Latina Politeia

Riqualificazione del Waterfront di Latina Latina / Italy / 2006

0
0 Love 3,174 Visits Published
Il Motto prescelto per il progetto vincitore del 1° premio (ex-aequo) con capogruppo Salvatore Dierna, che associa a Latina il termine Politeia, trova la sua motivazione nel significato che Socrate assegnava a questo attributo: un sostantivo per esprimere l’idea di una Città in trasformazione: “una città che si allarga, che si ingrandisce, che ’inventa’ bisogni e consumi”. Un termine che, a parere el gruppo vincitore, ben si attaglia all’iniziativa promossa dal Comune di Latina e che lascia intendere una precisa volontà di proiettare in una dimensione di sviluppo dinamico, ma consapevole ed ambientalmente sostenibile, il ruolo strategico di questa istanza di riqualificazione del territorio costiero, intesa come una risorsa e come un’imperdibile occasione di rilancio sotto il profilo economico, sociale e culturale della realtà Pontina.
Nella disposizione planimetrica e nella definizione architettonica del programma degli interventi sono stati seguiti criteri di massima valorizzazione delle condizioni ambientali del contesto locale nel perseguimento di condizioni di benessere psico-fisico degli abitanti (comfort ambientale indoor e outdoor ) in ordine alle caratteristiche micro-climatiche e bio-fisiche del luogo e di eco-efficienza degli spazi costruiti (bio-edilizia, impianti e sistemi per il contenimento energetico e l’utilizzo di energie pulite ). Tale approccio, proprio della progettazione ambientale, prevede, a livello di definizione architettonica, tecnologica ed impiantistica, l’impiego diffuso di:
- Sistemi di tipo “attivo” per l’ecoefficienza energetica del costruito: solare termico, fotovoltaico, microeolico;
- Sistemi di tipo “passivo” per l’ecoefficienza energetica del costruito: dispositivi per la ventilazione naturale; dispositivi per il riscaldamento passivo; dispositivi per l’illuminazione e l’ombreggiamento naturali.
Nello sviluppo del programma e del progetto degli interventi, è stata individuata una serie di fasce (o ambiti longitudinali), in coerenza con l’attuale assetto del territorio, a partire dall’individuazione di una “prima fascia litoranea” definita superiormente dal Canale Colmata, individuata dal Bando di Concorso come “area critica”; una seconda fascia delimitata superiormente dal Canale Mastropietro e da una terza fascia relativa all’ambito più esterno di confine dell’area di intervento, delimitata dal Canale che affianca la Via Litoranea.
Le scelte programmatico-progettuali fondamentali, nel rispetto delle specifiche vocazioni e distinzioni d’ambito sopradefinite, possono riassumersi nei punti seguenti:
Interventi relativi alla riorganizzazione del sistema della mobilità
Nell’inquadramento urbanistico e territoriale dell’impianto di infrastrutturazione primaria, secondaria e locale del sistema pontino vengono ridefiniti gli assi principali di infrastrutturazione viaria, potenziando ed adeguando i collegamenti con il sistema dei Monti Lepini, migliorando le connessioni con il sistema dei Borghi e con la città di Latina.
Si distinguono in particolare i raccordi con la viabilità prevista per la costruzione del nuovo Porto turistico in attuazione, la realizzazione della trasversale denominata Mare-Monti, l’alleggerimento dei flussi di traffico lungo la via del Lido, e, a compensazione, il potenziamento della radiale Borgo Sabotino, Borgo Piave, l’adeguamento delle trasversali verso Borgo S.Michele e Sezze. Questa intelaiatura viaria di connessione trasversale con il territorio trova i punti di raccordo fondamentali nella strutturazione prevista in fase di progetto per l’area di intervento di specifico interesse della proposta di riqualificazione del territorio costiero del Comune di Latina di seguito descritta.
Interventi relativi alla prima fascia litoranea
- completa riorganizzazione della prima fascia del litorale mediante de-localizzazione delle unità abusive ivi allocate.
- ripristino e consolidamento dell’ambito dunale e riqualificazione della fascia di balneazione mediante interventi di riassetto morfologico e funzionale mediante la dotazione di attrezzature e servizi a supporto; l’accessibilità alla spiaggia è garantita da percorsi realizzati con materiali naturali;
- demolizione del tracciato della via litoranea esistente; arretramento della medesima a costituire un’ambito longitudinale di Lungomare dotato di attrezzature e servizi integrati, percorsi pedonali ( passeggiata ) e spazi liberi per la sosta e attività ricreative. E’ prevista la netta separazione delle percorrenze carrabili, pedonali e ciclabili.
- disposizione dei tracciati viari longitudinali sui margini interno ed esterno dell’Asse di Lungomare di progetto e funzionamento previsto ad anello dei flussi di traffico veicolare.
- Il sistema dei porti e pontili consta di una serie di interventi volti a caratterizzare fortemente il “water-front” della marina di Latina. Si prevede la realizzazione di un Pontile Attrezzato, di un pontile secondario, di una Rotonda disposta in asse, lungo la direttrice Mare-monti, con il Centro Civico integrato a servizi urbani e strutture polivalenti ed infine la realizzazione di un Belvedere integrato a servizi e spazi d’uso pubblico, disposto nell’area di Capo Portiere, punto terminale consolidato della via del Lido.
Interventi relativi all’ambito intermedio
L’ambito intermedio è interessato prevalentemente da interventi edilizi in aree urbanizzate pubblico-private a mix funzionale. Tale ambito comprende:
- interventi di edilizia pubblica,
- interventi di riqualificazione dei comparti di edilizia privata esistenti,
- interventi di integrazione pubblico-privato,
- ed interventi strategici volti a costituire occasione di sviluppo in coerenza con le vocazioni e le potenzialità presenti e capaci di conferire un’identità architettonica ed urbana alle trasformazioni programmate, fra i quali, in particolare, il Centro civico/direzionale e di servizi a livello urbano, integrato a strutture polivalenti per convegni, spettacoli e attività sportive, collocato in posizione nodale e baricentrica rispetto all’intera estensione dell’area di intervento.
Interventi relativi alla fascia superiore dell’area di Concorso
- Centro per la promozione e sviluppo tecnologico per le energie rinnovabili ( Area Ex Centrale Nucleare), con una serie di spazi tra cui, come sistemi primari di approvvigionamento e distribuzione energetica, si prevedono: teleriscaldamento, produzione di biomasse, rigenerazione;
- Centro Servizi universitari integrato ad attrezzature ricettive e sportive di pertinenza e attività di ricerca e formative di eccellenza;
- EcoBorghi: unità insediative a bassa densità a conformità ecologica destinate ad edilizia residenziale permanente e temporanea;
- Centro ippico integrato ad attrezzature di servizio e ricettive dedicate;
- Camping-unità insediative temporanee con certificazione di sostenibilità ambientale.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il Motto prescelto per il progetto vincitore del 1° premio (ex-aequo) con capogruppo Salvatore Dierna, che associa a Latina il termine Politeia, trova la sua motivazione nel significato che Socrate assegnava a questo attributo: un sostantivo per esprimere l’idea di una Città in trasformazione: “una città che si allarga, che si ingrandisce, che ’inventa’ bisogni e consumi”. Un termine che, a parere el gruppo vincitore, ben si attaglia all’iniziativa promossa dal Comune di Latina e che lascia...

    Archilovers On Instagram