Scuola per le Biotecnologie

Turin / Italy / 2006

17
17 Love 2,532 Visits Published
[IT] L’Università degli studi di Torino ha stabilito nell’anno 2000 di realizzare la Scuola per le Biotecnologie nell’area della vecchia sede della Facoltà di Medicina Veterinaria in Via Nizza n. 52. La vicinanza con altre Facoltà scientifiche ha contribuito a determinare la scelta della localizzazione. Per la realizzazione dell’opera, la Facoltà si è avvalsa della procedura del “project financing” che prevede la progettazione, la costruzione e la gestione del manufatto. Nel dicembre 2002, a seguito di trattativa negoziata, è stato individuato il Promotore del “project financing” nella figura di un raggruppamento costituito da Finpiemonte, Sinloc, AEM e DE-GA. Il progetto, curato dall’Architetto Luciano Pia, prevede la realizzazione di una struttura di circa 15.000 metri quadrati distribuiti su due e tre piani fuori terra ed un piano interrato, organizzata intorno a quattro corti, che corrispondono ai quattro cortili dei fabbricati rurali ottocenteschi sui quali era stata costruita la Facoltà di Veterinaria. La Scuola per le Biotecnologie, dimensionata per accogliere circa n. 800 studenti e n. 200 tra docenti e personale di supporto, si articola su quattro funzioni distinte: didattica, ricerca, amministrazione e servizi. Tali funzioni sono collocate in aree omogenee che interagiscono mediante collegamenti e spazi di relazione, all’interno di manufatti di nuova costruzione e, parzialmente, di strutture preesistenti conservate e restaurate. L’accesso principale del complesso è sulla Via Nizza. Attraverso un ampio cortile si accede all’atrio che funge da filtro tra la zona destinata alla didattica ed i laboratori di ricerca. La didattica ha a disposizione tre grandi aule da n. 220 posti, tre da n. 108 posti, oltre ai laboratori per studenti, attrezzati per esercitazioni di biologia, chimica ed informatica. Nei fabbricati storici recuperati, oltre agli uffici amministrativi, sono previste sale di lettura e di incontro, punti di informazione. Dall’atrio di distribuzione, a fianco del quale è situata la caffetteria, si accede alla zona laboratori, controllata da guardiania. I laboratori, organizzati intorno ad un giardino coperto da struttura vetrata, sono strutturati in nuclei che comprendono spazi di ricerca e studi, oltre a locali per servizi accessori (camere per colture, camere oscure, sale riunioni e lavanderie). Una parte dei locali destinati ai laboratori sarà dedicata alle attività pratiche degli studenti, un’altra parte ospiterà un incubatore in cui ricercatori e studenti potranno portare all’applicazione i risultati delle loro ricerche. Al piano interrato trovano posto parcheggi e locali tecnici di servizio. La nuova Scuola per le Biotecnologie, iniziata nel 2004 ed in funzione dal mese di settembre 2006, sostituisce la vecchia struttura non più in grado di soddisfare la richiesta di iscrizioni e propone un corso di laurea di primo livello interfacoltà e quattro lauree specialistiche di secondo livello.
17 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    [IT] L’Università degli studi di Torino ha stabilito nell’anno 2000 di realizzare la Scuola per le Biotecnologie nell’area della vecchia sede della Facoltà di Medicina Veterinaria in Via Nizza n. 52. La vicinanza con altre Facoltà scientifiche ha contribuito a determinare la scelta della localizzazione. Per la realizzazione dell’opera, la Facoltà si è avvalsa della procedura del “project financing” che prevede la progettazione, la costruzione e la gestione del manufatto. Nel dicembre 2002, a...

    Project details
    • Year 2006
    • Work finished in 2006
    • Client Università degli studi di Torino
    • Contractor entreprise De-Ga S.p.
    • Cost 15.000.000
    • Status Completed works
    • Type Colleges & Universities / Research Centres/Labs
    Archilovers On Instagram
    Lovers 17 users