Enrico Frigerio

Architect Genoa / Italy

16
send a message
Enrico Frigerio 16
Enrico Frigerio
Nato a Torino nel 1956, Enrico Frigerio si laurea in architettura a Genova nel 1980 e entra nel Workshop di Renzo Piano al cui fianco impara iil mestiere. Nel 1991 fonda il Frigerio Design Group, un gruppo di lavoro interdisciplinare che fa della qualità e del rapporto con l’ambiente il proprio obiettivo primario. Il team guidato da Enrico Frigerio considera il progetto di architettura come il punto d’incontro tra vari temi: il rapporto con la natura e la storia del luogo, la tecnica costruttiva e le esigenze del committente. Tale incontro genera la slow architecture, un’architettura progressiva che vive nel tempo e trae dal contesto le risorse per la sua definizione. Un architettura lenta che per metodo, tempi e processi, si colloca al polo opposto della globalizzazione. Un’idea di progetto inteso come servizio integrato capace di trasformare il lavoro di ricerca in realizzazioni concrete, architetture da vivere nella qualità totale, efficienti energeticamente e ragionevoli socialmente ed economicamente. Storia, profilo sociale ed economico oltre che caratteristiche ambientali e bioclimatiche confluiscono nel progetto, lo definiscono e lo rendono unico. Tra i suoi progetti più significativi: la tribuna ecologica dell’Autodromo di Imola, Bologna (1991-1992); il palazzo ad uso uffici per il gruppo RAS Assicurazione a Milano (1996-1998); la sede della Sambonet a Orfengo, Novara (2000-2004) e le centrali elettriche del gruppo svizzero EGL (2002-2008). Tra i concorsi: il concorso per la nuova Stazione Elettrica di Capri (2011, progetto vincitore), quello per il Centro conferenze della città di Madrid (2007) quello premiato per l’OIC (Organization Islamic Conference) di Jeddah (2008), e il concorso internazionale “I tralicci del futuro” indetto da Terna (2009, secondo classificato).
Enrico Frigerio
Enrico Frigerio
  • Address via Goito, 6/6, 16122 Genoa | Italy
  • Tel 010873923
  • Fax 010887566

Follow Enrico Frigerio also on

Teams 1 teams

Nato a Torino nel 1956, Enrico Frigerio si laurea in architettura a Genova nel 1980 e entra nel Workshop di Renzo Piano al cui fianco impara iil mestiere. Nel 1991 fonda il Frigerio Design Group, un gruppo di lavoro interdisciplinare che fa della qualità e del rapporto con l’ambiente il proprio obiettivo primario. Il team guidato da Enrico Frigerio considera il progetto di architettura come il punto d’incontro tra vari temi: il rapporto con la natura e la storia del luogo, la tecnica costruttiva e le esigenze del committente. Tale incontro genera la slow architecture, un’architettura progressiva che vive nel tempo e trae dal contesto le risorse per la sua definizione. Un architettura lenta che per metodo, tempi e processi, si colloca al polo opposto della globalizzazione. Un’idea di progetto inteso come servizio integrato capace di trasformare il lavoro di ricerca in realizzazioni concrete, architetture da vivere nella qualità totale, efficienti energeticamente e ragionevoli socialmente ed economicamente. Storia, profilo sociale ed economico oltre che caratteristiche ambientali e bioclimatiche confluiscono nel progetto, lo definiscono e lo rendono unico. Tra i suoi progetti più significativi: la tribuna ecologica dell’Autodromo di Imola, Bologna (1991-1992); il palazzo ad uso uffici per il gruppo RAS Assicurazione a Milano (1996-1998); la sede della Sambonet a Orfengo, Novara (2000-2004) e le centrali elettriche del gruppo svizzero EGL (2002-2008). Tra i concorsi: il concorso per la nuova Stazione Elettrica di Capri (2011, progetto vincitore), quello per il Centro conferenze della città di Madrid (2007) quello premiato per l’OIC (Organization Islamic Conference) di Jeddah (2008), e il concorso internazionale “I tralicci del futuro” indetto da Terna (2009, secondo classificato).