Andrea Caporali

Architect Enna / Italy

31
send a message
Andrea Caporali 31
Andrea Caporali
Si laurea presso l’Università degli Studi di Palermo con una tesi dal titolo “Architettura liturgica nella Diocesi di Piazza Armerina: Nuova parrocchia di San Rocco a Gela”, relatore prof. Pasquale Culotta, consulente liturgico mons. Crispino Valenziano.
Nell’anno 2003 interviene al laboratorio di laurea, “L’adeguamento liturgico delle Cattedrali di Sicilia”, tenuto dal prof. Pasquale Culotta della Facoltà di Architettura di Palermo. Dall’Anno Accademico 2003-04 collabora, svolgendo attività didattica, ai Laboratori di Progettazione Architettonica (settore scientifico disciplinare Composizione Architettonica e Urbana - ICAR/14) tenuti dal prof. Giuseppe Guerrera presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo e presso il Corso di Laurea R.R.R.A. attivato dal Consorzio Ennese Universitario. Dall’Anno Accademico 2007-08 ricopre il medesimo ruolo nella Facoltà di Beni Culturali, Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura, presso l’Università Kore di Enna. Sempre nell’Anno Accademico 2007-08 è docente responsabile di un modulo integrativo, dal titolo “La casa nel progetto dei maestri del ‘900”, nel il Corso di Laurea Specialistica in Architettura, sede di Agrigento.
Nel periodo compreso tra gli anni 2004-07 è stato tutor responsabile di gruppi di progettazione, per conto della Facoltà di Architettura di Palermo, in numerosi workshop internazionali. Ha incentrato l’attività di ricerca, legata alla didattica, sulle tematiche relative al ruolo di centralità che il progetto di architettura ricopre nel contesto urbano e territoriale, approfondendo gli aspetti legati ai caratteri distributivi degli edifici, alla fruizione ed alla valorizzazione delle aree archeologiche, alla progettazione di spazi pubblici ed alla problematica dell’accessibilità nei centri storici minori. Dal 2006 è correlatore di diverse tesi di laurea che affrontano il tema del progetto urbano, dell’archeologia e dell’architettura per la liturgia.
Ha collaborato e curato diverse pubblicazioni di carattere scientifico tra le quali “Adeguamenti, completamenti, nuove strutture di chiese” P.Culotta, E.Palazzotto, Città Aperta Ed. 2004 e “La casa del giardiniere ad Enna” G.Guerrera, Città Aperta Ed. 2005.
Una parte importante dell’attività professionale e di ricerca è costituita dall’approfondimento delle tematiche relative all’Architettura per la liturgia. Nel 2003 realizza, con l’ing. Gioacchino Laneri, il progetto architettonico del completamento della parrocchia “Santa Famiglia di Nazareth” a Barrafranca (EN) e nel 2007 riceve l’incarico per la progettazione dell’aula liturgica e delle relative opere artistiche del medesimo edificio di culto. Questo progetto viene premiato giorno 8 Febbraio 2008 durante il Convegno Nazionale degli Architetti svoltosi a Palermo e successivamente pubblicato sulla rivista di architettura internazionale “Paesaggio Urbano” Maggioli Editore n°2/2009 in un saggio curato dal prof. Franco Purini. Nel 2005, in occasione della giornata regionale per i BB.CC. Ecclesiastici, cura l’allestimento della mostra “Adeguamenti, completamenti, nuove strutture di chiese” a Piazza Armerina. Nel 2006 riceve una menzione di merito dalla Fondazione Frate Sole e dall’Università degli Studi di Pavia per il progetto della “Parrocchia San Rocco a Gela” nell’ambito del premio internazionale di architettura liturgica e nel 2007 partecipa a Venezia al convegno Internazionale sull'architettura per la liturgia “Chiese a regola d’arte”. Nel 2008 il progetto della della parrocchia “Santa Famiglia di Nazareth” a Barrafranca (EN) viene esposto al Convegno Mondiale degli Architetti UIA 2008 di Torino e nel 2009, il medesimo progetto, viene esposto a Palermo nella mostra “Nuove generazioni di architetti in Sicilia”. Partecipa come relatore a numerosi convegni sul tema dell’Architettura per la Liturgia tra i quali si menziona, nel 2011, “Lo spazio del sacro – architettura ed arte sacra in età contemporanea” presso il Centro Fieristico “Le Ciminiere” a Catania.
A partire dal 2004 si occupa delle tematiche della progettazione legate al paesaggio. Nel 2004 è nel comitato organizzativo del workshop “Enna la natura come artificio”, nel 2006 ricopre il medesimo ruolo nel workshop “Un giardino per Enna” e sempre nello stesso anno è docente responsabile per la Facoltà di Architettura di Palermo, di un gruppo di progettazione nel workshop internazionale “Campi Phlegraei – Architettura, Paesaggio e Archeologia” Organizzato dall’Università Federico II di Napoli. Nel 2008 è consulente e componente del comitato scientifico, per conto della Soprintendenza ai BB. CC. AA. della Provincia di Ragusa, nel workshop “La matrice di sostenibilità nelle trasformazioni del paesaggio” finalizzato alla diffusione della Convenzione Europea del Paesaggio ed alle possibili applicazioni nel territorio ibleo.
Si occupa dell’organizzazione di eventi culturali di livello internazionale legati all’architettura ed alle arti visive. Tra questi si ricorda, nel 2007, l’esposizione del Padiglione Italiano della 10° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia “Italia-y-26. Invito a VEMA” presso il Palazzo Pollicarini ad Enna, sede dell’associazione Umbilicus della quale è stato presidente, e presso il Teatro Pirandello ad Agrigento, entrambe inaugurate dal curatore del Padiglione il prof. Franco Purini della Facoltà di Architettura Valle Giulia a Roma. Nel 2008 si è occupato, nell’ambito delle attività svolte da Umbilicus, della progettazione del padiglione della Consulta Regionale degli Architetti P.P.C. di Sicilia presso il Convegno Mondiale degli Architetti UIA 2008 a Torino. Nel 2011 si è occupato, nell’ambito delle attività svolte da OMPHALOS Arti Contemporanee, di cui è presidente, in collaborazione dell’Università Kore di Enna dell’organizzazione della mostra e del progetto dell’allestimento della mostra “Alvaro Siza – Opere e progetti in mostra ad Enna” inaugurata dallo stesso Maestro portoghese.
È iscritto all’albo professionale della Provincia di Enna con il n°255 ed esercita attivamente la professionale di architetto. Nel 2004 è stato delegato al Dipartimento Informazione e Comunicazione della Consulta Regionale degli Architetti P.P.C. di Sicilia. Dal 2006 al 2010 è Componente della Commissione Edilizia Comunale di Enna.
Nel 2007 fonda, con l’arch. Maurizio Campo, lo studio OMPHALOS. Nel 2010 entrano a far parte dello studio OMPHALOS l’agronomo Roberta Andaloro e l’architetto Gianluca Ferraro.
Da sempre sensibile alle tematiche legate al paesaggio dal 2009 intraprende un’intensa collaborazione professionale con l’agronomo Roberta Andaloro che nel 2010 entra a far parte dello studio OMPHALOS. Insieme progettano giardini e residenze private, complessi residenziali e strutture ricettive sia in Italia che all’estero.
Andrea Caporali
Andrea Caporali
Teams 2 teams

Si laurea presso l’Università degli Studi di Palermo con una tesi dal titolo “Architettura liturgica nella Diocesi di Piazza Armerina: Nuova parrocchia di San Rocco a Gela”, relatore prof. Pasquale Culotta, consulente liturgico mons. Crispino Valenziano. Nell’anno 2003 interviene al laboratorio di laurea, “L’adeguamento liturgico delle Cattedrali di Sicilia”, tenuto dal prof. Pasquale Culotta della Facoltà di Architettura di Palermo. Dall’Anno Accademico 2003-04 collabora, svolgendo attività didattica, ai Laboratori di Progettazione Architettonica (settore scientifico disciplinare Composizione Architettonica e Urbana - ICAR/14) tenuti dal prof. Giuseppe Guerrera presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo e presso il Corso di Laurea R.R.R.A. attivato dal Consorzio Ennese Universitario. Dall’Anno Accademico 2007-08 ricopre il medesimo ruolo nella Facoltà di Beni Culturali, Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura, presso l’Università Kore di Enna. Sempre nell’Anno Accademico 2007-08 è docente responsabile di un modulo integrativo, dal titolo “La casa nel progetto dei maestri del ‘900”, nel il Corso di Laurea Specialistica in Architettura, sede di Agrigento. Nel periodo compreso tra gli anni 2004-07 è stato tutor responsabile di gruppi di progettazione, per conto della Facoltà di Architettura di Palermo, in numerosi workshop internazionali. Ha incentrato l’attività di ricerca, legata alla didattica, sulle tematiche relative al ruolo di centralità che il progetto di architettura ricopre nel contesto urbano e territoriale, approfondendo gli aspetti legati ai caratteri distributivi degli edifici, alla fruizione ed alla valorizzazione delle aree archeologiche, alla progettazione di spazi pubblici ed alla problematica dell’accessibilità nei centri storici minori. Dal 2006 è correlatore di diverse tesi di laurea che affrontano il tema del progetto urbano, dell’archeologia e dell’architettura per la liturgia. Ha collaborato e curato diverse pubblicazioni di carattere scientifico tra le quali “Adeguamenti, completamenti, nuove strutture di chiese” P.Culotta, E.Palazzotto, Città Aperta Ed. 2004 e “La casa del giardiniere ad Enna” G.Guerrera, Città Aperta Ed. 2005. Una parte importante dell’attività professionale e di ricerca è costituita dall’approfondimento delle tematiche relative all’Architettura per la liturgia. Nel 2003 realizza, con l’ing. Gioacchino Laneri, il progetto architettonico del completamento della parrocchia “Santa Famiglia di Nazareth” a Barrafranca (EN) e nel 2007 riceve l’incarico per la progettazione dell’aula liturgica e delle relative opere artistiche del medesimo edificio di culto. Questo progetto viene premiato giorno 8 Febbraio 2008 durante il Convegno Nazionale degli Architetti svoltosi a Palermo e successivamente pubblicato sulla rivista di architettura internazionale “Paesaggio Urbano” Maggioli Editore n°2/2009 in un saggio curato dal prof. Franco Purini. Nel 2005, in occasione della giornata regionale per i BB.CC. Ecclesiastici, cura l’allestimento della mostra “Adeguamenti, completamenti, nuove strutture di chiese” a Piazza Armerina. Nel 2006 riceve una menzione di merito dalla Fondazione Frate Sole e dall’Università degli Studi di Pavia per il progetto della “Parrocchia San Rocco a Gela” nell’ambito del premio internazionale di architettura liturgica e nel 2007 partecipa a Venezia al convegno Internazionale sull'architettura per la liturgia “Chiese a regola d’arte”. Nel 2008 il progetto della della parrocchia “Santa Famiglia di Nazareth” a Barrafranca (EN) viene esposto al Convegno Mondiale degli Architetti UIA 2008 di Torino e nel 2009, il medesimo progetto, viene esposto a Palermo nella mostra “Nuove generazioni di architetti in Sicilia”. Partecipa come relatore a numerosi convegni sul tema dell’Architettura per la Liturgia tra i quali si menziona, nel 2011, “Lo spazio del sacro – architettura ed arte sacra in età contemporanea” presso il Centro Fieristico “Le Ciminiere” a Catania. A partire dal 2004 si occupa delle tematiche della progettazione legate al paesaggio. Nel 2004 è nel comitato organizzativo del workshop “Enna la natura come artificio”, nel 2006 ricopre il medesimo ruolo nel workshop “Un giardino per Enna” e sempre nello stesso anno è docente responsabile per la Facoltà di Architettura di Palermo, di un gruppo di progettazione nel workshop internazionale “Campi Phlegraei – Architettura, Paesaggio e Archeologia” Organizzato dall’Università Federico II di Napoli. Nel 2008 è consulente e componente del comitato scientifico, per conto della Soprintendenza ai BB. CC. AA. della Provincia di Ragusa, nel workshop “La matrice di sostenibilità nelle trasformazioni del paesaggio” finalizzato alla diffusione della Convenzione Europea del Paesaggio ed alle possibili applicazioni nel territorio ibleo. Si occupa dell’organizzazione di eventi culturali di livello internazionale legati all’architettura ed alle arti visive. Tra questi si ricorda, nel 2007, l’esposizione del Padiglione Italiano della 10° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia “Italia-y-26. Invito a VEMA” presso il Palazzo Pollicarini ad Enna, sede dell’associazione Umbilicus della quale è stato presidente, e presso il Teatro Pirandello ad Agrigento, entrambe inaugurate dal curatore del Padiglione il prof. Franco Purini della Facoltà di Architettura Valle Giulia a Roma. Nel 2008 si è occupato, nell’ambito delle attività svolte da Umbilicus, della progettazione del padiglione della Consulta Regionale degli Architetti P.P.C. di Sicilia presso il Convegno Mondiale degli Architetti UIA 2008 a Torino. Nel 2011 si è occupato, nell’ambito delle attività svolte da OMPHALOS Arti Contemporanee, di cui è presidente, in collaborazione dell’Università Kore di Enna dell’organizzazione della mostra e del progetto dell’allestimento della mostra “Alvaro Siza – Opere e progetti in mostra ad Enna” inaugurata dallo stesso Maestro portoghese. È iscritto all’albo professionale della Provincia di Enna con il n°255 ed esercita attivamente la professionale di architetto. Nel 2004 è stato delegato al Dipartimento Informazione e Comunicazione della Consulta Regionale degli Architetti P.P.C. di Sicilia. Dal 2006 al 2010 è Componente della Commissione Edilizia Comunale di Enna. Nel 2007 fonda, con l’arch. Maurizio Campo, lo studio OMPHALOS. Nel 2010 entrano a far parte dello studio OMPHALOS l’agronomo Roberta Andaloro e l’architetto Gianluca Ferraro. Da sempre sensibile alle tematiche legate al paesaggio dal 2009 intraprende un’intensa collaborazione professionale con l’agronomo Roberta Andaloro che nel 2010 entra a far parte dello studio OMPHALOS. Insieme progettano giardini e residenze private, complessi residenziali e strutture ricettive sia in Italia che all’estero.