Nuovo Rifugio Catinaccio

Pozza di Fassa / Italy / 2014

4
4 Love 1,051 Visits Published

Il laboratorio di composizione architettonica III si pone come obiettivo la riflessione sullo stato dell’arte dell’architettura alpina contemporanea, affrontando il tema progettuale del rifugio. Il contesto è quello delle Dolomiti, e in particolare del sistema del Catinaccio. L’avanzato stato di fatiscenza del Rifugio Catinaccio ne impone la sostituzione, offrendo spunti di riflessione sui caratteri di un rifugio escursionistico (quindi facilmente raggiungibile e rivolto ad una clientela diversificata) contemporaneo.


 TRADIZIONE


Il processo progettuale scaturisce da una riflessione sui canoni della tradizione costruttiva ad alta quota. La rielaborazione è finalizzata alla definizione di un nuovo modo di vivere la montagna, senza però abbandonare gli elementi primari, quali basamento in pietra e involucro in legno. Il progetto, rivisitandoli, li arricchisce di nuovi valori, instaurando relazioni con le preesistenze ed esaltando la relazione con il paesaggio. Attraverso la scomposizione, il basamento diventa un sistema dinamico di percezione e rivelazione dello spazio, offrendo all’utente punti di vista inediti del paesaggio dolomitico.


L’AGORÀ ALPINA


La composizione del luogo si basa sulla concezione di rifugio come nodo di percorsi. La loro intersezione definisce lo spazio identificando un percorso di avvicinamento al rifugio e di “discoprimento” progressivo del paesaggio. La trasformazione del basamento da volume monolitico a sistema complesso di lastre piane definisce il percorso attraverso la relazione con la morfologia del terreno che penetra nell’edificio definendo l’articolazione degli spazi esterni. Alla scomposizione del basamento si accompagna quella dell’involucro ligneo: dal basamento emergono infatti due volumi distinti, la cui relazione spaziale con gli edifici di servizio limitrofi conferisce al luogo il carattere di agorà alpina.


RIFUGIO PLUS


La definizione degli interni si basa sulla rivisitazione in chiave contemporanea degli spazi del rifugio. Le aree comuni sono attrezzate per rispondere alle esigenze di una clientela diversificata ed essere stagionalmente adattabili. L’organizzazione della zona di pernottamento si basa sulla rielaborazione della “camerata” come spazio di relazione e condivisione. I moduli notte, organizzati secondo standard abitativi minimi, sono distribuiti in uno spazio di relazione e relax. Ne risulta una concezione inedita della zona notte che, pur preservandone la privacy, offre agli utenti un’esperienza di abitazione sincera del rifugio e della montagna.

4 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il laboratorio di composizione architettonica III si pone come obiettivo la riflessione sullo stato dell’arte dell’architettura alpina contemporanea, affrontando il tema progettuale del rifugio. Il contesto è quello delle Dolomiti, e in particolare del sistema del Catinaccio. L’avanzato stato di fatiscenza del Rifugio Catinaccio ne impone la sostituzione, offrendo spunti di riflessione sui caratteri di un rifugio escursionistico (quindi facilmente raggiungibile e...

    Project details
    • Year 2014
    • Status Research/Thesis
    • Type Refuges
    Archilovers On Instagram
    Lovers 4 users