Campus Scolastico Ed Annesse Attività Didattiche, Ricreative E Sportive La Città Dei Ragazzi, Alla L

Montemiletto / Italy / 2007

0
0 Love 1,899 Visits Published
INDICAZIONI GENERALI

Contenuti del progetto preliminare:

Il progetto preliminare del campus definisce le caratteristiche qualitative e funzionali dei lavori, il quadro delle esigenze da soddisfare e delle specifiche prestazioni da fornire; consiste in una relazione illustrativa delle ragioni della scelta della soluzione, prospettata in base alla valutazione delle eventuali soluzioni possibili, anche con riferimento ai profili ambientali e all’utilizzo dei materiali provenienti dalle attività di riuso e riciclaggio, per l’individuazione delle caratteristiche dimensionali, volumetriche, tipologiche, funzionali e tecnologiche dei lavori da realizzare. Il progetto del plesso scolastico si legge attraverso una ricerca formale, in un contesto articolato e descritto dalla stessa collina che lo accoglie, ed ogni elemento che lo compone è significativo nella lettura della forma, donando semplicità, complessità e fruibilità a se stesso.

La scelta di questa tipologia deriva da una riflessione di tipo pedagogico e si pone l’obiettivo di realizzare un intervento con carattere di modernità, capace di soddisfare le esigenze di una scuola in trasformazione, sempre più aperta all’esterno, con un offerta didattica varia.

L’edificio è costituito da tre blocchi che si snodano in due punti. Gli stessi blocchi con tipologia a stecca, articolati con corridoi centrali al servizio delle funzioni distribuite longitudinalmente, svolgono una funzione di collegamento, creando percorsi lineari, spaziosi e di connessione, non solo alle attività didattiche, ma anche alle attività sportive e della biblioteca. I blocchi contenenti le aule si sviluppano su tre livelli fuori terra, con una altezza totale dal piano terra di m. 10,70, un piano terra che si trova ad una altezza di 4,20 dal piano parcheggi, interrato rispetto al piano stradale.

Per la sua forma, l’intero corpo di fabbrica si ingloba nel contesto come una sorta di cono visivo, plasmando cosi un punto di vista che dal monte si apre verso valle. Lo spazio interno è diviso dunque in quattro zone: didattica, collettiva, di ricerca e sportiva. Gli spazi educativi acquistano una preziosissima flessibilità e questo è permesso dalla composizione fra le diverse aule didattiche .

La palestra è rivolta verso il campo di calcio, lo stesso con il parco, sono disposti a piani differenti, quasi a formare una sorta di grossa gradinata. Nella sua conformazione, il palazzetto si trasforma da un parallelepipedo di base, fino a diventare una copertura curva, quasi a voler svelare pian piano l’immobile retrostante, composto appunto dal complesso scolastico. La luce naturale filtrata nella piscina da grosse finestre laterali e nel campo sovrastante dalla struttura geodetica a cupola coperta da un telo, creano una illuminazione spaziale naturale agli ambieti. La struttura dell’edificio per lo sport è articolata da una struttura in acciaio e laterizi per quanto concerne la piscina leggermente interrata rispetto al piano parcheggi. E la stessa struttura portante, composta da pilastri e travi reticolari, diventa struttura di sostegno per il campo sovrastante, avendo come contenitore una tensostruttura geodetica. Tutto il complesso scolastico e la struttura contenente le diverse attività sportive (tennis, pallavolo, pallacanestro, calcetto, pallamano e la piscina con una vasca da 25×13m e una minivasca per bambini da 12×6m ) sono collegate tra loro da una serie di rampe e collegamenti verticali ed orizzontali, che dalla strada posta nella zona nord/est mettono in comunicazione la vecchia palestra esistente (adibita da progetto a campo per bocciofila), il campo di calcio (con rifacimento del manto erboso) e la zona Pastena, adibita come da progetto a parco pubblico urbano e da parco per i bambini della scuola, nonché tutta l’area compresa nel campus di progetto.

SOLUZIONI TECNICHE

Complesso scolastico:

La struttura portante dell’edificio scolastico è costituita da una intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato secondo le normative vigenti. Particolare attenzione è stata dedicata alla disposizione delle stecche in relazione a fattori climatici. La stessa attenzione è stata dedicata alla distribuzione interna delle funzioni, prediligendo l’esposizione a sud/est delle aule di didattica e concentrando a nord le restanti funzioni. L’intero edificio si articola lungo assi orizzontali, delineati dalle lunghe vetrate realizzate in vetrocamera per garantire una bassa escursione termica nelle varie stagioni dell’anno.

PALESTRA

La Struttura geodetica:

Per la struttura del campo polivalente, è prevista una tensostruttura geodetica. La scelta di tale tecnologia deriva dalla volontà di realizzare un volume che allo stesso tempo avesse caratteristiche di unicità e qualità tecnologica. La struttura reticolare spaziale di sostegno diviene elemento di leggerezza che consente al contenitore dello sport di integrarsi nel progetto in maniera discreta, armonizzandosi all’intero complesso. Architettura e leggerezza sono termini che in sintesi, meglio esprimono il concetto tecnologico insito nell’applicazione di tale copertura tessile. Le qualità intrinseche dei materiali innovativi quali: colore, trasparenza, resistenza, peso, durabilità, reversibilità, consentono l’affermazione di una Architettura della leggerezza che perfettamente interpreta l’esigenza costruttiva di un volume che non appesantisce permanentemente le condizioni ambientali. Mentre la leggerezza è intesa anche come luminosità, trasparenza, dove la luce viene modulata e diffusa nell’ambiente sotto un soffitto luminoso.

LA PISCINA

Una delle difficoltà maggiori del progetto è stata la necessità di riuscire a concentrare funzioni diverse in spazi esigui. La richiesta di inserire un campo polifunzionale e la piscina coperta in modo che si integrassero con le strutture sportive esistenti e fossero a servizio dell’edificio scolastico e contemporaneamente autonome nell’accessibilità di utenti esterni, ha determinato una soluzione concettualmente ardita ed al contempo funzionale (palazzetto dello sport su due livelli). Per soddisfare le suddette esigenze spaziali e dimensionali si è ritenuto opportuno progettare una struttura in parte interrata, che ospita due vasche di dimensioni 25×13 e 12×6m. La struttura della piscina è realizzata con travi e pilastri in acciaio. La copertura di questa è, attraverso la realizzazione della struttura geodetica, recuperata come volume utile per allocarvi il campo polivalente. Il sistema così articolato consente di avere in un unico contenitore con varie discipline sportive perfezionando il polo sportivo e che consente di allargare la scelta formativa ed educativa allo sport giovanile post scolastico.

IL PARCO

L’area del parco nella zona Pastena adiacente al campo di calcio, attuale oggetto di variante urbanistica e di progetto, vuole unire le aree adiacenti come una sorta di porta di ingesso per chi giunge dalla città.

Una fascia, costituita da percorsi e grandi aiuole (con piante succulente e grasse) recintate da sedute in pietra, con rampe e dislivelli che uniscono diverse aree adibite a sosta, allo stare insieme e al gioco.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    INDICAZIONI GENERALIContenuti del progetto preliminare:Il progetto preliminare del campus definisce le caratteristiche qualitative e funzionali dei lavori, il quadro delle esigenze da soddisfare e delle specifiche prestazioni da fornire; consiste in una relazione illustrativa delle ragioni della scelta della soluzione, prospettata in base alla valutazione delle eventuali soluzioni possibili, anche con riferimento ai profili ambientali e all’utilizzo dei materiali provenienti dalle attività di...

    Project details
    • Year 2007
    • Client Comune di Montemiletto (AV)
    • Status Competition works
    • Type Kindergartens / Schools/Institutes / Colleges & Universities / Research Centres/Labs / Multi-purpose Cultural Centres
    Archilovers On Instagram