Concorso di idee “un centro a 4 piazze”

Riqualificazione e riassetto urbanistico ambientale delle piazze Vittorio Veneto, Antonio Gramsci, Resistenza, Ghirlandaio ed aree contermini. Calenzano / Italy / 2008

0
0 Love 1,727 Visits Published
La strategia proposta di riqualificazione e di riassetto urbanistico-ambientale delle piazze Vittorio Veneto, Antonio Gramsci, Resistenza, Ghirlandaio e delle aree contermini del centro di Calenzano si fonda su un duplice assunto. Il primo, specifico, tiene conto della identità attuale di Calenzano: della dissimetria tra la sua importanza come polo produttivo e commerciale (ed il suo ruolo essenziale nella piana fiorentina) e la configurazione morfologica del centro cittadino, tra la collina di S. Donato e di Calenzano Alta. Il secondo assunto, di natura più generale, riguarda l’identità – quanto mai appropriata nel caso di Calenzano – della città “transitiva” (secondo Walter Benjamin), luogo “poroso” dove il passato si sedimenta in maniera attiva, non imbalsamandosi in resti museali, ma come patrimonio di una comunità che, sulla base di esso, progetta continuamente e consapevolmente il proprio futuro.

Valorizzare e riqualificare il centro a 4 piazze significa, quindi, definirne – o ridefinirne – l’identità di luogo centrale, operando principalmente sugli spazi pubblici, i percorsi, le connessioni, il verde, l’arredo urbano, l’implementazione di attrezzature ed infrastrutture essenziali (in primis parcheggi). Non solo. Questa azione di riassetto complessivo significa anche avviare, a partire dal centro, la riqualificazione dei luoghi periferici, il processo di riequilibrio tra il centro storico, quello consolidato e gli insediamenti della produzione e del commercio, della residenza e del loisir. Qui risiede la posta in gioco di un progetto di rimodellazione urbana, la cui ambizione dovrebbe essere quella di riuscire a coniugare una patrimonio storico e culturale di grande valore con la posizione consolidata di rilievo di Calenzano nel sistema economico nazionale e globale.

L’obiettivo principale consiste nel ridisegnare l’insieme delle quattro piazze oggetto del concorso come spazi civici, per permettere lo svolgimento di una pluralità di funzioni connesse ai valori sociali, storici ed economici che hanno caratterizzato Calenzano nella lunga durata. Il progetto si inscrive su un palinsesto: la stratificazione morfologica e simbolica, la storia della città e del suo territorio. La prefigurazione del futuro si compie qui attraverso la riscrittura del passato e la declinazione di funzioni e di usi condivisi dalla comunità in soluzioni (e forme) contemporanee, che si radicano nella memoria storica e nell’ambiente locale (anche in senso ecologico). È dalla rilettura e reinterpretazione delle trame urbane che si forma l’immagine futura del centro di Calenzano.

Criteri e parole-chiave

Contesto: le regole e le matrici del progetto derivano dalle relazioni contestuali, dagli elementi di preesistenza e dall’assetto morfologico del suolo.
Costruito: il progetto tiene conto del sistema viario e degli edifici che si affacciano sulla piazze, delle attività commerciali e dei relativi accessi.
Flessibilità: il progetto promuove l’uso articolato delle piazze nello spazio e nel tempo, senza predeterminarne rigidamente gli spazi.
Flussi: la circolazione veicolare e gli spazi della sosta veicolare sono portati a convivere con il valore degli spazi pubblici e del verde, con le esigenze di chi vive la città (anche) “a piedi”.
Superfici: il diverso trattamento delle superfici (materiali, colori, textures) induce comportamenti e utilizzazioni molteplici degli spazi delle piazze.
Materiali: la scelta dei materiali si rapporta al genius loci e all’ambiente locale, nel rispetto delle qualità prestazionali e dei caratteri di ecocompatibilità.
Forma: il progetto tende ad evitare eccessi di forma, perseguendo una “misura” nel disegno della pavimentazione, degli elementi di arredo e di illuminazione.
Verde: il progetto assume come obiettivo la ripiantumazione della quasi totalità delle essenze arboree esistenti.


Capogruppo : Arch. Luigi Manzione
Progettista : Ing. Arsenio Manzione
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La strategia proposta di riqualificazione e di riassetto urbanistico-ambientale delle piazze Vittorio Veneto, Antonio Gramsci, Resistenza, Ghirlandaio e delle aree contermini del centro di Calenzano si fonda su un duplice assunto. Il primo, specifico, tiene conto della identità attuale di Calenzano: della dissimetria tra la sua importanza come polo produttivo e commerciale (ed il suo ruolo essenziale nella piana fiorentina) e la configurazione morfologica del centro cittadino, tra la collina di...

    Project details
    • Year 2008
    • Client Comune di Calenzano (FI)
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / Parking facilities
    Archilovers On Instagram