Altri inquilini

Biennale Venezia, Padiglione italiano / Italy / 2008

2
2 Love 3,327 Visits Published
Salottobuono

Sul finire degli anni ‘70 viene realizzato a Cagliari-S.Elia il Complesso Residenziale. 265 alloggi ripartiti in 14 corpi di fabbrica. I primi inquilini hanno tutti un nome e un cognome. Le loro famiglie, un tempo numerose, si sono frammentate e ridotte. I figli sono rimasti vicini ai genitori. Sono gli abitanti dell’arcipelago. Pionieri e ora pirati dei vasti spazi tra un’isola e l’altra.
I nuovi inquilini non hanno nomi, per descriverli si usano valori aggregati: 11.164 abitanti a piano completato.

Si pensava ai pionieri come ad una massa omogenea cui dare casa. Si credeva negli standard. Si è scoperto che ognuno di loro era portatore di domande e di istanze irriducibili. Ora si vorrebbero case come abiti, da cucire addosso ai propri abitanti. Ma a chi dobbiamo prendere le misure?
Poi ci sono gli “altri”. Dall’ultima grande operazione di igiene, avvenuta con la bonifica, alcuni di loro sono scomparsi o sono migrati in luoghi più sicuri. Hanno nomi curiosi: Acer monspessulanum, Celtis australis,...

Salottobuono, fondato nel 2005, è composto da Ludovico Centis, Marco Ferrari, Matteo Ghidoni, Fabio Gigone, Michele Marchetti, Giovanni Piovene, e ha sede a Venezia
2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    SalottobuonoSul finire degli anni ‘70 viene realizzato a Cagliari-S.Elia il Complesso Residenziale. 265 alloggi ripartiti in 14 corpi di fabbrica. I primi inquilini hanno tutti un nome e un cognome. Le loro famiglie, un tempo numerose, si sono frammentate e ridotte. I figli sono rimasti vicini ai genitori. Sono gli abitanti dell’arcipelago. Pionieri e ora pirati dei vasti spazi tra un’isola e l’altra.I nuovi inquilini non hanno nomi, per descriverli si usano valori aggregati: 11.164 abitanti a...

    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users