Trasformazione dell'ex Palazzo di Giustizia di Pescara in centro per attività musicali

Proposta Pescara / Italy / 2000

1
1 Love 2,297 Visits Published
Il progetto prende le mosse dall'interesse che sta maturando nei confronti dell'area occupata dall’ex Palazzo di Giustizia di Pescara (P.za Emilio Alessandrini, già P.za XX Settembre); si tratta di una "porzione di città compatta". un lotto urbano collocato nel cuore del quartiere "Porta Nuova", un contesto urbano semicentrale caratterizzato dall'imponente "Palazzo Ex. Monti", con il suo interessante colpo di vento nella facciata principale su Via Conte di Ruvo, da alcuni episodi di edilizia residenziale, ma soprattutto dalle valide architetture di fine Ottocento dal gusto eclettico, opere dell'Arch. Ing. Antonino Liberi.
L'analisi storico-critica condotta sull'edificio dell'ex Tribunale (opera dell'Arch. Eugenio Montuori) ha indirizzato l'attenzione verso il fronte prospiciente P.za Alessandrini per il quale si è ipotizzato il recupero; il basamento, l'ordine gigante e, in generale, la chiarezza compositiva dell'insieme hanno indotto, infatti, a considerarlo testimonianza di non poco conto nel panorama architettonico pescarese. La sfida è stata quella di riuscire a recuperare la preesistenza riutilizzandone gli spazi senza dover necessariamente gravare su di essa. La risposta è stata, per le estensioni, di una semplificazione strutturale estrema: quattro portali in acciaio reggono le due "scatole" di vetro (bar-ristorante, mediateca, sale prova, camerini e cameroni), sospendono il volume dell'auditorium, sostengono la grande ala della copertura; quest'ultima si protende sul fronte e sulla piazza superiore con uno sbalzo di quasi 35 metri, distanza resa possibile grazie all'innovativa adozione della tecnologia dei materiali compositi. La copertura ospita il sistema energetico e gli impianti dell'intero edificio: un "manto" di pannelli fotovoltaici di circa 800mq cattura la luce solare fornendo energia all'intera macchina dello spettacolo. (...) Partendo dal presupposto che un progetto affonda le sue radici nella memoria dei luoghi, memori di quella che fu un tempo P.za XX Settembre è stato riproposto sotto l'imponente volume dell'auditorium uno spazio aperto, un luogo urbano dove poter passeggiare, sostare incontrarsi, lontani dal traffico; è la piazza "inferiore" cui si accede tramite rampe e gradinate, circondata da attività commerciali legate al mondo della musica ( negozi di dischi, musica-pub, etc.); fortemente caratterizzata dal volume sospeso della sala da concerti essa è protetta dalla grande ala semitrasparente della copertura.
1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto prende le mosse dall'interesse che sta maturando nei confronti dell'area occupata dall’ex Palazzo di Giustizia di Pescara (P.za Emilio Alessandrini, già P.za XX Settembre); si tratta di una "porzione di città compatta". un lotto urbano collocato nel cuore del quartiere "Porta Nuova", un contesto urbano semicentrale caratterizzato dall'imponente "Palazzo Ex. Monti", con il suo interessante colpo di vento nella facciata principale su Via Conte di Ruvo, da alcuni episodi di edilizia...

    Project details
    • Year 2000
    • Status Unrealised proposals
    • Type Concert Halls
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users