Le Corti di Begio - Resort Ecosostenibile

Patù / Italy / 2012

54
54 Love 7,594 Visits Published
E’ possibile vivere in maniera efficiente e virtuosa in un’abitazione del 1700? I comfort della vita contemporanea stravolgono l’aspetto e il fascino del passato? Dare risposta progettuale a questi quesiti non è stato facile. La fusione di tecniche costruttive antiche, pratiche d’uso trascorse e attuali, tecnologie e ricerche contemporanee ci ha permesso di raggiungere l’obbiettivo. Ne è risultato un complesso di case a corte in cui il filo del tempo si è riallacciato. Il fascino degli spazi è rimasto intatto e dettagli antichi e contemporanei convivono senza soluzione di continuità. Un lavoro artigiano e progettuale scrupoloso durato quasi tre anni ha restituito vita a questo luogo abbandonato. Storia del luogo Le Corti di Begio, un complesso risalente al 1700 cresciuto nel tempo per aggregazione di corpi di fabbrica, è un borgo-masseria situato tra il centro antico di Patù e la campagna circostante, articolato su corti e spazi verdi. I fabbricati affacciano su un grande giardino che in passato era destinato alla coltivazione degli ortaggi. La “difesa” degli alti muri in pietra a secco che lo circondano ha salvaguardato l’integrità del complesso. Descrizione architettonica Il suo articolato sviluppo ha comportato la presenza di un ampio inventario di soluzioni costruttive. Il rispetto dei materiali e la lavorazione artigianale sono il fulcro dell’intervento, finalizzato al ripristino attraverso tecniche tradizionali e prodotti di bioarchitettura quali calci idrauliche, cocciopesto e pietra locale. Organizzazione della struttura ricettiva Il complesso si articola in un sistema di corti che descrive un insieme labirintico di spazi chiusi e aperti. Gli alloggi si possono combinare in modo flessibile per ottenere diverse soluzioni, configurazioni che vanno da due fino dodici posti letto. La configurazione minima prevede: camera da letto, bagno, soggiorno-salotto e giardino privato. Inoltre si può usufruire di spazi comuni e piscina con idromassaggio, del giardino mediterraneo, di un bar e di una spa. Principi di sostenibilità In origine questi luoghi erano autosufficienti e nel progetto è dedicata grande attenzione all’integrazione tra il ciclo delle acque e la produzione energetica. L’acqua piovana viene raccolta e conservata in antiche cisterne scavate nella roccia, il sole catturato dai pannelli produce acqua calda ed energia elettrica . La traspirabilità dei muri per il raffrescamento naturale è ottenuta con l’utilizzo di calci idrauliche e cocciopesto. I nuovi serramenti in acciaio uniscono i vantaggi del taglio termico e del vetrocamera con il profilo elegante di una finestra tradizionale. Queste soluzioni tecnologiche unite all’uso di materiali e tecniche tradizionali rappresentano il nucleo operativo del progetto. Site history The “Le Corti di Begio” is an historical structure placed in between the ancient village of Patù and the nearby countryside. Built in the XVIII century as borgo-masseria, it takes its name from the peculiar layout : the structure has slowly grown during the centuries around a series of courts, vegetable gardens and orchards. Kept away from the outer world by a high dry stones wall, it still continues to exercise its charm, maintaining its original identity. Architectonic description Given the complexity of the intervention, the renovation has been performed in accordance with the principles of the eco-friendly architecture: modern technical solutions along with a large use of traditional materials like cocciopesto, stone blocks and lime, are the cornerstone of the project, bring back from the past typical workmanships. The layout of the complex The residences are articulated around a series of courtyards that constitutes a labyrinth of rooms and open spaces. The residences are flexible and can be arranged to accommodate from two to twelve guests at the same time. The minimal setup consists of: bedroom, bathroom, living room and a private garden. In addition, guests can enjoy the swimming pool with Jacuzzi, a typical Mediterranean garden, the bar and the spa. The eco-friendly guidelines The complex was originally self-sustainable. The project aims at reconsidering these aspects, implementing the integration of the water cycle and the renewable energy production. The old water harvesting system has been upgraded and rainwater is collected in old cistern while hot water and electric energy are produced using solar panel. The use of natural limestone and cocciopesto contributes to the natural cooling of the rooms while windows and doors are made combining fashioned design and thermal insulation assured by the modern technologies.
54 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    E’ possibile vivere in maniera efficiente e virtuosa in un’abitazione del 1700? I comfort della vita contemporanea stravolgono l’aspetto e il fascino del passato? Dare risposta progettuale a questi quesiti non è stato facile. La fusione di tecniche costruttive antiche, pratiche d’uso trascorse e attuali, tecnologie e ricerche contemporanee ci ha permesso di raggiungere l’obbiettivo. Ne è risultato un complesso di case a corte in cui il filo del tempo si è riallacciato. Il fascino degli spazi è...

    Project details
    • Year 2012
    • Work started in 2010
    • Work finished in 2012
    • Status Completed works
    • Type Tourist Facilities / Recovery/Restoration of Historic Buildings
    Archilovers On Instagram
    Lovers 54 users