VILLA CARLOTTA HOTEL

Ragusa / Italy / 2008

4
4 Love 2,399 Visits Published
Il rapporto dialettico tra il riuso del fabbricato storico della fine dell’ottocento come corpo delle camere, e la costruzione di una nuova hall con struttura in acciaio legno e vetro, costituisce il tema dominante di questo progetto. La realizzazione di un giardino con essenze mediterranee, di una piscina con annesso pergolato in legno e di un padiglione destinato a bar e locali servizi, valorizza l’albergo, oltre a creare un ambiente adatto a banchetti all’aperto. Il complesso ricettivo in oggetto è ubicato a Ragusa, in C/da Nunziata nella zona Ovest della città. L'area è ben collegata alle principali vie di comunicazione sia urbane che extraurbane. Si trova infatti all'arrivo della viabilità extraurbana proveniente da Catania e dalle cittadine di Monterosso, Giarratana e Chiaramonte. Il collegamento urbano è assicurato dal Viale delle Americhe, la principale direttrice di penetrazione verso il centro città. L'intervento progettuale si configura in due parti autonome, ma strettamente correlate; la prima riguarda il recupero e l'adeguamento funzionale del fabbricato rurale ad albergo e la sistemazione esterna del cortile/baglio di pertinenza; la seconda riguarda la realizzazione del giardino attrezzato con piscina. Il fabbricato rurale interessato all'intervento era parte di un complesso agricolo risalente alla fine del secolo scorso, di proprietà della Marchesa Carlotta Schininà . La tenuta agricola , oltre ai vari fabbricati rurali adibiti a stalle, depositi, case dei contadini, e all'edificio principale, residenza della Marchesa, comprendeva una notevole estensione di terreni. La zona, oggetto di un primo insediamento urbano agli inizi degli anni settanta, è stata in seguito interessata a notevoli cambiamenti dovuti all'espansione della città, alla realizzazione di una lottizzazione con conseguente nuova viabilità e costruzione di quartieri a prevalente destinazione residenziale. Il progetto prevede il restauro e la ristrutturazione del fabbricato rurale, con la creazione di un albergo/residence composto da n. 26 camere, su due livelli, oltre a locali di servizio, hall, office. Il fabbricato rurale con una sup. coperta di mq.621, era destinato a locali deposito; l’ edificio a corpo unico allungato con l'asse principale orientato lungo la linea est-ovest, si compone di una successione di locali definiti dalle murature trasversali al lato maggiore, un tempo adibiti a magazzini rurali, stalle, case di contadini. La copertura in legno presenta le travi portanti poggianti tra le murature trasversali, secondo la tipologia strutturale tradizionale; gli ultimi due locali sul lato ovest, adibiti un tempo a stalle sono caratterizzati da un arco in pietra poggiante su contrafforti laterali. Le aperture definite da conci in pietra calcarea, creano un ritmo costante lungo il prospetto sud sul cortile/baglio. Il prospetto nord invece ha poche aperture costituite da piccole finestre, è quindi sostanzialmente chiuso prevalendo la sua consistenza muraria. Il progetto prevede una serie di interventi che pur mantenendo le caratteristiche storiche dell'edificio ne attua la trasformazione e il recupero conservativo, adeguandolo alla nuova destinazione d'uso. L'altezza dei locali esistenti permette la realizzazione di due livelli, collegati da una hall a doppia altezza, realizzata con struttura in acciaio e pareti in vetro, elemento contemporaneo che dialoga con le preesistenze. Il piano terra è composto da : - Hall ingresso con reception e scala verso il primo livello - Ristorante di n. 60 posti - n.11 camere - n. 7 Junior suite Il piano primo comprende: - La hall soppalcata - Il corridoio di distribuzione delle camere - n.6 camere - n.1 suite Il Ristorante ubicato all’interno della struttura in acciaio e vetro si affaccia su di un grande giardino con piscina. Presenta una copertura con travi a vista in legno lamellare poggianti sulle travi principali in acciaio. La parete interna del ristorante, realizzata in vetro, si affaccia sulla hall dell’albergo. Il ristorante è stato pensato come un volume vetrato in rapporto diretto con il giardino. Il pavimento è in parquet di rovere, i tavoli sono su disegno a semplice struttura in legno di rovere; le poltroncine, in tecnopolimero di colore bianco, sono di Alias. Il collegamento con la hall dell’albergo avviene tramite un grande pannello in rovere di altezza ml. 3,30 e larghezza ml. 1,40 pivotante su cerniere a scomparsa. L’intervento si caratterizza con l’uso di materiali naturali: legno, vetro, acciaio, pietra che dialogano con i materiali tradizionali presenti nel vecchio fabbricato rurale la cui facciata diventa una parete interna della Hall ed è resa visibile, dal ristorante, attraverso le grandi vetrate.
4 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il rapporto dialettico tra il riuso del fabbricato storico della fine dell’ottocento come corpo delle camere, e la costruzione di una nuova hall con struttura in acciaio legno e vetro, costituisce il tema dominante di questo progetto. La realizzazione di un giardino con essenze mediterranee, di una piscina con annesso pergolato in legno e di un padiglione destinato a bar e locali servizi, valorizza l’albergo, oltre a creare un ambiente adatto a banchetti all’aperto. ...

    Project details
    • Year 2008
    • Work started in 2005
    • Work finished in 2008
    • Client Hotel Villa Carlotta Srl
    • Contractor Iachella Giuseppe
    • Status Completed works
    • Type Hotel/Resorts
    Archilovers On Instagram
    Lovers 4 users