Nuovo Centro Congressi

Zurich / Switzerland / 2005

17
17 Love 11,054 Visits Published
L'architetto Moneo progetta sulla base della qualità della città esistente e cerca, nella sua realizzazione architettonica, di unire le varie influenze urbane, utilizzando, come “chiave di volta” nella transizione tra città, parco e lungolago, il centro congressi.

«La Claridenstrasse è “prolungata”, la sala concerti esistente è “protetta” ed idealmente estesa tramite il nuovo edificio. I volumi dell’auditorium dialogano con i due nuovi volumi delle sale congresso e sono uniti da un “solido” edificio di accesso. Villa Rosau è stata “conservata” assieme ad una parte del suo giardino. L'hotel, un nuovo edificio, incornicia la villa e contiene il giardino. Il progetto opera con piccole dimensioni e si adatta con sensibilità al contesto. L'edificio principale, caratterizzato dalle grandi e indipendenti strutture di copertura della sala principale e dell'auditorium, offre una serie di zone di incontro non ancora completamente sviluppate. Visto dal lago, l'edificio sembrerebbe quasi terminare con delle vele».
Il pianterreno dell'edificio principale è dotato di ingressi e servizi pubblici alcuni dei quali devono essere ancora concretamente definiti. Moneo ha progettato una sequenza continua lungo tre lati e un ingresso, aperto direttamente su Generale Guisan Quai, che fungerà da collegamento ideale tra il Lago Zurigo e le Alpi.
«La redazione del progetto architettonico è nella fase iniziale di sviluppo e, dunque, ancora limitato nella sua espressione. Nonostante ciò, vi è dinamismo nella pianta del pianterreno e nelle sezioni e vi si può già individuare un cospicuo numero di aspetti affascinanti.
In generale, questo è un progetto sensibile e convincente. L'attraente e compatto centro congressi promette un certo grado di trasparenza astratta. Esso collega una forte presenza urbana con gli elementi in diretto rapporto, in particolare l'albergo, e con il panorama del lungolago».
17 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L'architetto Moneo progetta sulla base della qualità della città esistente e cerca, nella sua realizzazione architettonica, di unire le varie influenze urbane, utilizzando, come “chiave di volta” nella transizione tra città, parco e lungolago, il centro congressi. «La Claridenstrasse è “prolungata”, la sala concerti esistente è “protetta” ed idealmente estesa tramite il nuovo edificio. I volumi dell’auditorium dialogano con i due nuovi volumi delle sale congresso e sono uniti da un “solido”...

    Project details
    • Year 2005
    • Status Competition works
    • Type Railway Stations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 17 users