'associazione A di Citta'si impegna nella realizzazione di un workshop di tipo internazionale, che vede la partecipazione attiva non solo dei cittadini, che vengono chiamati a partecipare alle attivita' principali, ma anche dei collettivi e di studenti che liberamente possono farne parte.


Qual'e' il compito di questa associazione: cercare di creare una coscienza tra i Rosarnesi, che possano rivalutare il territorio e averne cura, ma oltre a questo fare dei ragionamenti su alcuni punti della citta' detti "critici" perche' caratterizzati da discariche abusive o zone malfamate.


Il paese di Rosarno e' un paese che risulta essere caratterizzato da problemi non poco gravi, e spesso risalta alla cronaca per questioni legate a malvivenza o altro.


Ma pochi paesi come Rosarno sono cosi belli, pochi paesi come Rosarno hanno una popolazione che accetta cosi di buon grado un cambiamento o una mano da qualcuno di esterno.


Il workshop era diviso in diverse parti tra cui quella Cantiere, che aveva il compito di realizzare dei veri e propri progetti sul posto, che potessero andare a rivalutare la zona di Via Sandulli, via centrale del paese, ma completamente vuota e non vissuta dai cittadini e con la presenza d uno dei tanti eco-mostri sparsi sul territorio calabrese, un ponte, mai finito.


E proprio al di sotto di questo ponte, che crea una sorta di "stanza" all'aperto che si e' concenrato il progetto a cui ho preso parte. Dopo alcuni giorni di analisi si decise di realizzare un campo da calcio, un campo gioco per i diversi bambini, che usavano quel posto come luogo "ludico", ma che risultava essere fortemente pericoloso.


Dopo la prima giornata di progettazione attiva e grazie poi all'autofinaziamento fatto dagli studenti partecipanti e grazie all'attrezzatura dei vari collettivi provenienti da tutta Italia e Francia, si comincio' a realizzare il progetto denominato poi "Sutta u Punti", che vuol dire proprio "Sotto il ponte".


La progettazione e la realizzazione avvenuta in una settimana, ha visto un posto totalente abbandonato trasformasi in qualcosa di vivo e attivo, dove i bambini possono giocare e divertirsi.


 


 


Il progetto, come visibile dalle foto, prevedeva innanzitutto una fase di bonifica. L'area di progetto infatti era gia' caratterizzata da ammassi di rifiuti e sporcizia accumulatasi con il passare degli anni. Inoltre alcuni cumuli avevano causato la completa otturazione di alcuni condotti fognari.


Per questo e' stato necessario spalare e rimuovere sporcizia, fango e terra.


 


Le fasi di bonifica non comprendevano soltanto la mera pulizia igienica, ma anche la rimozione di possibili pericoli per i bambini che avrebbero giocato nell'area, come la rimozione delle armature metalliche sporgenti dal muro, o rimozione di bottiglie di vetro rotte, e qualsiasi altro elemento di possibile pericolo.


Il workshop prevedeva anche alcune installazioni da parte di artisti provenienti da quasi tutta l'Europa. Uno di questi era questa sorta di graffito "ruvido" realizzato con una sorta di rinzaffatura dle muro e una successiva colorazione del cemento grezzo, che crea cosi questa sorta di graffito in rilievo. 


Il progetto, dopo la fase di bonifica, ha visto la ritinteggiatura dei muri fino all'altezza di circa 2 metri, la realizzazione di alcune sedute in legno ricavato da pallet, la realizzazione dell porte, di una rete da pallavolo smontable, di un canestro ottenuto dal riciclo di una ruota di bici, e il restauro delle panchine in ferro gia' esistenti.


Infine la pulizia della pavimentazione per la successiva verniciatura delle strisce del campo da gioco.


Inoltre nel muro interno, e' stato realizzato uno schermo bianco, pensato come una sorta di schermo che potesse essere usato come elemento di proiezione di filmati o altro.


 


Tutto finalizzato al gioco per i bambini, e tutto utilizzando elementi gia' presenti sul territorio e classificati ormai come spazzatura.

3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Ogni anno nella cittadina di Rosarno, l'associazione A di Citta'si impegna nella realizzazione di un workshop di tipo internazionale, che vede la partecipazione attiva non solo dei cittadini, che vengono chiamati a partecipare alle attivita' principali, ma anche dei collettivi e di studenti che liberamente possono farne parte. Qual'e' il compito di questa associazione: cercare di creare una coscienza tra i Rosarnesi, che possano rivalutare il territorio e averne cura, ma oltre a questo fare...

    Project details
    • Year 2013
    • Work started in 2013
    • Work finished in 2013
    • Status Completed works
    • Type Urban Furniture / Restoration of old town centres / Urban Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users