1.14 The Kite

Fontaniva School Center Fontaniva / Italy / 2013

30
30 Love 5,908 Visits Published
1.14 is a team, a group of educators, work to support families taking care of their children after the school hours and during holidays. 1.14 use a new pedagogical approach, which is different according to the age of the children: from 1 to 6 year old everything is worked out as a game. They use an interdisciplinary approach: photography to learn how to look at things, theatre to represent ourselves and the world, languages and music to learn how to listen. The second group, 6.11 enables the kids to develop and empower the creative thinking: imagination is left free of manipulate and re-combine objects, spaces and sight views. 11.14 started initially as a support to school homework, but was immediately turned into a program of talent enhancement, where teen-agers are allowed to experiment their dreams and attitudes. The owners of the school, who are also managing the program, worked with C+S believing that a ‘holistic approach’ could form the right space for the pedagogic aim, at the same time being in relationship with the environment, with the budget and with the short times of delivering. This complex is the first of a series of interventions, which 1.14 has the intention to build in Italy to spread their vision. 1,14 the kite is a building formed around the pedagogical aims. It is a big roof, a kite which has been captured during its flight to become the repair under where activities take place. The building’s orientation towards south produces an opposite north opening which benefits of the shadow during summer time. The kite is a thick concrete made structure, without any insulation working with its own thermal inertia to protect from the summer heat and creating a constant temperature inside the spaces. The space inside is divided into two main parts: a bigger multifunctional space and a smaller space for the younger children. Each space has its own wcs and service spaces. A series of labs, race tracks, sand arenas and swimming pools design the open-air space. The pitched roofs of the buildings serving the swimming pools are made of solar and photovoltaic panels, which allow the pre-heating of the pool’s water in the mid-seasons and the heating of the inside spaces during the winter. In this way the buildings generate a zero-energy and zero-emission system in perfect equilibrium with the environment. The concrete structure, coinciding with the form of the building, generated the ideal summer air-conditioning, without the necessity of any mechanical installation. In the inside, the kite is enriched by color and matter. Its spaces are flexible and open Color is used as a code, following C+S’ previous experience and the walls are turned into white-boards or lego-surfaces. An eye was cut in the roof allowing to play with the shadows it projects either on the walls or on the grass. The inside spaces are visually connected to the outside through huge glazed sliding windows, to allow a continuity between what happens inside and outside. A path is unfolded through the kite to connect all the different activities which can be activated. [IT] 1.14 è un team di educatori che, attraverso un metodo didattico fondato sul gioco, supporta le famiglie oltre l’orario scolastico e durante le vacanze, permettendo ai bambini di imparare giocando e divertendosi. 1.14 è un nuovo metodo didattico diverso in relazione a tre fascie di età: fino a sei anni, 1.6 è innanzi tutto un gioco. Questo gruppo utilizza tutti gli strumenti a disposizione come se fossero giochi: la fotografia per imparare a guardare, il teatro per rappresentare e rappresentarsi, le lingue e la musica per imparare ad ascoltare. 6.11 sviluppa l’educazione al pensiero creativo: fantasia e creatività vengono lasciate libere di scombinare e ricombinare oggetti, luoghi e punti di vista. 11.14, inizialmente nato come supporto alla didattica, è diventato un programma di valorizzazione del talento che permette ai ragazzi di avere spazi e strumenti a disposizione per sperimentare le proprie attitudini. I titolari del programma 1.14, Chiaramente srl, si sono rivolti a C+S Architects avendo visto le realizzazioni di Covolo di Pederobba e Ponzano. Con loro C+S ha elaborato un progetto ‘olistico’ che fosse allo stesso tempo capace di rispondere al programma pedagogico, che fosse in sintonia con l’ambiente, che fosse costruibile in tre mesi e che fosse sostenibile in termini economici. Questo edificio è il primo di una serie di interventi che 1.14 intende realizzare nel territorio per sviluppare il proprio programma. 1.14 the kite è un edificio plasmato sulle potenzialità pedagogiche del programma. E’ un grande tetto, un aquilone catturato durante il suo volo per fare da riparo alle attività. L’aquilone è orientato a sud in modo da costruirsi come una grande ombra, uno spazio a disposizione attivabile dai diversi programmi. L’aquilone è una struttura in cemento armato di grosso spessore e non isolato che, per inerzia termica, consente il riparo dal caldo estivo, garantendo una temperatura costante all’interno degli ambienti. Lo spazio interno è suddiviso in due ambiti principali: uno, multifunzionale, di dimensioni maggiori e uno più piccolo per il programma 1.6, ognuno dei quali dotato di spazi di servizio e bagni. Una serie di laboratori, campi sportivi in sabbia, piscine e servizi disegna lo spazio all’aperto. Le coperture dei servizi alle piscine sono dotate di pannelli fotovoltaici e solari, che garantiscono il pre-riscaldamento dell’acqua delle piscine nella mezza stagione e degli ambienti interni durante l’inverno. Si realizza, in questo modo, un sistema energetico a emissioni e consumo zero e quindi in perfetto equlibrio con l’ambiente esterno: la struttura in cemento armato, che coincide con la forma dell’edificio, produce le condizioni ideali per il condizionamento estivo, senza la necessità di installare alcun impianto meccanico. All’interno gli spazi sono aperti e flessibili. Le pareti sono arricchite dal colore non solo per permettere un facile orientamento ai bambini, come C+S aveva già sperimentato nel centro infanzia di Covolo. Questa volta si tratta di veri e propri ‘muri attrezzati’ che diventano lavagne o superfici colorate dove poter costruire con i lego. Un occhio nella copertura permette di giocare con la luce e con le ombre che esso produce sulle murature e sull’erba. Gli spazi interni sono connessi all’esterno con grandi vetrate scorrevoli che garantiscono un rapporto diretto con le attività che si svolgono all’esterno. L’aquilone è attraversato e lambito da un percorso che connette i laboratori, gli spazi didattici e le piscine.
30 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    1.14 is a team, a group of educators, work to support families taking care of their children after the school hours and during holidays. 1.14 use a new pedagogical approach, which is different according to the age of the children: from 1 to 6 year old everything is worked out as a game. They use an interdisciplinary approach: photography to learn how to look at things, theatre to represent ourselves and the world, languages and music to learn how to listen. The second group, 6.11 enables the...

    Project details
    • Year 2013
    • Work finished in 2013
    • Status Completed works
    • Type Schools/Institutes
    Archilovers On Instagram
    Lovers 30 users