Ilaria d'Atri

Photographer Italy

0
Ilaria d'Atri 0
Ilaria d'Atri
Ilaria D’Atri e’ nata a Napoli, dove ha frequentato il liceo d’arte Suor Orsola Benincasa, imparando quanto sia importante ricercare il linguaggio estetico nel mondo.

Nel 2010 si è diplomata come Fotografa presso l’Istituto Europeo di Design di Roma. Ha vissuto a Roma, Milano e Londra. Il suo luogo preferito è l’Islanda. Attualmente vive a Napoli, città che descrive come una musa di una bellezza decadente, maestra di un eleganza eterea. lavora come Fotografa e Visual Artist usando macchine fotografiche di medio e grande formato con pellicola a sviluppo istantaneo. In questi anni ha avuto il piacere di collaborare con il Museo Madre, il Teatro Bellini di Napoli e con Angelo Cricchi, grazie la cui adozione ha avuto l’opportunità di esporre a una mostra curata da Achille Bonito Oliva. Ha visto i suo lavori pubblicati su molte testate internazionali fra cui: Vogue.it, D larepubblica, Doppio zero e molti altri fra magazine e gallerie. Il suo sogno è di scrivere un libro e girare un film sulla fragilità della vita e sulla bellezza che fortunatamente la colora.
Ilaria d'Atri
Ilaria d'Atri

Ilaria D’Atri e’ nata a Napoli, dove ha frequentato il liceo d’arte Suor Orsola Benincasa, imparando quanto sia importante ricercare il linguaggio estetico nel mondo. Nel 2010 si è diplomata come Fotografa presso l’Istituto Europeo di Design di Roma. Ha vissuto a Roma, Milano e Londra. Il suo luogo preferito è l’Islanda. Attualmente vive a Napoli, città che descrive come una musa di una bellezza decadente, maestra di un eleganza eterea. lavora come Fotografa e Visual Artist usando macchine fotografiche di medio e grande formato con pellicola a sviluppo istantaneo. In questi anni ha avuto il piacere di collaborare con il Museo Madre, il Teatro Bellini di Napoli e con Angelo Cricchi, grazie la cui adozione ha avuto l’opportunità di esporre a una mostra curata da Achille Bonito Oliva. Ha visto i suo lavori pubblicati su molte testate internazionali fra cui: Vogue.it, D larepubblica, Doppio zero e molti altri fra magazine e gallerie. Il suo sogno è di scrivere un libro e girare un film sulla fragilità della vita e sulla bellezza che fortunatamente la colora.