L'Incrocio

Lounge Restaurant Torre Annunziata / Italy / 2014

8
8 Love 2,779 Visits Published
Da un'idea dei fratelli Contieri, al piano terra di una ex officina meccanica risalente ai primi anni '50 del secolo scorso, nasce L'Incrocio. E che fatica portarlo alla luce! In Italia, al Sud, a Napoli, a Torre Annunziata è difficilissimo lavorare bene. Non basta doversi districare tra i mille vincoli paesaggistici che gravano sul territorio; non basta doversi interfacciare con un'amministrazione zoppicante, che dovrebbe accompagnarti lungo i percorsi più tortuosi e invece ti complica la vita; devi pure fare i conti con il degrado che pervade il costruito, frutto proprio di quei vincoli nati paradossalmente per tutelarlo. Degrado cui noi cittadini sembriamo ormai abituati, anzi: ci infastidisce vedere modificato uno stato di cose ormai immutato da anni, ci irrita vedere una fioriera bianca, candida, straripante di fiori colorati proprio lì, sul marciapiede, dove io devo parcheggiare la mia auto con due ruote sul cordolo e due sulla carreggiata perchè il portone d'ingresso che conduce a casa mia è proprio lì difronte. E poi che motivo c'è di tirare via le serrande vecchie, arruginite, chiuse da decenni? Che motivo c'è di eliminare orpelli e fronzoli vecchi dalla superficie dell'ardita struttura in cemento armato? Perchè i fratelli Contieri vogliono fare tutto questo? Perchè adesso ci vogliono infastidire, vogliono diffondere nell'aria odori nuovi, vogliono attirare gente qui, in questo posto che è perfetto così come è. Non fa niente se da qui transitano stranieri tutto l'anno per arrivare a visitare le rovine di Oplonti, non importa se centinaia di studenti tutti i giorni si incrociano per queste strade, non è necessario aggiustare le cose, migliorarle, offrire un servizio in più. Non è necessario....
Eppure Alfonso e Raffaele ci credono, lo vogliono fare. Si procurano un pò di entusiasmo e via!
Prima un progetto, poi un altro, poi un altro ancora: cambia la cucina, il bar i bagni. Una cosa rimane invariata fin dall'inizio: il soffitto…
Del resto l'involucro che ospita l'attività è costituito da una struttura in cemento armato con pilastri a sezione circolare e campate di quasi 8 metri, una soluzione avveniristica per Torre Annunziata negli anni cinquanta. Noi non potevamo essere da meno: un ventaglio di travi lamellari, che arrivano a coprire luci anche di 12 metri, sorreggono una intelaiatura di 'mezzanelle' il cui orientamento si alterna in maniera ritmica. Il risultato è un filtro, sospeso tra soffitto e pavimento, che nasconde la selva di tubazioni e canalizzazioni impiantistiche, lasciando scendere eterei i bulbi cui è affidata l'unica fonte luminosa artificiale dell'intera sala principale.
Infine ci sono le corde. Di canapa, vera, 'appiombate' a mano dal grande Michele, con l'aiuto un po' più professionale di Carletto! Le corde vogliono legare a doppio nodo questo ristorantino con la tradizione portuale di Torre Annunziata, senza scadere nel banale o nell'ovvio di richiami e accostamenti immediati come gozzi in miniatura o reti appese tipo ragnatele. Da bambino ne avrò fatti un centinaio di quei portachiavi con la biglia di vetro dentro e il nodo di sagolino intrecciato che, solo molto tempo dopo, ho scoperto essere un nodo marinaro utilizzato per appesantire le cime da lanciare dalle navi per l'attracco in banchina. Certo, l'ho ritrovato in un prodotto di design scandinavo, ma pare fatto apposta per il caso in esame…
Incrocio di culture, incrocio di tradizioni, incrocio di popoli……L'Incrocio è tutto questo...
8 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Da un'idea dei fratelli Contieri, al piano terra di una ex officina meccanica risalente ai primi anni '50 del secolo scorso, nasce L'Incrocio. E che fatica portarlo alla luce! In Italia, al Sud, a Napoli, a Torre Annunziata è difficilissimo lavorare bene. Non basta doversi districare tra i mille vincoli paesaggistici che gravano sul territorio; non basta doversi interfacciare con un'amministrazione zoppicante, che dovrebbe accompagnarti lungo i percorsi più tortuosi e invece ti complica la...

    Project details
    • Year 2014
    • Work started in 2013
    • Work finished in 2014
    • Main structure Reinforced concrete
    • Client Voglia di Pane s.r.l.
    • Contractor M&G Costruzioni s.n.c. di Balzano Mario
    • Status Completed works
    • Type Bars/Cafés / Restaurants
    Archilovers On Instagram
    Lovers 8 users