Piano di lottizzazione per espansione area artigianale a Longare (VI)

Longare / Italy / 2009

0
0 Love 1,635 Visits Published
Progettazione unitaria ZTO D1/2, D1/3 per espansione a nord e sud dell'attuale area artigianale di Longare. Progetto approvato nel 2007. (prossima realizzazione).
La necessità di unitarietà progettuale nella realizzazione dell'espansione di un area artigianale, specie in zone di indiscutibile qualità paesistico-architettonica come quella in oggetto è la conseguenza ovvia di una prassi che ha relegato questa tipologia di interventi ad opere in cui, norme tecniche a parte, tutto è possibile. Le conseguenze di tali pratiche sono sotto gli occhi di tutti in tanta parte del territorio Veneto. La soglia ha superato di gran lunga l'accettabile e, dotarsi di uno strumento progettuale preliminare che indaghi e proponga una possibile ed auspicabile soluzione progettuale, può rappresentare la giusta strada per definire strategie insediative più coerenti ed efficaci. "Dall'osservazione di un qualsiasi paesaggio, risulta evidente il contrasto tra il disegno composto-scomposto degli interventi artificiali (infrastrutture, strade, ponti, insediamenti produttivi, abitazioni sparse, sistemazioni agrarie) e la a-formalità delle disposizioni degli elementi naturali (foreste, boschi, macchie verdi, andamenti collinari, corsi d'acqua, laghi, terreni incolti, ecc.).
Il paesaggio è caratterizzato dalla dialettica compresenza del doppio sistema di segni; nella disegno sotteso al primo rispetto all'organicità del secondo. Un osservazione attenta farà rilevare che anche il secondo è frutto di condizionamenti assai precisi, dalla natura geologica dei terreni al regime proprietario del suolo, agli interventi di regolamentazione ecc. Anche il sistema dei segni naturali va quindi considerato come materiale linguistico, alternativo ma complementare all'interno di qualsiasi esplorazione figurativa della grande dimensione. Natura e architettura vanno lette in quanto capaci di precostituire rapporti geometrici e relazioni topologiche. Stabilendo con la natura un rapporto oggettuale, riducendo a relazioni numeriche equilibri o conflitti figurali con questa, recuperandola come materiale iconico di base. Non si ricercano impossibili equilibri tra artificiale e naturale, ma si instaura una prassi ancorata agli strumenti di lettura di cui si dispone e all'intenzionalità progettuale che la promuove. Non tentativi di improbabili mimesi attraverso l'assunzione di partiti architettonici vagamente vernacolari di cui dotare corpi edilizi tipologicamente estranei a qualsiasi tradizione locale; la volontà invece di cogliere la propensione alla grande dimensione che manufatti di questo tipo possono assumere nelle loro aggregazioni estese."
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Progettazione unitaria ZTO D1/2, D1/3 per espansione a nord e sud dell'attuale area artigianale di Longare. Progetto approvato nel 2007. (prossima realizzazione). La necessità di unitarietà progettuale nella realizzazione dell'espansione di un area artigianale, specie in zone di indiscutibile qualità paesistico-architettonica come quella in oggetto è la conseguenza ovvia di una prassi che ha relegato questa tipologia di interventi ad opere in cui, norme tecniche a parte, tutto è possibile. Le...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2008
    • Work finished in 2009
    • Client Vari
    • Status Current works
    • Type Adaptive reuse of industrial sites / Factories
    Archilovers On Instagram