Scuola Materna di Roverè

AMPLIAMENTO E RISTRUTTURAZIONE DELLA SCUOLA MATERNA DI ROVERÈ Roveré / Italy / 2009

2
2 Love 2,026 Visits Published
OBIETTIVI Obiettivo dell’intervento è il riordino (riqualificazione + ampliamento) della scuola materna di Roverè, nel compendio dell’ex villa Wolf, con cui Il Comune di Civezzano ha inteso far fronte all’incremento di domanda di servizi all’infanzia previsto nel prossimo futuro in quell’ambito territoriale. Il mandato assegnato dalla committenza prevedeva la creazione di una struttura rinnovata, spaziosa e razionale, ma anche economica, attenta agli aspetti del risparmio energetico e gestionale ed alla qualità del servizio. DESCRIZIONE DELL’ESISTENTE L’intervento viene a situarsi una zona di notevole pregio paesaggistico, particolarmente idonea sotto il profilo ambientale in quanto immersa nel verde, protetta da elementi di disturbo quali rumori, venti ed emissioni di ogni tipo, disposta a balcone sulla valle e ben soleggiata. Risulta inoltre connessa con l’antico e ramificato sistema di percorsi pedonali che attraversavano la costa, ancora utilizzabile per camminate e gite. Il terreno è caratterizzato dalla presenza di rocce vulcaniche (lave andesitiche) affioranti. La superficie complessiva del lotto di proprietà comunale è di 2.085 m2 complessivi, di cui parte non utilizzabile per la complessità morfologica del sito. L’edificio preesistente, già adibito ad asilo, è una villa per vacanza costruita ad inizio ‘900 (Villa Wolf), della consistenza volumetrica di circa 1.400 m3, acquistata dal Comune di Civezzano ed adibito a scuola materna sul finire degli anni ’70 e già oggetto di un pesante intervento di ristrutturazione che ne ha impoverito l’impronta architettonica. ASPETTI ARCHITETTONICI Il progetto ha previsto il recupero e l’adeguamento statico dell’edificio esistente, con la integrale ridefinizione degli spazi interni e limitati interventi sui prospetti esterni. I due volumi in ampliamento presentano struttura verticale in acciaio e c.a. e struttura verticale in legno lamellare, rivestiti all’esterno in legno di larice, dotati di aperture vetrate che permettono uno stretto rapporto visivo con il giardino ed il paesaggio, utilizzando un linguaggio architettonico semplice e minimale. La copertura piana dei nuovi volumi, accessibile dal sottotetto, sarà utilizzabile in futuro per il posizionamento di pannelli fotovoltaici. Le pareti divisorie interne sono in cartongesso a doppia lastra; i controsoffitti delle aule comuni in pannelli fonoassorbenti. ASPETTI FUNZIONALI Per gli spazi esterni, è stato sistemato il piazzale di ingresso già ora utilizzato per la sosta degli autoveicoli a servizio della scuola materna, aumentandone la capienza e disciplinando le modalità d’uso e di accesso alla scuola. L’area di pertinenza diretta della scuola è stata ampliata con terre armate, recintata e sistemata a prato. Le funzioni inserite nell’edificio sono così disposte: PIANO INTERRATO: vani per le attrezzature tecniche-impiantistiche e piccoli spazi uso magazzino; PIANO TERRA: ingresso principale della scuola, posto in zona baricentrica rispetto al complesso, da cui si accede alla zona di servizio (area insegnanti e area servizi/cucina) posta nel fabbricato preesistente ed all’area didattica (aula 1) posta nel nuovo volume; PIANO PRIMO: area didattica (aula 2, aula per le attività comuni, laboratorio didattico, aula sonno e servizi), servita da scala interna, dotata di collegamento aereo per l’accesso al bosco. IMPIANTI TECNICI La struttura è dotata di impianto di ventilazione meccanica, con recuperatore di calore. L’impianto di riscaldamento è a pavimento con centrale termica a condensazione alimentata a metano. L’impianto idro-sanitario dotato di scambiatore in acciaio inox per il riscaldamento diretto dell' acqua sanitaria, connesso al circuito dei collettori solari. Wc, lavatrice ed utilizzi esterni non potabili (irrigazione giardino) dispongono di rete di distribuzione separata allacciata al circuito di recupero delle acque piovane. Sulla copertura del fabbricato preesistente, ad integrazione della produzione di acqua calda, sono stati installati 8 mq di collettori solari. Per carenza di risorse economiche non è stato realizzato il previsto impianto fotovoltaico, per il cui inserimento futuro e stata comunque predisposta la necessaria canalizzazione. COSTI DI REALIZZAZIONE ll costo finale di realizzazione dell’intervento è di complessivi 850.000 €, al netto degli oneri fiscali e tecnici.
2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    OBIETTIVI Obiettivo dell’intervento è il riordino (riqualificazione + ampliamento) della scuola materna di Roverè, nel compendio dell’ex villa Wolf, con cui Il Comune di Civezzano ha inteso far fronte all’incremento di domanda di servizi all’infanzia previsto nel prossimo futuro in quell’ambito territoriale. Il mandato assegnato dalla committenza prevedeva la creazione di una struttura rinnovata, spaziosa e razionale, ma anche economica, attenta agli aspetti del risparmio energetico e...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2008
    • Work finished in 2009
    • Main structure Wood
    • Client Comune di Civezzano, Trento
    • Cost 850.000,00
    • Status Completed works
    • Type Kindergartens / Schools/Institutes / Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users