Edicola funeraria

Progetto di massima Padua / Italy / 2008

1
1 Love 2,256 Visits Published
L’incarico di realizzare una piccola edicola funebre per due committenti diventa pre|testo per comporre elementi tettonici semplici intorno al tema del ricordo e della morte.
Un cubo di 4,5 ml di lato, ospitante otto loculi per la sepoltura orizzontale ed un locale di servizio, viene pensato leggermente sollevato e posto sull’angolo Sud-Est di un lotto del Cimitero Maggiore della città di Padova.
L’illuminazione naturale, l’involucro ed il piccolo spazio interno sono le parti che vengono sviluppate intrecciando ricordi, riferimenti e contenuti profondi.


Dalle parole, da letture ed immagini iniziali, sensazioni, atmosfere dettate dal luogo e dal rapporto con i committenti, al processo della forma architettonica.
Un basamento lapideo, rientrante, in granito nero fiammato ove appoggiare il volume dell’edicola funeraria.
Un involucro dall’aspetto ruvido e massiccio realizzato con gabbie metalliche zincate, sovrapposte e riempite con pietrame di diversa grandezza in funzione dei differenti effetti di luce e di ventilazione parietale.
Una copertura piana, liscia, in corten, solcata da una fessura diagonale da cui filtra la luce naturale.
Un taglio verticale nel perimetro del recinto quale minimale dromos di accesso allo spazio interno. Sulla soglia due pannellature scorrevoli, di chiusura, in vetro temperato con incisioni sabbiate.


Dall'ingresso angolare, segnato dalla fessura diagonale della copertura e dal maggiore spessore del muro dell'involucro, si accede al locale interno.
La pavimentazione è lucida a casellario, realizzata con piastre in nero marquinia, listoni in bianco carrara ed inserti in vetro con foglia oro.
I marmorei parallelepipedi bianchi dei loculi sono separati da spessori metallici rivestiti in foglia d'oro e disposti a gradoni su due pareti.
La luce naturale filtra dalla tessitura delle pareti e si diffonde dai lucernari di copertura: i gradoni dei loculi, in controluce, si rivelano leggermente oscurati e ne vengono evidenziati i profili superiori assieme alle teste dorate aggettanti degli elementi di separazione.
Lo spazio privato non è mai completamente “intimo”. Le molteplici fessure del recinto consentono al vento di entrare all’interno, proprio come alla luce ed alla visione esterna.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’incarico di realizzare una piccola edicola funebre per due committenti diventa pre|testo per comporre elementi tettonici semplici intorno al tema del ricordo e della morte.Un cubo di 4,5 ml di lato, ospitante otto loculi per la sepoltura orizzontale ed un locale di servizio, viene pensato leggermente sollevato e posto sull’angolo Sud-Est di un lotto del Cimitero Maggiore della città di Padova.L’illuminazione naturale, l’involucro ed il piccolo spazio interno sono le parti che vengono...

    Project details
    • Year 2008
    • Work finished in 2008
    • Client Privato
    • Status Unrealised proposals
    • Type Cemeteries and cemetery chapels
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users