fabrizio bosi

Interior designer Rome / Italy

2
fabrizio bosi 2
fabrizio bosi
Dal sito: RomandRoma

Due chiacchiere con Fabrizio Bosi e ci siamo convinti di una cosa che sospettavamo da sempre. Arredare un ambiente, dai 10 ai 1000 metri quadri, è una scienza, prima che un mestiere.

E neppure delle più facili, visto che lui, con un'esperienza che gli deriva da tre generazioni di galleristi, a diversi anni da una laurea in architettura, non ha ancora smesso di imparare. Dalla teoria, certo, ma soprattutto dalla pratica.

E, ancora di più, dall'incontro con le persone, con cui, in primo luogo, stabilisce un rapporto di amicizia e fiducia, che alimenta con la passione, la pazienza e la cura di un vero artigiano del suo lavoro. Dopo, tutto viene naturale. Dalla tenda al divano, dal tavolo al ninnolo, dalla doccia al giardino, fino alle pareti. Tutto sarà scelto come se l'aveste fatto voi; ma come voi, forse, non avreste saputo fare.

Il segreto di tanta maestria? Una commistione perfettamente riuscita tra tradizione e modernità, tra il gusto per l'arte classica ereditato dal nonno e dal padre, e l'amore assoluto per la contemporaneità. Che Fabrizio trasferisce generosamente nella sua Galleria. Non aspetattevi un luogo statico e ordinario, perchè, come la quinta di un teatro, si trasforma di continuo, così come l'ingegno di chi l'ha concepita.

La Galleria Bosi, oggi, è un atelier aperto ad artisti di grande talento, più o meno emergenti, diventando eclettico luogo di culto per chi crede (a ragione) che le competenze, quelle vere, vadano rispettate.

Lasciandolo fare, Fabrizio ha arredato spazi privati e pubblici (ristoranti, boutique, alberghi, saloni di bellezza), dovunque trovando il giustoequilibrio tra antico e moderno, funzionalità, arte e gusto. Finendo (chapeu!) sulle più prestigiose riviste di design. Anche questo è (fortunatamente) Roma!
fabrizio bosi
fabrizio bosi
  • Address via como, 2, 00161 Rome | Italy
  • Tel 0644292800

Dal sito: RomandRoma Due chiacchiere con Fabrizio Bosi e ci siamo convinti di una cosa che sospettavamo da sempre. Arredare un ambiente, dai 10 ai 1000 metri quadri, è una scienza, prima che un mestiere. E neppure delle più facili, visto che lui, con un'esperienza che gli deriva da tre generazioni di galleristi, a diversi anni da una laurea in architettura, non ha ancora smesso di imparare. Dalla teoria, certo, ma soprattutto dalla pratica. E, ancora di più, dall'incontro con le persone, con cui, in primo luogo, stabilisce un rapporto di amicizia e fiducia, che alimenta con la passione, la pazienza e la cura di un vero artigiano del suo lavoro. Dopo, tutto viene naturale. Dalla tenda al divano, dal tavolo al ninnolo, dalla doccia al giardino, fino alle pareti. Tutto sarà scelto come se l'aveste fatto voi; ma come voi, forse, non avreste saputo fare. Il segreto di tanta maestria? Una commistione perfettamente riuscita tra tradizione e modernità, tra il gusto per l'arte classica ereditato dal nonno e dal padre, e l'amore assoluto per la contemporaneità. Che Fabrizio trasferisce generosamente nella sua Galleria. Non aspetattevi un luogo statico e ordinario, perchè, come la quinta di un teatro, si trasforma di continuo, così come l'ingegno di chi l'ha concepita. La Galleria Bosi, oggi, è un atelier aperto ad artisti di grande talento, più o meno emergenti, diventando eclettico luogo di culto per chi crede (a ragione) che le competenze, quelle vere, vadano rispettate. Lasciandolo fare, Fabrizio ha arredato spazi privati e pubblici (ristoranti, boutique, alberghi, saloni di bellezza), dovunque trovando il giustoequilibrio tra antico e moderno, funzionalità, arte e gusto. Finendo (chapeu!) sulle più prestigiose riviste di design. Anche questo è (fortunatamente) Roma!