Collegamento percettivo e funzionale tra borgo storico e lago di Nemi

Progetto partecipante Nemi / Italy / 2006

0
0 Love 1,217 Visits Published
L’intervento proposto prevede una risalita meccanizzata lungo il versante sud ovest del bacino, che collega la zona sottostante della valle del lago direttamente al belvedere Alighieri in prossimità dell’arco sotto il palazzo Ruspoli.
L’idea progettuale è quella di un accostamento all’apparecchio murario esistente, come un aggiunta che nel corso del tempo si integra per sopraggiunte nuove esigenze con il tessuto urbano esistente.
Il collegamento si intende come una prosecuzione diretta di via Vittorio Emanuele verso il lago. I materiali utilizzati sono prevalentemente : il mattone per il rivestimento delle opere murarie, il corten per la copertura delle scale mobili, pietre naturali e legno di iroko per le pavimentazioni e acciaio e vetro per le strutture mobili. L’impianto principale è costituito da due ascensori inclinati paralleli, che percorrono due distinte vie di corsa. L’ascensore inclinato è dotato di due stazioni: quella a valle a quota intorno ai 340 mt s.l.m, ideata come piazza accessibile da un parcheggio ubicato nelle immediate vicinanze. La stazione avrà una copertura sistemata completamente a verde, pensata come un sistema di rampe e scalinate di diversa pavimentazione, che permette l’accesso dal parcheggio alla zona archeologica del tempio di Diana. La stazione di monte a quota 510 mt s.l.m circa, si colloca direttamente sotto il muro del belvedere Alighieri, una coppia di scale mobili che si accostano a ridosso del muro finalizza il collegamento diretto con il borgo storico.
Il dislivello previsto tra le due stazioni è di 170 mt con una pendenza massima sull’ordine del 75%.
La stazione di monte funge da stazione motrice mentre quella di valle contiene il contrappeso e gli ammortizzatori.
La portata delle cabine può variare dalle 20 alle 40 persone ciascuna in funzione delle dimensioni.
Il funzionamento dell’ascensore inclinato è completamente automatizzato, non necessita di personale in quanto ci sono dei pulsanti di chiamata sia nelle stazioni che nelle cabine.
Al di là delle opere necessarie per la realizzazione delle stazioni non ci sono interventi invasivi sulla superficie naturale del pendio in quanto i binari corrono sospesi dal terreno su sostegni puntuali ad una altezza di circa 1mt .
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’intervento proposto prevede una risalita meccanizzata lungo il versante sud ovest del bacino, che collega la zona sottostante della valle del lago direttamente al belvedere Alighieri in prossimità dell’arco sotto il palazzo Ruspoli.L’idea progettuale è quella di un accostamento all’apparecchio murario esistente, come un aggiunta che nel corso del tempo si integra per sopraggiunte nuove esigenze con il tessuto urbano esistente. Il collegamento si intende come una prosecuzione diretta di via...

    Project details
    • Year 2006
    • Client Comune di Nemi
    • Status Competition works
    • Type Landscape/territorial planning
    Archilovers On Instagram