Pontile Lamezia Nuove Ipotesi

oggettinstabili Lamezia terme / Italy / 2007

0
0 Love 1,757 Visits Published
Il progetto di riqualificazione del molo di Lamezia Terme non intende cancellare il simbolo degli sprechi e dell' arroganza della politica del passato, che ha inferto una ferita quasi irreversibile sul paesaggio. Non una demolizione della squallida preesistenza quindi, ma un riuso della stessa, rigenerata e affidata alla fruizione di tutti. E' possibile trarre dalla vecchia struttura qualcosa di buono, positivo. Si può creare un spazio nuovo, portatore di nuovi valori ed emozioni. Un luogo capace di innestare un principio di sviluppo virtuoso, che si lega al paesaggio non più come semplice contrapposizione ad esso, ma come simbiosi ed integrazione reciproca.
Il programma di riqualificazione del pontile parte dal suo consolidamento strutturale e statico, che permette di inserire una nuova passeggiata sull'acqua, scandita da piccoli spazi di sosta e contemplazione del mare, posti ad una quota inferiore rispetto alla passeggiata, più vicino all'acqua. Alcuni aree potranno essere usate anche dai pescatori sportivi che, anche oggi, si avventurano tra le strutture in disuso.
Il percorso della passeggiata termina in uno spazio ampio che si configura come la piazza del mare. Questo luogo evoca una vera piazza urbana, delimitata però dal panorama marino e costiero. Qui sarà possibile svolgere manifestazioni culturali legate all'arte ed alla cultura contemporanea.
Il percorso che congiunge la costa alla piazza del Mare si caratterizza per la presenza di grosse vele che, montate su pali indipendenti dalla struttura del pontile, fluttuano alla brezza marina, proiettando sul pontile porzioni di ombra, che rendono più gradevole il transito.
Le vele evocano la memoria del mare, di un rapporto con l'acqua che non esiste più, o forse non è mai esistito realmente in questo contesto.
Di grandi dimensioni, le vele sono visibili anche da notevole distanza sulla costa, così come dal mare, a voler segnalare la presenza di una nuova centralità sul litorale.
Le vele, seppur sono un elemento artificiale, costituiscono il tramite per un dialogo con il paesaggio circostante, sono parte attiva e viva del contesto. Di notte possono essere illuminate con sistemi di illuminazione policromatici, che creano un paesaggio artificiale in continua mutazione, per il vento e la luce.
Ma le vele, oltre a a riflettere i colori attraverso la luce, possono divenire il supporto fisico delle espressioni e manifestazioni dell'arte tradizionale, come la pittura, o più tecnologiche, come le proiezioni video. Le vele diventano vere e proprie tele a disposizione di artisti desiderosi di cimentarsi in questo luogo pseudo-postindustriale. Nasce quindi l'opportunità per uno spazio non convenzionale per l'arte, che ha però nel legame con il mare, la sua principale fonte di ispirazione.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto di riqualificazione del molo di Lamezia Terme non intende cancellare il simbolo degli sprechi e dell' arroganza della politica del passato, che ha inferto una ferita quasi irreversibile sul paesaggio. Non una demolizione della squallida preesistenza quindi, ma un riuso della stessa, rigenerata e affidata alla fruizione di tutti. E' possibile trarre dalla vecchia struttura qualcosa di buono, positivo. Si può creare un spazio nuovo, portatore di nuovi valori ed emozioni. Un luogo...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Waterfront / Urban Furniture / Landscape/territorial planning / Theme Parks, Zoos / Beach Facilities / Lighting Design
    Archilovers On Instagram