Parco urbano del Tevere

Rome / Italy / 2012

2
2 Love 1,393 Visits Published
L’infrastruttura come paesaggio.
Una LINEA D’ACQUA, che riprende lo storico corso dell'Affogalasino, parte dalla zona delle caserme, si alza sopra la ferrovia per poi abbassarsi e diramarsi nel parco fino a raggiungere il Tevere. Tutti i percorsi sono collegati in modo da formare linee continue che permettono al fruitore di scegliere in prima persona il percorso da fare, vivendo così il parco in modo attivo e percependone immagini sempre diverse. Le linee spezzate dei settori interni sono ottenute dalle direttrici delle fabbriche circostanti e di quelle tolte, risultandone così una traccia.
Il delta è caratterizzato da tre percorsi principali che portano rispettivamente al bird watching, al punto panoramico e al molo sul Tevere. Questi tre boulevards ciclopedonali, di 12 m, sono caratterizzati da specchi d’acqua e collegati da percorsi, sempre ciclopedonali, di 6. Una piazza pavimentata si crea al convergere delle due ramificazioni che permettono il passaggio oltre l’autostrada, con le due rampe minori che portano alla quota del parco.
IL GIARDINO SENSORIALE
Presenta 5 settori corrispondenti ai 5 sensi dell’uomo: Giardino della vista, Giardino dell’udito, Giardino dell’olfatto, Giardino del tatto, Giardino del gusto. IL GIARDINO DI ALZHEIMER. Il giardino sensoriale è utilizzato anche per scopi terapeutici e cioè per la cura di persone affette da demenze senili ed in particolare per i pazienti colpiti dal morbo di Alzheimer. HORTICULTURAL THERAPY (Ortoterapia). Si applica a determinate categorie di disabilità o di disagio psichico, fisico, sociale per le quali la pratica del giardinaggio o la semplice visione di un paesaggio hanno sortito effetti benefici, osservabili clinicamente e capaci di ridurre una forte situazione di difficoltà o di limitazione psico-fisica.
IL GIARDINO BOTANICO
E’ composto da cinque serre che riproducono le zone climatiche della Terra caratterizzate da uniformità climatica e vegetale.(biomi). Seguendo un percorso nord – sud, a rappresentare l’itinerario lungo un meridiano terrestre, il visitatore attraverserà i principali ecosistemi del pianeta, dai tropicali ai subartici.
Umanità. All‘interno delle serre è previsto un itinerario per non vedenti e ipovedenti costituito da una serie di vasi sopraelevati contenenti una collezione di piante che illustrano tematiche diverse, variabili nel corso dell'anno.
Può trattarsi di una collezione di specie essenziere, provviste cioè di particolari aromi, come la salvia (Salvia officinalis L.), il timo (Thymus vulgaris L.), il rosmarino (Rosmarinu s officinalis L.) e il basilico (Ocimum basilicum L.), oppure di piante provviste di spine, come l'agrifoglio (Ilex aquifolium L.) o il pungitopo (Ruscus aculeatus L.). I cartellini identificativi riportano il loro nome e peculiarità in carattere Braille.
Sostenibilità. La copertura delle serre è in ETFE, una sorta di nylon leggero e trasparente che lascia penetrare i raggi solari, ed è inoltre composto da cuscinetti d’aria che fungono da isolante termico.



2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’infrastruttura come paesaggio. Una LINEA D’ACQUA, che riprende lo storico corso dell'Affogalasino, parte dalla zona delle caserme, si alza sopra la ferrovia per poi abbassarsi e diramarsi nel parco fino a raggiungere il Tevere. Tutti i percorsi sono collegati in modo da formare linee continue che permettono al fruitore di scegliere in prima persona il percorso da fare, vivendo così il parco in modo attivo e percependone immagini sempre diverse. Le linee spezzate dei settori interni sono...

    Project details
    • Year 2012
    • Work started in 2012
    • Work finished in 2012
    • Status Unrealised proposals
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / Sports Centres / Sports Facilities / Leisure Centres / River and coastal redevelopment
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users