Analisi GIS per il Piano di Classifica degli Immobili del Consorzio di Bonifica delle Marche

Piano di classifica degli immobili per la rideterminazione della tassa consortile del Consorzio di Bonifica della Regione Marche Ancona / Italy / 2014

3
3 Love 1,943 Visits Published

Su incarico del costituendo Consorzio unico regionale, già suddiviso in 6 comprensori per uno dei quali era già stata sperimentata la metodologia, sono state eseguite le seguenti attività di analisi GIS in 2 e 3D per tutto il territorio regionale:


+ Mosaicatura congruente dei circa 10.000 fogli catastali: con apposita procedutra è stato creato uno strato informativo poligonale topologicamente corretto (senza vuoti e sovrapposizioni) con perimetri congruenti a quelli dei 12 ambiti (2 per ogni comprensorio).


+ Delimitazione di 17.500 SubBacini Idrografici a partire dal DTM regionale e dallo strato informativo vettoriale del reticolo idrografico, entrambi derivati dalla CTR 1:10.000 in 3D.


+ Determinazione della densità degli attraversamenti delle comunicazioni sul reticolo idrografico per SubBacino e media pesata per foglio catastale come criterio di riparto NA.


+ Determinazione della distanza dal fosso lungo il percorso superficiale in 3D delle precipitazioni (linea di massima pendenza) per tutti i SubBacini come criterio di riparto DSF.


+ Determinazione della distanza dalle sezioni di chiusura dei SubBacini (Recapiti) lungo il percorso superficiale in 3D delle precipitazioni (linea di massima pendenza) come criterio di riparto DSR.


+ Determinazione del Coefficiente di Deflusso Fisiografico secondo il metodo Kennessey che permette di calcolare la percentuale di deflusso superficiale delle precipitazioni a partire dall'acclività, permeabilità e copertura vegetale. I temetismi sono stati derivati dal DTM, dalle carte geologica e vegetazionale regionali per generare il criterio di riparto denominato CDF.


I 4 criteri di riparto suddetti sono poi stati determinati per ogni foglio catastale producendo 4 tabelle con i coefficienti per il ricalcolo del contributo di bonifica consortile in funzione del foglio catastale di appartenenza dell'immobile.


A partire dai 17.500 SubBacini sono state poi accorpate con criteri geo-idrografici 692 aree IAP pertinenti ad altrettante Aziende Agricole di Presidio.


Infine è stata prodotta una stampa in scala 1:25.000 per ognuno dei 239 comuni marchigiani con dimensioni funzione di quelle del box del singolo comune.


 

3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Su incarico del costituendo Consorzio unico regionale, già suddiviso in 6 comprensori per uno dei quali era già stata sperimentata la metodologia, sono state eseguite le seguenti attività di analisi GIS in 2 e 3D per tutto il territorio regionale: + Mosaicatura congruente dei circa 10.000 fogli catastali: con apposita procedutra è stato creato uno strato informativo poligonale topologicamente corretto (senza vuoti e sovrapposizioni) con perimetri...

    Project details
    • Year 2014
    • Work started in 2013
    • Work finished in 2014
    • Client Consorzio di Bonifica delle Marche
    • Status Completed works
    • Type Landscape/territorial planning / River and coastal redevelopment / Waterworks/Water Systems / Metropolitan area planning
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users